11 agosto 2013

Che cos'è lo stile




che cosa significa oggi avere stile?
ve lo siete mai chiesto?
significa avere quel certo non so che che ci rende riconoscibili?
significa essere alla moda?
significa che tutti guardano e copiano quello che si fa?


mi chiedo da sempre se io abbia uno stile
 e molti di voi sarebbero pronti a rispondere 
e certo che ce l' hai uno stile
 è il tuo ed è riconoscibilissimo


ma il fatto che sia il mio stile
 lo rende automaticamente uno stile?
Mi spiego meglio
potrebbe essere riconoscibilissimo
e al contempo non piacere a nessuno??


Tutti in qualche modo ci ispiriamo a quello che vediamo
ade esempio io 
ritengo di aver fatto cose che vedo oggi
 già dieci quindici 
e anche più anni fa
ma questo fa di me necessariamente un inventrice mahh
non saprei
credo che siano domande irrisolte come le chiamo io
ed io ne ho una serie infinite di domande irrisolte


Di fatto c'è che bisogna capire il concetto di verità
esiste una verità assoluta
o ciascuno di noi la vede coi propri occhi e la travisa??
Faccio sempre l' esempio di una bottiglia che sta davanti a noi su di un tavolo
è una bottiglia
ed è vero che è la solita bottiglia
uguale precisa perfettamente unica
anche se quasi uguale
a migliaia di altre
ma 
due commensali
come la vedono se siedono uno davanti all' altro???
Pensateci e poi ditemi...
se vi va Naturalmente...

La vostra Marzia Sofia

7 agosto 2013

Una vecchia vetrina anni 70 si trasforma, Tutorial by Tyron....


Non vi mostro molto spesso 
Tutorial di grandi lavori
anche perchè lo sapete che credo fermamente 
di non aver niente
da insegnare a nessuno...
io sono solo istinto e occhio
ma questo lavoro
è stato fatto interamente da Tyron mio figlio


e lui ha sicuramente molte cose da insegnare sulla tecnica...
quindi... dato che lui tra poco, aprirà una filiale 
della nostra come devo chiamarla
società?
a Milano, voglio che molti di voi sappiano
anche se molti che mi seguono
già lo sanno
quanto sia bravo 


io lo sapete ormai
trasformo mobili da quando lui aveva appena 
11 anni....
Lui da piccolo era molto collaborativo e lavorava volentieri
insieme a noi...
 come tutti i bambini era curioso e voleva fare tutto
da solo, guardandoci,
non gli si poteva insegnare niente, che diventava una furia
lui guardava osservava e quando meno te lo aspettavi
vedevi che aveva già fatto 
tutto quello che serviva...
DA SOLO


si vede che ce lo aveva dentro!
Ecco questo era lo stato di questa vetrina
appena portata in laboratorio
lui  l'ha divisa in due corpi e 
ha cominciato col pulirla bene bene
Il senso di pulirla è che se non lo fate 
eventuali macchie di grasso
si ripropongono come i peperoni sullo stomaco
ad ogni passaggio di pennello... 


se volete fare una cosa perfetta alla Tyron
poi dovrete salvare i vetri
col nastro carta
avendo cura di saldare bene
il nastro in ogni angolo
e quindi dovrete dare un bel pò di mani di fondo acrilico
almeno tre
lui non usa mai la cementite...


vedete quanti intersitzi?
eh ci vuole pazienza e lui ce l' ha
litighiamo sempre 
perchè mentre io sono più spontanea 
più artista più vogliosa di finire presto
 lui invece è molto artigiano
perfetto e preciso
oltre che lento...fino alla pignolaggine....


