Visualizzazione post con etichetta La marchesa e lo scudiero. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta La marchesa e lo scudiero. Mostra tutti i post

6 aprile 2011

La Marchesa e lo scudiero IV Puntata


L' urlo era stato disumano
qualcosa a metà tra il barrito di un orso e il gracidio di un Ranocchio
tutti si erano alzati di scatto e avevano preso a chiedersi cosa fosse successo...


ma
La Marchesa de Sticasi e Stigolioni non era donna da perdersi d' animo..
si alzò e disse sicura... 
Hanno scannato 
Il Cardinal Michelieu


e non sapeva con questo se aveva espresso un desiderio o un timore...
Nessun si chiese oltre....

Tutti si mossero e corsero su e giù per il salone
non sapendo cosa fare...






La perpetua che naturalmente era accorsa per prima 
alla porta del vecchio babbione
e gridava con aria quasi seccata 
...Cardinale Oh Cardinale...
Cardinaleeee sua Eminenza la prego
ci illumini... che la luce lle spenta...

Nel silenzio generale 
mentre tutta una folla di persone si era avvicinata alla porta
coi servi al seguito  che reggevano il lume
si vide aprirsi la porta della grande camera degli ospiti del palazzo nobiliare
dimora della Marchesa che ospitava tutta la congrega.. 
Il silenzio  era veramente glaciale... fermi anche i respiri...
silenzioso anche il vento... ferma pure la bufera...
Pensate come rimasero tutti 
quando, senza scomporsi più di tanto
Madame Eugenie
tirandosi via altezzosa e fiera un pelo dalla scollatura 
uscì dalla stanza del porporato e rassicurò tutti
Tranquilli signori
adeeeesso e sottolineò adesso
Il Cardinale dorme....
ha avuto una lieta serata
come non gli accadeva da tempo...
e ora di grazia concluse nelle  vostre stanze, vi prego!!!
Tutti guardarono in faccia la Marchesa



la quale non si meravigliò più di tanto 
conosceva l' individuo era si, Cardinale
ma per una gonna avrebbe ucciso anche sua nonna...



La nobildonna aveva altro a cui pensare 
e non immaginava nemmeno lontanamente 
quello che i due avessero fatto
in quella stanza...
in quanto sapeva che la madame Eugenie era abituata a ben altri sfizi 
e il vecchio porporato
era dedito a letture più ....che a fatture
comunque fosse 
non si preoccupò affatto del perchè dell' Urlo


lo Scudiero, che per l' occasione era vestito a festa...

era subito accorso in soccorso della sua padrona
Quindi  
 prese in braccio la Marchesa 
con grande stupore di tutti
e la riaccompagnò alle sue stanze 
Signora Marchesa doooomani disse dovremmo lavorare
non si stanchi mi raccomando..
che il suo nobile aspetto ne risentirebbe...
ma come siete gentile o mio scudiero ...vi ascolterò
Buonanotte a tutti amici disse La Marchesa



sono improvvisamente un pò stanca
questo scudiero mi fa lavorare troppo
e si appoggiò sulla spalla del prode servitore..
.

La Dolce  Duchessina Anna sorrise 
seeeeeenza malizia e la perspicaceeee
Contessa Grace


 si eclissò da par suo
dicendo secca...ecco Oraaa io vi saluto Signori... Buonanotte..
e che le coltri cullino i vostri sogni argentati...

I cavalieri presenti



tutti in qualche modo legati alla terribile madame Eugenie
 si prepararono alla notte 


solitaria...
che la Madane a quanto pare aveva già fornicato abbastanza
ah questa Eugenie ciascun si chiedea cosa facesse agli uomini ?

