4 dicembre 2010

Lavori . La prima volta con l' oro.


Vedete questa libreria?
Ecco oggi , in risposta a tutte voi che mi dite
quanto vi piacciano i miei lavori ...ma
che giustamente tendete 
a sottolineare che li preferiste un pò meno dorati...
voglio raccontere una storia
che si è svolta all' incirca nel 2001..

Questa ...come forse riconoscerete ,
era una di quelle librerie 
di cui erano piene le case 
negli anni settanta...
io l' avevo acquistata in un mercatino dell' usato 
e l' avevo dipinta di bianco
trasformandola completamente
mi piaceva proprio.

A me onestamente...
 sarebbe piaciuta 
anche semplicemente dipinta di bianco 
come vedete qua sopra 
così come 
probabilmente 
piacerebbe anche a voi...
ma
ad una mostra proprio alla Fortezza da basso a Firenze
venne un signore...
 un giovane uomo
che abitava a Pistoria
un tipo 
tra l' altro molto affascinante,
 il quale
però
aveva le Idee ben chiare 
su cosa desiderasse da me..
vi chiederete 
coooosa?

L' IMPOSSIBILE !!!!!
ahahahah

No
ma cosa avete capito?
Mi commissionò un lavoro
che sulle prime volevo rifiutare 
ma 
poii si sa 
io amo le sfide...

In poche parole
dovevo
dorare ed antichizzare 
una libreria un tavolo e delle sedie
per la casa di sua madre e suo padre 
che lui stava arredando per loro...

Tra tante 
scelse proprio quella libreria
così 
a malincuore
dovetti mettermi lì e...


dovetti dorare 
e antichizzare tutti i profili di questi oggetti
sia il
tavolo che la libreria che le sedie

Vedete come il mio strabismo 
si accentui quando mi inc...
ma non mi restava altro da fare
così usai naturalmente il cosiddetto Orone
sia per la libreria
che per il tavolo...


come vedete dalla mia faccia 
che è leggermente interdetta

non ne ero molto contenta 
ma...per il solito motivo...
per cui 
com'era ?
Il cliente ha sempre ragione...


accettai la sfida....
immaginate quanto lavoro? Stoica come sempre... ci detti sotto 
e il risultato 
eccolo qua 



prima della antichizzatura 
con la mia P.A.C.T.R.A.
e dopo l' antichizzatura



Ecco il tavolo dopo la doratura, 
e la pittura del piano in nero...
tipo granito
si avete capito bene 
nero granito...
o lavagna se preferite
Ps anche quel mobiletto che vedete a destra nella foto
era stato trattato allo stesso modo 
e anche quelle basi per lampade



E non sia mai detto che io mi faccio spaventare da qualcosa da fare...
lo feci
e
alla fine mi piacque pure...
Ecco qua il gruppo di oggetti 
pronti ...


ed ecco qua i due clienti 
sorridenti e felici 
caricarsi la loro roba sul camioncino 

e portarsela via!


Da allora 
amici miei
fu un escalations di Oro

Tutti me lo chiedevano
sto benedetto Oro a foglia
ed io...
come avrei potuto dire di no?


3 dicembre 2010

Case. Ieri notte a casa mia...


ieri notte a casa mia
era già Natale..
...My Home ist my Castle
dice un famoso proverbio inglese
e così mi sento io a casa mia
come tutti del resto ma io anche di più
perchè la mia casa


non so come ...ne perchè ....assomiglia... ad un castello...
ed io sono una principessa 
all' apparenza vivo in un lusso esagerato...
che però è solo frutto della mia fantasia
Molti si trovano a disagio


forse...
in tutto questo sfarzo...
 ma ricordo
con un sorriso compiaciuto le persone che 
soggiornavano da me in B&B
e vi si fotografavano in questo salotto
come fosse
un luogo strano 
 un set cinematografico o qualcosa del genere....