da le mani di base di fondo come fossero vera pittura
e quindi deve stare attento
 perchè 
se non sta attento
quando passa al colore non vede la differenza
e se si lasciano degli spazi
non perfettamente coperti di colore
dopo al momento della patina
il bianco a volte diventa marroncino
e bisogna ricominciare tutto da capo
e lui lo fa ricomincia da capo
quando sbaglia 
io creo un nuovo stile
lui segue il suo migliorandolo

ma lui è preciso e attento
e quando un mobile è fatto da lui
potete star sicuri che per anni
è perfetto
lucido al tatto
e opaco alla vista


in ogni suo più piccolo particolare
Quando alla fine passa la cera
ha la forza per farla penetrare 
perfettamente e la lucida in maniera unica.
Nessun macchina fotografica 
può rendere la bellezza delle sfumature di mobili di questo tipo
che sono spesso proprio anche più belli 
perchè partono da mobili già lucidi 
non di legno rustico
il quale non si copre mai davvero...


poi lui ci aggiunge la rete da polli
e questo rende il tutto assolutamente perfetto
donando a vecchi mobili quel certo non so che...
che solo chi li ha visti dal vivo sa apprezzare...

se volete contattare Tyron
al numero e all' indirizzo FB qua sotto
in posta
e a l' altro effettivo a Milano
zona Navigli che vi darò presto
potrete aiutarlo a farsi una nuova strada
nella grande città...
Una città
che per antonomasia è la patria del design
e quindi forse proprio per questo
attualmente ha bisogno di bravi artigiani
non dico che non ce ne siano
ma che forse non sono sufficienti
contattatelo
è un vero bravo artigiano e non solo dipinge
 ma crea mobili e anche cucine su misura...
oltre che trasforma e imbellisce tutto il preesistente...

Parentesi personale...
farà anche corsi personalizzati a domicilio
scrivetegli...


1 agosto 2013

Un mostro bellissimo....



La voglia di lavorare 
in questo momento latita
anche perchè per farlo 
dovrei accettare cose che non sono di mio gusto...
ho sempre lavorato molto 
ma ormai sono in un momento di stasi totale
se per lavorare debbo accettare
che non mi paghino 
o che mi paghino a babbo morto
beh mi riposo...


ma l' ultima cosa che ho fatto
è questo
bellissimo armadio
roba antica come si vede
le persone che me lo hanno dato
beh insomma è una storia lunga
preferisco non parlarne...
anche perchè se io parlo....
 di ragione mi prendo sempre il torto
non si sa come mai ma la calunnia e la falsità
 è proprio come un virus che si espande e come un virus
meglio starne lontani comunque...



mi è stato portato questo armadio
e io ho provato a farne qualcosa
diciamo che era ABBASTANZA DIFFICILE
O, io mi provavo a farlo tutto così
scomposto com'era
pezzo per pezzo
o trovavo qualcuno che me lo montasse cosa non facile
perchè non ne serviva uno ...ma tre...
di uomini per montarlo



era sporchissimo tutto rovinato
pieno di incrostazioni e di una strana muffa gialla
che tra tutto il campionario passato
non avevo mai riscontrato...
non sapevo che fare e mi faceva schifo persino a toccarlo...

poi ho deciso di prendere prima la candeggina
e poi il pennello
e sia come sia ci ho provato
ecco ora si presenta così...


e sta nella mia camera da letto
perfettamente posizionato
ancora non è finito 
è solo ripulito
sto aspettando che mi venga l' ispirazione
per capire cosa voglio farne...


le idee sono tante 
e devo dire che comunque mi piace già così
era privo di tutto
il ferramentaio
segno dell'  incuria di chi lo possedeva,
ora io ci ho messo delle maniglie provenzali
 ma non credo saranno lì per sempre
oltre tutto
alcune devo ancora mettercele
e poi mi servirà
una toppa per chiavi un pò particolare
non me ne intendo ma credo fosse un armadio da corredo
così tutto chiuso da chiavi come deve essere stato


se qualcuno sa dirmene la provenienza e l' epoca
 che delle persone che me lo hanno dato...
 non mi fido davvero...
mi fate un favore...


che ne dite vi piace il mio mostro???
non è bellissimo?