Insomma tutti erano ormai stanchi
e si rinchiusero in silenzio nelle numerose stanze...
ciascun di loro avea capito 
che la Madame per questa sera era Stanca


La baronessa Lorena accusando un pò di mal di testa 
si era già ritirata nelle proprie stanze
sorridente e soddisfatta pregustava già le nozze
e quindi si addormentò felice...
 mentre la Giovine Baronessina Natalia 


si soffermò nelle letture romantiche un pò più a lungo
pensando all' amore lontano 
che la facea penare poichè non le scriveva abbastanza

Il giovin signore Il Marchesino Tirone
intanto 



 era dedito all' alcool alle donne di malaffare e alla danze
era sempre invitato nei famosi salotti di perdizione
e non se ne curava affatto...
il marrano..ma non sapeva che se ne sarebbe pentito...
Con l' incoscienza dei giovani aveva deciso di partire 
per le lontane Americhe
in cerca di fortuna che la marchesa nobile d' animo e di gentile aqspetto
non possedeva un centesimo
oltre alla dimora
lasciatale dal suo ex amante...


Ma la Viscontessa Dagoberta
aveva un piano come saprete



al contrario della madame Eugenie
desiderava ardentemente che questo matrimonio si facesse
e sapeva che se lo si fosse fatto il Cardinale sarebbe diventato Papa con tutte le garanzie del caso
avrebbe aiutato 

il suo signor Marito Il Visconte Adrian Claudio




La principessa Louisa intanto dormiva sogni tranquilli
che essenso un pò sorda non aveva udito il grido del feroce cardinal michelieu
Tutto ora nella dimora campagnola della marchesa taceva
perdfino le galline e i maiali russavano tranquilli
chi non dormiva mai era il Viscido Cardinale
che pregustava già allo specchio la sua immagine



vestito da Papa...
con accanto la sua favorita

che nel frattempo rideva come una pazza nella sua stanza


mentre il suo pittore di fiducia la .....ritraeva!!!!





Fine della IV Puntata



La vostra Marzia Sofia




30 marzo 2011

La marchesa e lo scudiero III Puntata


Il Cardinal Michelieu 
si fregava le mani  soddisfatto al pensiero del suo orribile ordito...
e aveva pure il coraggio di pregare Dio!!! 
che, lo aiutasse nella realizzazione dei suo temerari obiettivi
uomo di chiara infamia  e doloso complotto
già pregustava il suo mendace proposito...
Signore diceva..
Questo matrimonio non s' ha fare.... il nobile Marchesino


ha da diventare lo sposo di ben altra sposa
che ciò mi porterà onori e Glorie al mio cammino


La Baronessina Natalia è il mio segreto...

Diventerò papa oramai è destino...
Perchè il mio piano si compia però
dovrò conferire con la Marchesa Marthia Sophia


e si vedeva già Papa con la sua favorita...


ah quella Gran dama quanto mi fa penare...

ma come farò a contattarla? così piena d' impegni com'è e poi
così mal disposta nei miei confronti
da quando... beh...
quello Signore non ve lo dirò
son stato giovane anche io mille anni fa
sapete!!
UUHHUHUH 
rise il vile Ecclesiasta e si ritirò nelle proprie stanze
a sfogliare
 il  grande libro che teneva celato nella sua libreria 
pieno com'era di 
immagini di donne nude e poco virtouse


La perpetua 
donna di pedanteria inaudita e temerario coraggio
lo chiamò
sua Eminenza..disse stizzosa la prego vada... il letto caldo l' attende 
abbiamo messo lo scaldino e la candela è accesa sul comodino
mi raccomando stia attento al pitale 
che non lo rovesci come le succede oooogni sera!! 
e suvvia di grazia chiuda quella finestra che gli anni passano ormai!!
Non si preoccupi Perpetua ci penserò io
  ma regolarmente dette un calcio al pitale e smoccolò mordendosi la lingua...