si la mia casa forse mi assomiglia 
è un pò sopra le righe come me..
ma ha un atmosfera calda accogliente 
e decisamente Natalizia


se penso poi ...
che quelli che vedete sono tutti pezzi unici originali 
dipinti da me
 realizzati  e inventati da me--- beh
come che sia ne vado orgogliosa
il tavolo per esempio era un vecchio tavolo anni 40 
che ho dipinto a finto marmo
e ho bordato con una passamaneria a frangia



i candelieri a gocce di cristallo
sono pure di mia invenzione
così come le palle di tessuto leopardato
i sottopiatti 
di vetro li ho fatti decorare con un motivo dorato...


l' angelo è di cartapesta 
e me lo sono colorato da me
ali comprese
il lampadario è vecchio e lasciato originale...



i cavalli fanno parte della mia collezione
il centrotavola alzata fa parte degli oggetti della mia
collezione
e perfino i sottopiatti neri col bordo leopardato 
sono dipinti a mano da me stessa,
solo le sedie sono vecchie 
erano di mia nonna ed io le ho ricoperte e vestite...
La bottiglia di Taittinger
me l' ha regalata un amica speciale
e
la lascio per un occasione speciale...
ma 
ormai è da troppo tempo che la aspetto 
questa occasione speciale
Solo ultimamente mi hanno detto 
che lo Champagne va bevuto giovane
se no va a male...
Ecco un altra occasione perduta...

La vostra Marzia Sofia.

2 dicembre 2010

Pensieri. VII Chi sono io , Oggi.


Questa mattina voglio parlarvi ancora di me
anche se in realtà nemmeno io so bene chi sono
molte di voi pensano che io

debba essere soddisfatta ...
della mia vita
ho sempre vissuto a modo mio
quindi...
pensano
che io debba essere felice

Anche se tutti sappiamo bene che il concetto di felicità
ha mille sfaccetature
un bambino è felice se gioca con una palla
un uomo è felice se la sua squadra vince la partita
una donna è felice
se guarda suo figlio...
e la stessa donna è infelice ...
perchè il marito guarda la partita e non gioca a palla col bimbo.
Le cose si possono vedere da molti punti di vista...e

quando si comincia ad avere una certa età 
si capisce..... lo abbiamo già detto
che la felicità è sempre nelle piccole cose..
Leggere un libro.. rilassarsi un attimo
sfogliare una rivista...

parlare con un amica...
telefonare ad un amico
ma...
 nessuno ha più tempo..
nessuno se lo prende più ormai il tempo
si corre ...disperatamente dietro a qualcosa 
che ci impedirà di correre per sempre..


si compiono ripetitivamente i gesti di sempre
le cose di sempre quelle che bisogna fare
quelle che a volte si preferirebbe non fare


che fatica essere uomini...
diceva una vecchia canzone di anni fa
e sopratutto donne ...aggiungo io...
che se solo ti metti a pensare...


capisci che in fondo è tutto inutile...

correre e affannarsi...


non fa che renderci di più frustrati 
e spesso più soli con noi stessi


Allora capisci che tutto quello che hai fatto nella vita 
sta sempre lì pronto a ricordarti
che non si è felici se non lo si è con noi stessi 
e che se si affida la nostra felicità agli altri
saremo sempre infelici..


Allora io mi chiedo
spesso
ma io
conosco persone davvero felici?
e mi rispondo 
No
conosco solo persone che si convincono di esserlo..
Il che per loro è lo stesso...
ma non per me.


La Vostra Marzia Sofia





.


1 dicembre 2010

La mia collezione di Oggetti.


Care amiche mie e anche cari amici 
che forse non vi mostrate ...
ma state divenendo ogni giorno sempre di più 
e sempre più fedeli...

perchè non pensiate... 
erroneamente, vi garantisco...
che la mia vita 
sia stata un campionario di facili successi e divertimenti
inaspettati
oggi...
dovrò anche farvi un elenco dei miei "fallimenti"...
così per ridimensionarmi ...
che i vostri complimenti mi illudono 
e voglio restare coi piedi per terra...