Sempre che ci piacciano le cose materiali
io ultimamente preferirei 
altri pagamenti ma come si sa
bisogna fare di necessità virtù
ehhhh amici mieiiii
un pò più di  correttezza in più....nel mondo... no ehhh????
Voi che ne dite????

la vostra Marzia Sofia


30 luglio 2013

La mia prigione ...


Sento il caldo? 
La stanchezza accumulata
si fa strada dentro la mia corazza ?
Ormai a forza di pensare che bisogna accontentarsi 
ci siamo sbruciacchiati la volontà ?consumata la determinazione
ridotto al lumicino i sentimenti e la voglia di fare?
Chiuso come si suol dire i sogni nel cassetto?



La filosofia del volemose bene non fa per me...
e temo abbia preso talmente campo in tutti i campi sopratutto quello politico
che pare si abbisogni ridursi tutti a delle larve!
Larve giovanili ci mancherebbe
larve che hanno tutto quello che si deve desiderare per sembrare Farfalle
contente ti avere il minimo indispensabile che ci serve per vivere!
Perdendo a volte la propria dignità di esseri umani pensanti
schiavi di convenzioni che ci opprimono e ci costringono in situazioni deliranti...
Ed è Così che si rovina il mondo
così come si rovinano i paesi le città le menti dei nostri figli...
Non sono d'accordo sul volemose bene
anche se io alla fine voglio bene a tutti ma bisogna amare...
ed è più difficile perchè in realtà
quello che si fa quello che si è...ci contraddistingue....
Soffocare gli istinti e condurli dove sappiamo che bisogna che vadano
non è costruttivo non è positivo non è buono
non è la parte più vera di quella meravigliosa umanità 
di cui siamo composti...




Io stessa spesso tendo a pensare a questo modo...
 Quante persone mi scrivono
 e sognano di poter un giorno fare il mio lavoro
di avere un loro negozietto un loro laboratorio artistico
di vivere dipingendo...
sognano insomma di vivere d' Arte
ecco anche io ormai tendo a disilluderle
a dire ma che lo fate a ffà? Sposatevi dico....
Prendetevi un marito una casa una famiglia
a volte invisdio un pò e ammiro chi ce l' ha fatta 
a vivere quarant' anni con il suo primo amore
e ad esserne felice e soddisfatta e realizzata... 
ma poi se gratto un pò la corteggia.
Vedo tasnte solitudini dipinte da coppia...
e poi anche io tendo alla filosofia dell' Ho già fatto tutto
che mi resta da fare?
quindi spesso disilludo le speranze di altri 
che mi paiono sogni deleteri se non irrealizzabili...


E' questo che ci contraddistingue noi umani.
la libertà di pensiero...e di azione siamo noi gli artefici di noi stessi
solo gli animali svolgono le stesse attività
amano il loro padrone vivono nelle loro gabbie
 si adeguano ai loro voleri 
sognano quello che sognano i loro padroni
muoiono con loro come Hichico

Noi siamo gli Umani....il NUOVO è quello che ci distingue!
Ne La Ricerca della felicità
dell' unico film che mi è piaciuto di Muccino
la realtà, l' unica possibile,
è quella disarmante di un pover' uomo costretto in imprese impossibili
per la mente di ciascuno di noi,,, ma un UOMO
che rimane onesto e combatte fino a perdere tutto quello che ha
la moglie il lavoro la casa
fino a ridursi sul lastrico... fino a correre
dovunque per vendere l' ultima briciola di quello che era il suo sogno
ma senza mai perdere se stesso..
sempre con la voglia di farcela di riuscire
 di insistere fino in fondo sempre credendo in se stesso
che è quello che in questi giorni papa Francesco
vuole cercare di insegnare ai nostri figli

Figli che sono relitti di noi Navi Pirate,
 che abbiamo depredato loro i sogni 
e li abbiamo costretti a nasconderli in un forziere
 dentro di loro stessi pieno d' oro... ma ormai inutile.
e siamo poi sempre noi a credere che loro, sono quelli sbagliati 
perchè non se ne vanno...ci diciamo...non se ne vogliono andare
mase siamo noi che glielo impediamo!!!
che glielo abbiamo impedito col nostro esempio... 
Viziato dalla comoda accettazione di una realtà
 che non è nemmeno quella che volevamo noi...
ma che abbiamo paura a lasciare...
Le nostre belle case calde con Internet illimitato
e l arredamento che vogliamo 
le cene con gli amici e le vacanze due volte l' anno...