Intanto la principessa degli Luoise Orsini Gramazio di Montegalda
si riprendeva lentamente dalla fastidiosa malattia che l' aveva colpita 
e ricominciava 
piano piano a riaffacciarsi al salotto delle amiche intente chi a ricamare chi a ciacolare 
come la Nobile moglie del Governatore di Bergamo alta 
Susanna Armanda dei Tesini Deroma
una Gran dama donna molto originale e innovativa 
praticamente una dama del futuro



C'erano anche 
 la splendida  Contessa Grace Silvie


e la dolce Duchessina Anna 

che come al solito ridevano come matte 
la Marchesa invece era nel pieno di una delle sue crisi di umore altalenante!!!

pensava al pittore che l' aveva ritratta e che le aveva 
fatto un quadro in cui non si riconosceva...


ridevano tutte...

alle solite storie di cantori venuti da lontano
mentre 

i candelieri scintillavano piano e le notte si era fatta traquilla e silenziosa!!
ma sopratutto c'era

La terribile Madame Eugenie che non mancava mai
e guai a non considerarla!!!


con due dei suoi amanti...


di cui per ora non saprete il nome...


C'era anche la Viscontesssa Aliberta
e il Visconte
Adrian Claudio



nella notte silenziosa e schiva di colpo però
....... si sentì un grido
che sconvolse tutto il palazzo 

I servi si destarono erriaccesero tutti i lumi
tutti i cocchieri 
tennero a freno i cavalli imbizzarriti
e le guardie si allertarono 
con le armi in pugno
i cuochi caddero dai giacigli e si misero a gridare
i cani e gli animali ...tutti si misero ad abbaiare...



il grido veniva dal cortile dellla foresteria
ed era un grido inumano
ma ....
tutto il resto lo saprete nella Quarta puntata

la vostra marchesa Marthia Sophia









28 marzo 2011

La marchesa e lo scudiero. II Puntata

Eccoci dunque arrivati 
alla seconda puntata della nostra storia 
amici e amiche... Messeri e Nobildonne
la vostra attesa sarà premiata?
Andiamo avanti ordunque che si fa notte
 e le splendide stelle che illuminno il cielo 
ruberanno la forza ai vostri occhi..


La Baronessa Di Erice 
oramai sicura dell' interesse del bel Principe Brad o Baldo
si riteneva ormai al sicuro...aveva battuto la Marchesa... 
tanto da immaginare addirittura in futuro perfino una losca tresca 
con lo scudiero della Marchesa..!!!!
Ah domma ingrata e suberba!!!!
Eppure ...o miei fedeli lettori la giustizia che pur 
 non alberga su questa terra...
 e il destino tramavan contro di lei ...
che , come si sa nella vita come nelle armi....
 la battaglia vinta non implica automaticamente
la vittoria finale....



Il principe pur che anche sicuro ed entusiasta della sua scelta 
 sapeva bene dove voleva arrivare...
e forte  dell' alto lignaggio e della sua potente autorità
aveva quindi disdegnato la corte delle tre nobildonne d' Italia 
e accettata invece quella della Baronessa sicula ma niente è mai sensa un senso...
lui aveva in mente un piano!!!
...Un piano terribile e sconsiderato che avrebbe sconvolto 
tutti ...ma tutti i piani della scaltra Nobildonna isolana



Il principe sapeva che
 le due nobildonne La baronessa e La Marchesa
avevano in comune una cosa  
o meglio... una persona
e ambedue possedevano un solo tesoro...
I loro eredi....
La Baronessa infatti aveva dato alla luce una sola figliuola 
una fanciulla di specchiata virtù e delicata modestia


La Baronessina  Natalia Wendy Kitty  d' Ancona e dei Settemari
chiamata così perchè venuta alla luce pochi attimi prima di Natale
La fanciulla era dotata di tale bellezza 
che da ogni qual ove il forestiero pervenisse

si recava al balcone della vergine 
e la chiamava..... Nataliaaaaa Nataliaaaa..Nataliaaaaaaa con l'accento sulla i
con una nenia così disperata e dolorosa
da muovere il cuor più duro a miserabile compassione...

e lei rispondeva paziente..e annoiata
CU FUUUU????

