22 novembre 2012

Una casa Pompeiana a Roma..


Cari lettori
come direbbe il Manzoni
mi servono alcuni post riepilogativi
e quindi rispolvero se così si può dire 
lavori fatti l' anno scorso


ecco qua il lavoro
fatto a casa di Silvia
l' Ottobre del 2011...




la mia amica Silvia che è psicologa
aveva preso in affitto
questo attico
in un palazzetto anni 50
alla periferia di Roma



un mese prima nell' Agosto del 2011
e vi si era trasferita
armi  nel vero senso dell aparola
e bagagli...
Naturalmente essendo un oggetto in affitto


non se l' era sentita
di fare interventi che non fossero
di make up
come li chiamo io...


e si era rivolta a me..
sapendo che proprio di questo mi occupo
io cerco infatti di 
imbellire
senza stravolgere
usando solo il colore


la cosa che più mi preoccupava di questo lavoro
era la nostra differente
passione cromatica
lei ama infatti i colori
che io non prediligo
gli aranci i rossi i gialli
colori solari e sfacciatamente terapeutici
li definiva lei...



Comunque alla fine
credo di aver fatto del mio meglio
e lei del suo
unendo i nostri gusti
siamo riuscite
a tirar fuori dei gusti comuni



abbiamo anche acquistato
alcune cose
in diversi mercatini e le abbiamo trasformate


io comunque credo
e lei me lo ha confermato
di essere riuscita a 
rendere la sua casa
un compromesso accettabile 
tra i nostri due temperamenti...


E infine abbiamo festeggiato...
In questo lavoro
ho usato colori caldi
terrosi
e ho lasciato che lei poi aggiungesse un tocco finale
nel suo stile
credo che il risultato sia stato ottimale
lei ne è stata felice e soddisfatta
Ho lavorato un mese e mezzo a questo progetto
e l' ho intitolato omaggio a Roma
per i vari interventi pompeiani




e credo che anche se le foto sono molto
dissimili dai colori originali
rendano una sorta di idea


La sera dell' inaugurazione
tutto risplendeva di colori
ma
a distanza di un anno
vi ho trascorso il mio compleanno
e le cose sono leggermente cambiate
Anche lei infatti
ha acquistato un letto completamente bianco
potenza dello shabby??


Comunque almeno nel cibo
 il colore non è male..
mica possiamo mangiare
 solo i Giotto
solo perché sono bianchi!!!
maniache che siamo!!!
Questo è un lavoro che non vedrete sulle riviste
poichè i colori sparano
sulla carta patinata
ma credetemi
vale la pena ...
osservarlo bene
 non fa molto calore???

La vostra Marzia Sofia

Posta un commento