Bisogna essere I sognatori di quel  genio di STEVE JOB
bisogna non ammollarsi nelle vite degli altri
ma vivere veramente la propria come la si vuole 
come ci piacerebbe che fosse
e non ci sono scuse d' amore...
Io sono stata così un tempo..
e le ho provate tutte le filosofie moderne
quelle del sentirsi felice per le piccole cose
quella del tiramo a campà
 in fondo chi sa potremmo pure star peggio
quelle del do ut des
ma mi dico a volte ... sto facendo una cazzata???
Se io non fossi stata pronta a prendere un treno o un traghetto 
o un aereo nonostante tutto a lasciare tutto
sarei quella che sono, ugualmente?
No è la risposte sono i miei coraggi  quelli che mi hanno resa diversa 
capace di piacermi prima di cercare di piacervi...quelli che devo ritrovare
la mia spinta il mio desiderio di cambiare di migliorare
 la mia forza disperata e visionaria
di quando sapevo lottare contro tutto e tutti....
la capacità... di essere me stessa di nuovo IO!
Quella che sognava a quindici anni di fare questo mestiere 
a venticinque
 iniziava a fare qualcosa per cui mi dicevano che ero pazza
a trentacinque
lottava come una leonessa per mantenere quello che aveva fatto
a quarantacinque 
fuggiva per non perdersi quello che aveva conquistato
a cinquantacique

cosa voglio fare???
è la domanda
soccombere?
restare?
finirla?


Ridurmi a sedere davanti a questo computer e 
a chiudermi in questa stanza
in questa finta reggia... circondata si, da cose che amo
ma che rappresentano quella che è la mia prigione
oppressa in una routine chiusa alla vita?
come di guardia a qualcosa che non accadrà tanto a breve
a credere che in fondo c'è di peggio
che mi ritengo fortunata ho avuto tanto dalla vita
a tirare i remi in barca?
che via sono una viziata che non so cosa voglio???
No ragazze mie io devo ricordarmi che avevo dei sogni 
e che forse posso ancora viverli
ma che se non gli vado incontro io alla mia maniera
 a rischio di finire a fare la Clochard
io non sarò mai più capace di guardarmi allo specchio
perchè per vedermi adesso ho bisogno di una macchina fotografica!!!
Mi spiace aver deluso qualcuno di voi
 non mi rivolgo a nessuno in particolare e a tutti
fate così tutti prendete in mano la vostra vita!!!
Fosse anche solo un treno che vi porti un centinaio di chilometri più in là
quelli che vi stanno intorno sopravviveranno
che farebbero se foste morti???
La vostra vita è vostra è solo quella che avete e
siate capaci di viverla come vi va!!!!

La vostra Marzia Sofia!

Mi son seduta qua dopo giorni che non scrivo più
 che anche scrivere il mio Blog mi pare
una prigione ormai a volte
e mi è uscito questo lamento
perdonatemi!
Ma sapete... io sono fatta così....

