15 novembre 2010

Storia di A. Un amica per sempre.

A volte nella vita le cose che ci segnano si susseguono, 
a volte si rincorrono, a volte si scontrano, 
e a volte ....si incontrano...
il più delle volte diventiamo quello che siamo 
a seconda di quelli che incontriamo...

Oggi voglio parlarvi di A.
Quando la incontrai? 
non ricordo esattamente...il momento, ma so bene il luogo
e so che l' anno era il 1981
sono quasi trent' anni...
e io ne avevo poco più di venti..
Tanto tempo è passato 
tanto... che mi pare che nella mia vita ,

Lei ci sia sempre stata...
non so obiettivamente quanto A.
ritenga che la cosa sia vicendevole..insomma... 
non so quanto sia stato lo stesso per Lei
e onestamente pensandoci un pò adesso mi dico ...
nessuno con un pò di cervello
poteva eleggersi autarchicamente una madre putativa 
e pensare che anche lei
automaticamente ti adottasse come figlia..
anche sei ha quasi vent' anni più di me...
Eppure negli anni io so... quanto lei sia stata importante per me, 
so che lei c'era sempre... e so che 
in ogni cosa importante che la vita
mi proponeva, 
Lei c'era.

E' stata la prima che ha creduto in me e che mi ha fatto lavorare..
Quella che mi ha presentato L' architetto col quale ho cominciato
La prima che con la sua rete di conoscenze mi ha procurato lavori..
Quella che ha ascoltato le mie lagne..e solo io so, quanto posso esserlo 
Quella che mi ha fatto credere in me stessa, che mi ha dato fiducia
Quella che non mi ha mai lodato per mere questione fisiche, ma artistiche,
Quella che non mi ha mai detto quanto io sia bella fuori, ma che mi ha fatto leggere dentro
Quella che mi ha consigliato e supportato, in ogni momento 
Quella che mi ha ospitato nella sua casa e che mi ha sempre aperto la sua porta 
Quella che mi ha fatto capire tutte le negatività del mio carattere
Quella che era con me ogni qual volta la mia vita, avrebbe potuto avere una svolta decisiva
Quella che mi ha insegnato  a volte invano.. a vedere sempre  il bello delle cose
Quella che non mi ha tediato coi suoi ...problemi... proprio come fa una madre con una figlia
Quella che è la ragione del luogo dove vivo, delle persone che conosco, e dell' uomo che .... 

Insomma lei c'era così tanto... da ingelosire chiunque stesse con me...
fosse esso mia madre o gli uomini che ho avuto e che spesso ho conosciuto, proprio grazie a Lei
che l' hanno spesso demolita ai miei occhi
solo per distruggermene il Mito.
Anche se spesso forse nemmeno lei si rendeva conto di quanto
fosse importante per me ...io l' ho sempre ritenuta 
il MIO FARO
Il mio PORTO SICURO
e lei mi ha sempre chiamata la sua ONDA Anomala

Però c'è forse qualcosa di sbagliato in tutto ciò...c'è.
Ripeto non solo uno,  non si sceglie una madre 
ma anche e sopratutto  non la crede una dea irraggiungibile
e la eleva al livello della perfezione assoluta.
Per quanto lei pensi di raggiungerla con la volontà 
e forse questo è il suo errore...
la perfezione non esiste...
In questo caso non vi farò vedere Lei 
che probabilmente questa cosa andrebbe contro la sua Privacy 
e non sarebbe gradita a lei stessa che non ama apparire qui
anche se nella sua vita non ha fatto altro che apparire nella mia..
ma vi parlerò di una coincidenza...
a dir poco assurda...

Da qualche tempo per ragioni 
che ora in questa sede sono troppo lunghe e private da scrivere
avevamo avuto una discussione, anzi
di più..direi una conclusione.
Lei aveva fatto una cosa,che  forse a torto, avevo ritenuto sconveniente
e dire che io la conosco bene e so perchè fa certe cose...
ma forse era il momento ...forse il fatto in se... forse la mia confusione mentale..
me l' ero presa a morte...
il che mi aveva portato a pensare che tutto quanto io credevo 
di Lei ...non solo fosse sbagliato... ma che io mi fossi inventata tutto 
negli anni per costruirmi un EROINA su misura...
un qualcosa che vedevo solo io 
e che in realtà non esisteva...

Ma... i casi della vita... vanno dove vogliono ....e ti mandano dove devi andare 
e ancora una volta...mi hanno portata da lei
che come una Grande Madre Terra mi ha riaccolto nelle sue braccia
con quel giusto filo di risentimento... ma senza odio
con quella sua apparenza decisa.. ma che so anche fragile,
Armonia,
quella che so di non essere 
ma che lei vorrebbe trasmettermi
si l' Armonia come la chiama lei
quella che lei sa ricreare..
corazzata dal mondo com'è...
Ieri l' ho rivista
per una di quelle coincidenze impenetrabili
che il destino ci offre 
avrei potuto ricevere un suo NO 
ero ancora io ad avere bisogno di lei...
ancora una volta
e anche se due anni fa lei dice
le ho fatto un enorme 
REGALO
(e adesso so anche quanto lo sia stato...)
lei ha ricominciato a farne a me...di "regali".
Ci siamo parlate 
all' inizio nemmeno abbracciate 
che non ce n'era bisogno 
sarebbe stato finto..
ma ci siamo ritrovate..
o meglio  parlo solo per me...
 IO L'HO RITROVATA!
e lei c'era... esattamente ...dove l' ho lasciata
la mia unica sicurezza che credevo perduta...
Questa è La Vera Amicizia.

Chi sa cosa c'è nell' universo mi chiedo?
Che sia Dio o Buddha o Geova o Maometto 
o un energia particolare...che lo dirige
Il CASO insomma, 
l' ha ricondotta da me o ...meglio me da lei
che, lei sa pensare da sola alla sua vita io..
mica tanto...
Cara A.
se quel regalo che io ti ho fatto 
fosse anche condivisibile 
tu ne avresti fatto a me uno Enorme 
un regalo che io non mi sarei mai aspettata...
convinta com'ero che quel regalo fosse fatto apposta per te...
solo che era già scartato quel regalo...
e qualcosa  di oscuro di marcio di malato 
si era già preso il contenuto...
non c'era più niente dentro quel regalo 
era vuoto e pieno solo di vermi che lo divoravano
comunque tu non puoi farci niente la colpa non è tua
e non è a te che posso darla...


E pensare che avrebbe potuto essere un regalo ENORME!

La pagina su FaceBook Marzia Sofia Artista.

Volete curiosare e aggiornarvi giornalmente  sulle mie creazioni  visitate la pagina https://www.facebook.com/marziasofiaart...