L' ignaro piccolo fiore profumato  infatti... 
ahyleiiii...passava il suo tempo a sospirare a sognare
del suo amore lontano....
Era sospirosa la piccola
innamorata qual' era e chiusa nel suo castello nella torre all' ultimo piano della penisola
 isolana 
con vista su due mari...
e si concedeva nel sogno 
ma piena di pudore...e languido sorrido...

al prode Marchesino Tirone Guidobaldo Francesco Giacomo
dei Tommasi di Lampedusa e TusciaSpeziale
Si signori miei proprio il figlio della qui scrivente ...Marchesa Martia-Sofia di Stigazzi
Ebbene si... il cortese (ma quando?)
Marchesino di Stigazzi ...di bell' aspetto ...ma alquanto malandrino e 
giocatore di carte e bevitore
dedito al vizio delle donne e dei balli a corte
era tutt' altro che un buon Partito oddio partitooo... era di sicuro, ma non buono!!!



Provate ad immaginare 
i discorsi al lume di candela 
nella saletta di fianco alla stanza della principessa dormiente 
delle tre Nobildonne... nostre conosciute!!! 
Marchesa... diceva la Contessa Grace Silvie... 
con aria annoiata e schiva ricamando il suo magnifico arazzo
In fondo...bisogna ammettere che  il suo benemerito figliuolo ha buon Gusto!!!

e la Duchessina Anna Irmengarda ridendo civettuola rispondeva..
libiam nei lieti calici che la bellezza infioraa!!!
Ma si che .....anche lei... suvvia..
.il Marchesino è un pò una testa matta ma è un bel signore 
di modi gentili e di capace educazione...
ma la Marchesa cioè io me medesima!!!
era preoccupata moolto preoccupata 
visto che il suo adorato figlio e di ciò nessuno era a conoscienza,
soffriva  una malattia molto gravosa per l' organismo
la Dormitedisasso acuta!! All' ultimo stadio...


Avete gia stabilito la data delle nozze Marchesa?
No ...Contessa aspettiamo ...ah...quella baronessa sicula 
lei e la sua aria sbarazzina 
vuole preparare tutto a puntino e non è mai pronta..
a come si è permessa di farmi un simile affronto?
Ma via...cara Marchesa diceva la Duchessina conciliante 
sapete come dice il mio servo?( quello che mi volta sempre attorno?)
ma che ce frega ma che c' emporta!!!!
Duchessa lei mi muove al riso disse la Contessa 
e infondo Marchesa non pensate cha abbia ragione? Santa gioventù
e poi a quanto ne so.... voiiiii
avete il vostro fedele scudiero 
che vi importa del principe Brad o baldo?
lassate stà
A me nientete rispose la marchesa io ho il mio fedele scudiero...
e onestamente a me basta e avanza!!! disse sorridendo sorniona la Marchesa
me ne dia qualche resto 
fece la Contessa e qui scooppiarono tutte  tre a ridere 
ritirandosi nelle proprie stanze...



I due giovani intanto si sentivano 
con la posta ma i piccioni avevano un altro ritmo
da nord a sud e da sud a Nord purtroppo
mentre la Baronessina si struggeva di conoscere il  Marchesino 
che in realtà non si erano mai visti 
se non in una piccola miniatura 
il Giovane dormiva SONNI TRANQUILLI...
si alzava solo per andare a corte a ballare 
e rientrava a tarda notte dicendo ai servi 
Buongiorno ragazzi 
svegliatemi alle sette della sera ...appena cala il sole!!!
mi raccomando che la mia pelle lunare 
non conosce raggi!!!!


Comunque Tutto pareva andare per il giusto verso...ma
c'è sempre un ma e.....
Intanto... come in una sordida maledizione
forze oscure  tramavano perchè questo non accadesse
e uno stuolo di persone gravitando intorno a questo evento 
si muoveva affinchè ciò fosse possibile....
Una di queste era il Papa
un personaggio di grande inflenza ma di cattiva reputazione che aveva a che fare 
con un mucchio di loschi figuri e dame di dubbia moralità...

Il papa quindi ancora non si sa perchè
 aspettava che tutto ciò accadesse velocemente
e ne aveva le sue precipue ragioni 
ma di questo vi parlerò un altra volta...