27 luglio 2013

Laurence Amelie, le Rose e Rachel


La semplice bellezza la purezza l' armonia dei colori
 la brillante luminosità delle grandi tele
 il brio e l' eleganza di questi dipinti,
il loro morbido e fluente schizzar del pensiero, 
mi creano stupore... ammirazione incanto...
mi ammaliano letteralmente... mi lasciano ammutolita
non riesco ad immaginare qualcosa di più
perfetto di questo per abbinarsi al Romanticismo Moderno
Quelli che amano questo tipo di arredamento
definito Shabby Chic
sanno  (ehm ehm o forse no)....che si può facilmente scadere nel lezioso 
se non si ha la giusta misura nè troppo spoglio ne troppò vestito
nè troppo povero nè troppo lussuoso
questo è lo stile giusto...ecco, qua... siamo ai massimi livelli del buon gusto
nessuna meraviglia quindi se Rachel Aswell
viste le prime cose di questa pittrice Francese
figlia di pittori  e moglie di pittore ( italiano )
 l' abbia immediatamente chiamata alla sua corte
come si suol dire...


Lei si chiama Laurence Amelie 
e come racconta lei stessa in un articolo uscito su Casa Chic
nel numero subito dopo
quello che vedeva me protagonista col mio lavoro 
Il mondo Gustaviano.
è stata per lei una meraviglia, un giorno
dopo che un suo lavoro era stato rifiutato da un negozio di Parigi
ricevere la telefonata della Regina assoluta dello Shabby Chic
Rachel Aswell
che le ordinava diversi lavori.
FINALMENTE IL RICONOSCIMENTO!

beh non vi sto a dire il mio stupore
care amiche mie
quando nel numero seguente il mio 
della rivista CASA CHIC ho visto quella copertina
 e ho letto nel profilo di Rachel
di quella rivista italiana etc etc ...
La bocca mi pendeva sul collo per dieci minuti 
e non riuscivo a ritirarla nè a tenerla su nemmeno con il nastro adesivo...
Devo dire la verità, io mi sento bravina non ve lo nascondo
se me lo dicono non ci credo ma se non me lo dicesse nessuno...
direi imbecilli non capite nulla...ahhahhha
la mia solita contraddizione io so di essere brava... nel mio piccolo lo so...
 ma...quando vedo roba di questo genere e ve lo giuro
che sia così di mio gusto, ne vedo ben pochi
rimango ammirata e straordinariamente colpita
e mi ridimensiono immediatamente.


Oserei dire si contano sulle dita di una mano
le persone che io ammiro veramente come delle maestre
chi per un motivo chi per un altro...
Naturalmente si sa che se sei ignorata da quelli che tu stimi
beh vuol dire che conti qualcosa...
quindi spesso mi contento così...
Io poi non faccio questo stile dicono sia la mia forza 
che io ne abbia uno proprio mio...
certo anche io amo il vintage chic
le atmosfere nordiche dei vari Brocante Olandesi e Belgi 
le grandi case bianche di tanti famosi Blog
Tedeschi..ma...si sa tra loro nessuno si riconosce 
nè ti riconosce....ciascuno coltiva il proprio orticello
pare che tra uno e l' altro ci sia un abisso lontano 
ma...secondo me rifletteteci...
Nessuno che sia Qualcuno
saluta Qualcuno che non sia Nessuno
in Italia poi che siamo così provinciali
a volte si sente dire che questa o quella è questo o quello
si sente magnificare cose che insomma via...lassamo perdere 
ma non si capisce chi di loro abbia veramente fatto qualcosa
e una vera personalità sovrastante non c'è
io ad esempio a volte in qualche botta di megalomanoia
 che perarltro dura lo spazio di un secondo
penso che, sta storia del bianco dei mercatini delle trasformazioni
l' ho inventata in parallelo
con Rachel Aswell solo che lei ha il grande merito
di averlo reso alla portata di tutti
e di aver creato il GRAN NOME
e di averne fatto una filosofia di vita!
SHABBY CHIC
perfetto!!
Ho acquistato il suo primo libro nel 97
 e io dipingevo mobili dal novantasei
ma il mio stile è diversissimo dal suo
io di fatto non ho niente a che fare con lo shabby
se non che anche i miei lavori sono sciupati...cioè shabbaty
oltretutto il mio stile ha sempre quel qualcosa di più 
che per molti è troppo e che mi contradistingue
io sono Gustaviana e forse lo ero di più allora....
ora piano piano dopo anni mi sto
lentamente facendo conquistare da queste atmosfere
anche se il mio stile sta conquistando qualche onore
io non ho delle vere e proprie seguaci...
ne delle vere pigmalione
sono un cane sciolto...
ma tra Rachel e Laurence
 deve per forza esserci stata una sintonia incredibile
immediata...
 sembrano l' una completare l' altra...


