23 marzo 2021

Vivere d' arte.


Vivere d' arte é vivere d' amore.

Da anni lo sperimento.
Non è facile.
Spesso si è considerati quasi dei matti
o dei suicidi.
Ricordo che quando ai miei 
dissi che volevo fare l' arredatrice
e avevo 14 anni...


Mio padre per un attimo apparve 
con la sua bellissima faccia
 chiosò un sorriso sornione
 da attraverso la Gazzetta dello sport 
e disse a mia madre che era in cucina

"Oh lo senti i che lla vol fare la tu figliola?"
E mi madre di rimando.
"Si lla vol mori di fame."


Prima di morite lui mi disse orgoglioso...
Sei una delle rarissime persone che è riuscita nella vita 
a vivere veramente di quello che voleva fare....
Ti ammiro tantissimo.
Questa è la mia laurea.
Il mio diploma.
Negli ultimi anni ormai malato
era venuto a vivere con noi.


e mi osservava inseguire i miei sogni.
Erano sempre un pò bislacchi per lui, 
ma alla fine ne era fiero.
Lui avrebbe voluto correre in bici.
Era un campione.
Ma poi si era innamorato di mia madre 
ed eravamo nate noi...


Io ho sacrificato tutte le comodità
tutte le sicurezze 
tutte le cose che adesso forse potrei avere 
e che non ho.mai potuto essere o avere.
Ma non ho mai potuto nè saputo essere diversa.
Ho vissuto sempre a modo mio.

Con una sola certezza Mio figlio
che ha pagato forse più di tutti
 l' amore incommensurabile 
che proviamo l' uno per l' altra..


Forse alla fine si è anche abituato.
Ed è parimenti vero 
che avrebbe potuto volendo,
 seguire un altra strada...
ma ha seguito me.
Anche se a modo suo.


Anche in questa avventura del dipingere,
lui mi ha incoraggiato tanto,
già era difficile vivere di arredamento, e insieme 
da un certo punto in poi ci siamo riusciti
Difficoltà di vendita più dura non vi è.
Vendere arte.
Eppure...
Io ho iniziato quasi cinque anni fa, 
ma non sono riuscita prima di adesso
 a crederci fermamente.
In fondo quelli che ci vivono 
sono dei rarissimi fenomeni.
Si contano forse sulle dita di una mano

Io non sono ancora riuscita a vivere di questo.
Venduti molti ma
non da viverci.
Vivo di arredamento.

Ma sto diventando Grande 
troppo grande per l' insicurezza.

Ora so anche grazie a mio figlio di valere un emozione
ed il fatto che le persone inizino a riconoscerlo 
mi fa un immenso piacere.

Grazie babbino mio di essere diventato mio figlio.
E grazie figlio mio di essere sempre un pò mio padre.

Un artista resta sempre bambino.

I miei dipinti sono in vendita.
Lo dico a chi pensa che io dipinga solo per hobby.

www.pitturiamo.it/lareginadelgustaviano

La vostra Marzia Sofia

 

17 marzo 2021

Chiuso (temporaneamente, si spera ) per Covid

 


Carissimi amici rimasti

mi rendo conto che dall'inizio di questo Blog nel lontano 2009
 i miei e forse anche i vostri gusti siano molto cambiati


spesso infatti mi accorgo del fatto che posto 
sempre più foto del nostro ristorante.
di quanto faccia con altri lavori.
Ed il ristorante non è esattamente lo stile che forse vi aspettate da me.


cerco sostanzialmente di unire le due cose.
L' arredamento e la gastronomia.
cosa non si fa per sopravvivere e per aiutare i figli.
Da restauratrice a ristoratrice, non ristorata.
Anche se come si vede ormai un post qui è rarissimo.
L' impressione è che resti poco da dire e meno da fare.


Purtroppo i tempi ed i mezzi di comunicazione 
sono decisamente cambiati.
Ormai tutto è cambiato 
e non come intendeva il Gattopardo.
Tutto è diventato altro davvero.


Scrivo adesso perché ho più tempo libero.
L' ennesima chiusura mi permette di tornare qui
 a visitare questo luogo che ho molto amato
Il mondo virtuale del mio Blog.
Il mio Diario.
Ormai non è più tempo di Diari
Si vive o meglio sopravvive.
la Pandemia ci ha cambiati.
Per sempre.
E siamo qui a guardare le ceneri delle nostre speranze e dei nostri sogni.
Lo so sono negativa.
E pensare che io sono sempre stata una persona molto positiva
Oggi faccio molta fatica.
E lo volevo dire qui.

Mentre vedo questa foto che ho scattato a Mio figlio pochi giorni fa.
Dopo l' ennesima chiusura imposta dal Governo Draghi.
E senza ristori, con neppure il Sostegno della Speranza.

#marziasofiasalvestrini

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...