Certo in questo blog non vi ho nascosto nulla 
vi ho raccontato molto di me...
 di tutta la mia vita lavorativa , almeno
ma stranamente, voi..
continuate a vedermi come un eroina 
senza macchia e senza paura...
Non che la cosa mi spaventi, 
o mi irritipiù di tanto...

...Irreparabilmente Narcisa come sono,
ma... credetemi...che
 come tutti anche
io sono una Donna...
 mi viene da Dire 
solo una donna ...

e il mio campionario di errori è notevole 
e brucia ancora inspiegabile e devastante 
dentro tutta la mia persona...
Ad esempio mi chiedo 
come mai ,io non sia riuscita a  studiare di più
ad avere un matrimonio perfetto
a educare mio figlio
come avrei dovuto, 
a conservare la mia casa che adoravo, 
a risparmiare i soldi che ho guadagnato, 
a non costruirmi un futuro 
che mi faccia meno paura di questo!!!

Ma sopratutto mi chiedo ...
se è vero...come è vero 
che ho messo tutta me stessa nel mio lavoro,
perchè non sono mai riuscita a fare di più...?
Perchè sono sempre rimasta in un limbo di mezzo 
quasi come una strana cosa da guardare con diffidenza 
e quasi con sufficienza
incompresa fino in fondo 
fin quasi alla compassione...


Ecco
uno dei fallimenti più incompresnsibili della mia vita 
forse... è proprio questo che andrò a mostrarvi...

Molto tempo fa ormai quasi dieci anni
fa...era Il 2001 
creai questa collezione
di Oggetti
e la portai al Florence Gift Mart a Firenze
la più conosciuta e credo antica mostra Mercato 
per la vendita all' ingrosso di Oggetti e accesori per la casa...
che si svolgeva da cinquant' anni 
alla Fortezza da basso a Firenze 
come che fu...

forse i tempi non erano maturi 
forse ero troppo avanti io
e quindi troppo indietro...
o forse erano i clienti  sbagliati ...
ma come sempre nella mia vita ...
non ebbi il successo che mi aspettavo...

Non che io misuri il successo in soldi ...
come di solito fanno le persone che conosco
e purtroppo anche molte di quelle che amo...
ma un successo diverso..
una comprensione una sorta di accettazione, 
che poi forse non avrei nemmeno voluto, 
contradittoria come sono... 
ma che forse avrebbe rassicurato mia madre 
certa com'è, da sempre, 
che io gli sia riuscita un pò male!!!!



Ecco questo che vedete sopra era uno degli stand 
che avevo allestito per quella fiera..
usavo già allora la tecnica Shabby 
e la "condivo" con dell' oro a foglia 
molto bitumato 
per toglierne la lucentezza sfacciata 
 lo rendevo usato sciupato 
vecchio, insomma.
L' interesse c'era ..la roba stupiva...ma devo dire 
più per copiare, che altro la vendita non è mai stata 
di massa ..diciamo... 
anche perchè mi rendevo conto da me stessa 
che dovevo venderla all' Estero...
che ...
le case degli italiani 
non erano pronte ...
non capivano di che razza di oggetti si trattasse...
e poi lo vedevo anche dalle vetrine dei negozi 
in cui vendevo le cose

la mia roba non era uguale a nessuna..
non stava bene con null' altro...
 solo con se stessa...
E questo non era certo un merito...


Eppure io la vedevo bella ...
ne ero orgogliosa e soddisfatta...
e però non capivo a chi equipararla..
visto che non vi era niente di simile in vendita...

Non che non riuscissi a venderla no..
si vendeva abbastanza 
dopo aver appena aperto lo stand 
una signoara Olandese aveva mezzo svaligiato lo stand!!!
i colleghi degli stand di fronte osservavano basiti....
ma la gente era diffidente...
anche perchè la maggioranza delle persone 
non capivano ...se si trattava di cose di buon gusto 
o addirittura Kitch...
non avevano riferimenti 
e non me ne davano...