io non ho alcun dubbio 
che loro non sappiano nemmeno chi sono io
per cui non mi illudo nemmeno che questo mio scritto
oltretutto scritto in Italiano
( sono troppo pigra per scrivere in altre lingue  
anche se le so e so che acquisterei lettrici) 
non lo vedranno nemmeno...
ma se per caso leggessero o qualcuno dicesse loro
che c'è un piccolo Blog in Italia che ha parlato di loro
voglio che queste due signore
sappiano... che le stimo entrambe tantissimo...


seguo su Fb Laurence Amelie
e noto ogni suo lavoro e mi immagino che lei sia anche molto 
felice di essere ormai la pittrice ufficiale di Rachel Aswell 
io me le figuro entrambe
molto semplici molto vere ...come si dice alla mano...
nelle loro stupende case
e nella loro stupenda vita
per quanto tra le parole dell' articolo di Casa Chic su Laurence Amelie
si capisce che la vita della pittrice ha preso tutto un altro verso
da quando ha trovato la sua pigmalione
e come poteva essere altrimenti??
mi dico io
sembrano fatte l' una per l' altra...
credo siano
assolutamente felici di collaborare
e di fare cose meravigliose insieme
e questo è bello...perchè lo si vede!
veramente...le ammiro...


Poi però  quando vedo che molte persone  che conosco
alcune che io so, sono anche in buona fede
per sopravvivere e senza arroganza ,
citando la provenienza, imitano i lavori di Laurence
da un lato li capisco, perchè chiunque abbia una minima capacità artistica
 si sente ispirato a copiarli immediatamente!!!
Altre che pur bravissime,invece lo fanno spudoratamente senza citare, copiando
 ad esempio i tutù che la Amelie dipinge con mano libera sicura istintiva...
beh mi dico ci sono donne veramente grandi
hai voglia di dire...ci sono donne che sicuramente meritano quello che hanno...
e loro sono entrambe di questa categoria
Solo se vieni copiata sei qualcuno
come diceva Coco Chanel
ma non, se vieni scopiazzata per quello che tu stesso hai già scopiazzato
o a cui diciamo ti sei ispirata...
come sento spesso urlare su FB
  non perchè qualcuno che ha scopiazzato altri 
ha scopiazzato anche te e viceversa
il centrino o la bottiglietta col fiorellino o la rosa sopra il tavolo
 come dico sempre io
(spero senza che nessuno si senta citato... che mamma miaaa!!!! )
non per questo si è artisti o creativi come va di moda dire ora...
quella di Laurence o di Rachel è arte
perchè l' idea solo l' IDEA è ARTE e non è l' esser copiata
che fa la differenza...
lo si capisce quando sei la prima....


io dal mio piccolo sono fiera
di aver avuto la fortuna di essere capitata per caso tra di loro...
grazie a questa rivista Casa Chic 
e mi reputo veramente fortunata e orgogliosa...
forse immeritatamente, ma credetemi me la godo,
 io ho fatto parte di un mondo 
che forse non mi sarebbe dovuto appartenere 
ma del quale sono stata orgogliosa
 spettatrice e interprete al tempo stesso
essere messa anche solo per un attimo vicino a loro
premia me il mio lavoro
e la mia almeno quella, innegabile perseveranza.



ecco il link della pagina
di Laurence
quella di Rachel ce l' avete tutti
ma questa signora Francese
 che come me dipinge a piedi scalzi
 nella sua magnifica casa nei dintorni di Parigi
merita veramente una visita e i vostri mi piace

ONORE AL MERITO!

