20 settembre 2010

Anno 1998 Terratoscana VIII... III Puntata

Insomma... passarono altri anni 
e i tentativi 
furono numerosi ...ma la forza non mi abbandonò ...ci credevo 
e facevo di tutto perchè ci credessero anche gli altri...
 Si, fu molto difficile
riuscire a resistere 
ma non ci perdemmo d' animo

 lasciammo la casa dove vivevamo... 
(nella foto è la prima della  schiera a sinistra)
che si trovava in campagna 
in un magnifico luogo chiamato Wilstedt 
situato a una ventina di km da Hamburg.

Ci era costata tanta fatica per arredarla e tanti soldi 
ci facevamo feste magnifiche con gli amici 
fu dura mollare tutto... dopo appena un anno
ma non avemmo altra scelta...



era bello là in campagna
 Ty poteva frequentare una scuola in paese
e vivere all' aria aperta...
circondato da tanti  bambini
io stavo più a casa con lui 
ma avevo anche una ragazza che mi aiutava 
e un ragazzo moldavo
di nome Kostia che aiutava in negozio



Ne avevamo anche una  in Toscana di case
qui invece son  le prime tre finestre a destra in alto...
e lasciammo anche questa 
per ridurre ogni costo...
e così  
continuavamo, imperterriti 
a viaggiare su e giù per cercare roba...


riaprimmo il
VII Terratoscana nel 1996 in un posto magnifico 
proprio al centro della città ...nella zona più ricca ...
Tyron frequentava la più bella scuola 
e noi avevamo un magnifica clientela


era difficile riuscire a resistere... 
ma eravamo determinati  e anche un pò folli...
così ci eravamo presi in affitto questo locale 
nel quale  il proprietario ci  permetteva di viverci dentro...
beh non era il massimo... 
visto le case in cui di solito eravamo abituati a vivere
 ma
ci arrangiammo
 io festeggiai qui i miei 40 anni
 me lo ero reso abitabile e bello... anche al piano di sotto...
seminterrato..
eppure non ci crederete 
ma
successe qualcosa ancora che 
cambiò di nuovo tutte le carte in tavola..
Infatti...
 il proprietario di questo negozio 
una persona bella e gentile 
colui che ci aveva permesso di vivere in quelle mura
allo stesso prezzo del locale...
morì 
dopo soli tre mesi che ci eravamo insediati...
a 55 anni ..d' infarto...
e i figli 
dividendosi l' eredità
( trattavasi di 545 appartamenti di proprietà e non avete letto male 545)
si divisero anche il nostro locale 
e dovemmo di nuovo dopo nemmeno un anno cercarci un altro posto
dove andare a vivere...
perchè non ci permisero più di abitarci.

Comunque 
nonostante...le difficoltà e gli ufficiali giudiziari 
che tra l' altro in tutta questa storia risultarono i più umani...
pagavamo e andavamo avanti
finchè...nel 1997 arrivò l' Ottavo Terratoscana...
e naturalmente già vi aspettate che ve ne parli domani...
vero?
Ecco appunto...
per oggi va bene così ...
non siate ingordi eeh....

L' Ottavo Terratoscana II Puntata.

Insomma 
cosa successe nell' Ottavo Terratoscana? 
Dopo il fallimento della Banca 
ci ritrovammo a dover pagare tutto doppio...

 i nuovi acquisti e i vecchi ...
tutto, era rimasto sulle nostre spalle ..la banca ci aveva solo
promesso i capitali.. i soldi non erano nostri e nessuno  ce li dette più...
così...
nonostante incassassimo tanto e i negozi
che ormai erano tre.. in contemporanea 
funzionassero,
dovevamo spendere tutto quello che avevamo 
e  gli incassi non bastavano mai..
Far debiti a volte è una specialità, 
ma non nel nostro caso ,
noi cercammo a tutti i costi di pagarli ...
ma non fu possibile 
poichè col guadagno dovevamo ripagare i vecchi scoperti 
o  per le spese non rimaneva niente ...
oppure non c'era più  niente per ricomprare..

Quell' anno fu un inverno terribile
La neve cadde copiosa..
Tutti sparirono...
quelli che noi avevamo fatti grandi 
e avevamo fatto conoscere in tutta la Germania 
ci voltarono le spalle..
Nessuno fu più disposto ad aiutarci 
I proprietari dei negozi ci chiesero i contanti 
al posto delle fidejussioni per gli affitti e...
cominciò il balletto degli ufficili giudiziari...


Non dormivo più la notte 
oppressa com'ero dagli incubi e dal terrore dei continui pagamenti...
alcuni capirono e attesero con pazienza, pochi,
altri invece ci tormentarono fino a far lievitare le cifre in maniera stratosferica 
con interessi e more varie... uno addirittura avendo già vissuto una situazione simile 
venne a prendersi della merce... e ci fece gli auguri!!!
E quello fu il più onesto...
Ty che era piccolo 
capiva però che io ero distrutta
veniva da me in camera
e mi diceva 
mamma.. vuoi che ti faccia qualcosa da mangiare?

Una volta mi  portò un piatto di riso in bianco,
aveva otto anni
e non potrò mai dimenticarlo..
Ero a pezzi...
Camminavo per strada...
ma non riuscivo a muovermi...
 vedevo  stelle blu che mi cadevano sulla testa 
aprendomela in due come una mela...
gli attacchi di panico mi perseguitavano 
mi sentivo strozzare... la nausea mi scuoteva tutta...
era come se il dolore mi squarciasse la gola 
come se tutto fosse un baratro in cui il tempo non avesse fine.

Ormai il vivere così 
era diventato  
troppo duro ... assurdo ..insopportabile.
così ,andammo
davanti allo stato tedesco e decidemmo di dichiarare fallimento...
 non come Terratoscana... ma come persone..
in Germania, giuri di non possedere niente 
e di impegnarti a pagare e ti lasciano continuare..
la nostra non era una ditta SRL 
eravamo personalmente responsabili di tutto...
quindi ricominciammo da zero ..
 ci riprovammo subito
a riaprirne altri...con poche possibilità economiche 
e inventandoci il modo e lo stile...
per questo quello che potevamo fare 
era altamente diverso dall' offerta precedente..

I vecchi fornitori non ci davano più niente e così 
ci inventammo lo stile mercatino... rivisitato...
lo Shabby Chic insomma...
alla nostra maniera...
continuiamo domani?
Ora è tardi 
e per dirla con vasco Rossi 
...è più forte di meee...
se vi va ..continuerò domani..
perchè questo... è solo l' inizio...

Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...