La maggioranza delle persone poi ...
ormai non capisce che il fatto a mano 
non può essere venduto a prezzi di fatto a mano cinese..

Con questo non voglio dire che gli oggetti fossero cari ma..
i tempi anche lì stavano cambiando..
si andava verso una massificazione del prodotto

difatti 
dopo questa mostra che vedete nelle foto 
che si svolse nel Settembre del 2003
 la grande organizzazione di una delle più antiche Mostre 
di vendita al dettagliante di Firenze 
e per anni del mondo 
(prima che il solo Macef le rubasse un pò il primato)...
CHIUSE 
inesorabilmente i battenti 
per mancanza di compratori esteri e anche indigeni...

Non era facile
continuare a crederci...
ma io non riuscivo a dubitare....
e come al solito con la testerdaggine che mi contraddistingue...
continuai ad insistere...


Nelle foto come al solito...
non si vede molto bene l' effettivo colore antico...
tendente all' avorio
degli oggetti...
ma qui vorrei farvela vedere più in dettaglio 
una serie di queste cose.....
così ...mi direte cosa ne pensate..
che io ormai non so più cosa pensarne...

questi erano ...i portafiori di legno
dipinti in avorio sporco e bordati 
con una finitura in oro a foglia...
le vaschette di terracotta  a vasca da bagno Josephine..
con piedini di ferro ed apèplicazioni in metallo dorato
perfetti svuotatasche,
beh di questi negli anni ne ho venduti tantissimi..
considerati la possibilità dato che sono interamenti 
fatti e dipinti a mano


i centrotavola in metallo dipinto e vetro dorato a foglia...
perfetti contenitori per frutta sulle tavole Natalizie



ecco 
i superbi candelieri a Flammebeau
in legno dipinto e dorato e cristalli svarowski... 
magnificenti sulle tavole natalizie
più opulente...e festose...

le simpatiche ed utilissime buste da tavolo in ceramica 
dipinta a freddo 
e dorata a foglia per raccogliere la posta all' ingresso 
o tenere i tovaglioli sul tavolo in maniera originale...


i portasalviette più carini e tradizionali 
in ceramica a freddo e oro a foglia 
con decorazione di metallo dorato



le belle lampade gemelle da comodino 
in legno e bordature in oro a foglia


un grande vassoio in legno decorato 
con applicazione in metallo dorato a foglia


una bella cornice in legno con decorazioni 
in ferro dorato a foglia e interno pure




una bella cornicetta da muro in legno patinato 
e dorato a foglia
con stampa animalier



un sotto piatto da tavolo 
tipo tovaglietta all' americana
in legno dipinto e dorato a foglia


portacioccolatini in terracotta dipinta a mano 
poggiata su base in metallo dorato a foglia...


specchio da ingresso in legno decorato 
e dorato a foglia metodo antico...


un portaritratti da tavolo...
legno e doratura...



i portafiori in terracotta e metallo dorato a foglia....



con diversa decorazione in metallo dorato a foglia...
su piedini di metallo...



i vassoietti circolari in legno decorato e dorato a foglia 
con applicazione centrale in metallo




la coppia di candelieri in metallo dorato 


le  apliques a due braccia
che possono essere richiesti anche con specchietto 
al posto del dipinto animalier...
e molti molti altri che vi farò vedere ancora 
se lo vorrete...

Li cercavo li trovavo li dipingevo li doravo li fotografavo e poi....
non li vendevo......


Forse vi chiederete che cosa intendo per successo
in verità non lo so nemmeno io,
che per me il successo potrebbe anche essere il fare 
quello che mi è aggradato di fare
per tutta la mia vita..

 ma 
certo, non si può definire successo
quello che mi sta succedendo adesso
ecco!!!
...ma ...
ne riparleremo...


La vostra Marzia Sofia

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...