Bravò
Madame Amelie
tu sei una vera Artista

La vostra Marzia Sofia

25 luglio 2013

The Royal Baby e nonna Camilla...



Mi direte Marziè
non sai più che scrivere?
Non è un argomento già a lungo sviscerato?
Non ne sono pieni i giornali?
Non c' è perfino un articolo  di Mentana su Vanity fair?


ma certooo dico iooo
non serve di sicuro a nessuno la mia povera opinione
quando schiere di commentatori anche illustri si sono fatti in quattro
gli oroscopi si sono sprecati le previsioni le illazioni
le supposizioni...si sono ampiamente superate
beh mi piaceva l' idea di dire la mia, alla mia maniera semiseria
senza punti e senza virgole... così pensando e scrivendo...
Io penso che questi due ragazzi siano carini e gentili oltre che belli
che abbiano veramente la coscienza di essere una famiglia
 e il desiderio di continuare ad esserla
l' intelligenza per combattere nell' impresa non facile
di riuscire a mantenerla dopo averla creata...
E' vero che quello che è successo alla madre di lui
molti lo interpretano con un martirio
e quindi venerano questa per così dire santa laica...
io non la penso così dopo anni che ne sento parlare 
e dopo quello che ho visto e saputo dopo
ho maturato una mia convinzione
CAMILLA FOREVER
forse sarò l' unica, mi dico sempre..... invece........


io questa cosa la trovo volgare...
eppure Diana non era una commoner come Kate
Diana era una Spencer che derivava addirittura dai Medici
da Giovanni delle bande nere
eh se permettete qualcosa di Fiorentino c'è in quasi tutti i re....
e le regine ehehhee
Mi annoia  e mi irrita un pò
questa cosa di ricordare Diana che nonna sarebbe stata...
ho visto link pieni di rimpianti
copertine di Fb con lei e il suo casco per le mine antiuomo
mi ha sempre fatto ridere quel casco...scusate...
era una pubblicità non lo avete capito??
guardate come sono brava amo madre teresa e curo i bambini...
secondo me e non ho il vizio di giudicare
ma quello di criticare... bonariamente eh... alla Toscana...
io trovo che lei sarebbe stata una nonna inadeguata
una nonna che sarebbe andata in tv
 a informarci su di una qualsiasi cosa non le andasse a genio 
una nonna ancora vestita alla moda che
magari sarebbe stata prigioniera del suo personaggio
 di bella donna ormai liftata e gonfiata agli zigomi
e chissà quanto altro
ci avrebbe abituato a tutto ormai in questi diciassette anni...
ma questo è il mio parere, e non c'entra  con questo bimbo
THE ROYAL BABY
è nato
un re che dicono non regnerà mai...
ma che ne sanno loro????di scuro molti di loro come me
quando lui regnerà non ci saranno più
nessuno di loro saprà come andrà a finire
che noia il voler sapere tutto prima e prevedere tutto....

Vedete come sono diversi i pareri?
Io come nonna vedo meglio Camilla
una donna odiata solo perchè brutta...
ma che cavolo vuol dire brutta
è una donna normale una come tante 
che però ha amato un uomo veramente.
che via... non ci sono dubbi che lo amasse...
solo che non ha avuto la fortuna di poterlo scegliere subito
come per fortuna hanno potuto fare questi due ragazzi.
Questo bimbo nasce dall' amore e vi pare poco
quanti possono dire lo stesso ?
Si chiama George Alexander Louis
tante ridicole congetture e.... ha gettato nel panico
 i famosi bookmaker inglesi...

è un bel bambino di quasi quattro chili 
attenti che nei prossimi anni ce lo faranno gustare in tutte le salse....
a dispetto di tutte le considerazioni sull' anoressica madre
di cui si è spiato ogni cm di pancino..
 sta bene come si suppone  e si spera che stia anche meglio
ma non si ha nessuna garanzia che la follia di sua nonna
non salti una generazione...
dato che di suo padre si nota la perfezione e la misura
quasi fosse un difetto
chi sa che questo ragazzino non torni alle famose intemperanze della 
Nonna Diana che ricordiamo è morta troppo giovane..
si lo so che bisogna avere pietà di lei e io ce l' ho tutta
solo che non mi va che si offenda Camilla
non so come mai
ma detesto questa cosa...
Chi sei tu mi direte ? per permetterti di parlare di una cosa
di cui ormai si è detto tutto
io ho sofferto come voi per la morte di Diana
e con tutto il rispetto la sua umanità un pò difettata piaceva anche a me 
fino ad un certo punto
anche se non ho mai sopportato che fosse andata in tv a lavare i suoi panni sporchi
lo trovo volgare e brutto molto più brutto di Camilla...ehhh
nun è roba da Regine, insomma...
ma si sa,  io non amo la perfezione... e lei tendeva ad essere perfetta
 aspirava diciamo...ed  è per questo che rispetto Camilla
per la sua imperfezione perfetta...
 forse perchè è un pò shabby,forse perchè è molto English
sicuramente molto Country
direi anche decisamente Gustaviana!
E' antica e moderna al tempo stesso e ama le vecchie cose,
ve lo immaginate come Diana avrebbe arredato
il palazzo della regina? di sicuro Design contemporaneo...
Io ammiro Camilla che poi nemmeno vedo così brutta
perchè.......Carlo è bello? 
Fosse anche solo perchè ha saputo amare un uomo davvero...
per tutta la vita! e non perchè era un principe...
Ora sarà anche un ottima nonna di questo principino
che sicuramente avrà una lunga vita
una vita che io non vedrò...
mannaggia ...
a me piace leggerli subito i finali!

La vostra Marzia Sofia

21 luglio 2013

Io e te....Tyron figlio mio.


Io che non ho mai avuto la madre che sognavo
e che non ho saputo esserla quella che speravo
io che forse non so amare...neppure me stessa
io che ho amato solo te
e pure male...



io che tu sei mio padre e che io son tua figlia
io che ti amato poco
rispetto a quanto volevo
e che non ti ho meritato per quanto ti ho desiderato


te che mi hai compresa
 più di quanto io riuscissi a fare con me stessa
te con un piatto di riso
cucinato ad otto anni
e le tue macchinine costruite da solo
e la tua noia che non volevo fosse la mia
te che io so quanto mi ami
e io che non so nemmeno dimostrartelo



io e i miei ricatti d' amore
e la mia dipendenza dai tuoi errori che dovevano
 esser solo tuoi e ti io ho costretto a farli diventare i miei
la mia debolezza la mia insufficienza
che il tuo cuore immenso
ti ha costretto a vedere come la mia unicità..
e ad esserne perfino fiero
te che devi esser solo tuo
e non più mio
e che stai amando un altra donna finalmente tua davvero..


te e la tua vita scomposta dalle mie scelte
dalle mie intemperanze dalle mie esigenze
dalle mie passioni
che son state spesso le tue costrizioni
i tuoi limiti.. i tuoi recinti ...


te figlio mio
che adoro te solo... al mondo
la sola persona che valga per me più della mia vita
scusami
per non aver mai saputo dirtelo ma sopratutto
dimostrartelo abbastanza
te che sei buono come il pane dolce come il miele
forte come la roccia fragile come un fiore bellissimo
tu che finalmente dopo tante piccole fughe
 vai a Vivere la tua vita!


e vivila tutta...tutta quella che meriti
quella che ti ho rubato
quella che non ho saputo darti, dandotela..
E' facile dirti che ti adoro
scusa di non avertelo dimostrato...
non mai quanto me lo hai dimostrato tu...
Ti amo bambino mio e mi sento ridicola a scriverlo che è così banale,,,

La tua mamma..
insufficiente perchè trabordante...
grazie di amarmi...Tyron
come solo tu sai amare.

spero che se avrai un figlio sia maschio
se fosse femmina...
pensa se ti salta una generazione!!!


La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...