Nel contempo
una figura minacciosa e scaltra si palesava all' orizzonte


Una dama ricchissima e spregiudicata 
piena di amanti e amori 
tramava nell' ombra 
affinchè tutto ciò invece non dovesse accadere 
si conosceva solo il suo nome 
madame Eugenie figlia di Lucia 
e sorella dello spietato cardinal Liuc da Michelieu!!!



Un laido individuo 
solo per poter di denaro, togato...
 il quale... fregandosi le mani 
sapeva ...
che questo matrimonio proprio non s' avea da fare!!!!!

La Principessa Louise degli Orsini
 intanto stava per scoprire una cosa 
che l' avrebbe sconvolta....
 ma per questo dovrete aspettare la prossima puntata


Fine della seconda PUNTATA



la vostra Martia Sofia


e il suo fido scudiero

27 marzo 2011

La marchesa e lo Scudiero. I Puntata




Cos'è il Genio?
- È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'esecuzione.
Rambaldo Melandri (Gastone Moschin)
dal film "Amici miei" di Mario Monicelli



Le dame i cavalieri gli scudieri
le arti e l' amor....


Tutto cominciò per caso, in una di quelle sere
 in cui le carte da mischiare ci parevano doppie dalla noia e dal tedio
il vento e la pioggia, malaugurati compagni, ci intristivano col loro furioso gorgheggio
ma davanti al nostro focolare, il fuoco scoppiettava piano
non sapendo se fuori, alla luce delle stelle sotto le nubi, la primavera stava arrivando o meno..



Noi quattro, dame silenziose ognuna intenta al proprio diletto
discorrevamo del più e del meno... più del meno che del più in verità ...

Le luci delle candele accese nei candelieri di cristallo 
facevano bruciare gli occhi e i servi addormentati ai bordi del camino 
dimenticavano di attizzare il fuoco..lasciandolo quasi spengere...
la nostra gentile ospite
Madame la Princesse Louise Antonia Giuseppa Federica degli Orsini di Montegalda


sedeva comodamente in poltrona accarezzando lentamente il suo Gatto Burghi...
(dove aveva scovato questo nome bizzarro ciascun di noi si era chiesta!!!)
La Gran Dama che, di salute cagionevole, si riparava dalle correnti 
con uno scialle di  seta e broccati.. aveva il fisico debilitato da un raffreddore fastidioso...
ma lo spirito  saldo e propositivo

"Mie amiche carissime" 
ci disse... vi farò vedere presto la mise che la costumista del Re
Madam l' artiste Roberta dei Gramazio di Puglia




ahi lei Viscontessa decaduta, ma dama pur sempre degna di cotanto lignaccio
mi è per fare in occasione della festa di Gala per la Grand Entrrè 
nella nuova magione della qui presente ( come si potrebbe non notarla?)

Marchesa  e Baronessa  Martia Sophia Angelica Gertrude 
Sua altezza Serenissima  degli  Speziali Fiorentini da Sarzanello 
detta anche Marchesa de Stigoglioni....


Dopo aver visto la mise Di Maman Louise
io suddetta Marchesa de Stigoglioni!!!
che con l' età e la noia stavo ormai per perdere tutto quanto il contegno ricevuto alla nascita...
 sfacciatamente le dissi 
Voglio anche io un abito così, Maman,
 fatto apposta per me da tali mani d'oro la prego ..e lo voglio Subito!!!.Principessa Maman!!!!!

e allora immantinente
 La Contessa Grace-Silvie Francoise de la Roman Maiolinò et SegrateMilanes...
subito si accodò ...come da par suo e garbatamente chiedendo 
ribattè all' impudente mia richiesta
anche io... vorrei ...se fosse possibile.. disse...



ad un tratto notammo con stupore  che 
La ex viscontessa Roberta dei Gramazio del ramo di Puglia ora Vicentini di Montegalda 
nobile decaduta ...ma sempre in piedi..
La quale era  per caso presente alla congrega di dame
era scomparsa
io pensai ...volpescamente ci sorprenderà lo sento...



Mancava un altra però delle amiche presenti
la quale era momentaneamente assente 
perchè il suo cane Oliver the Fifth aveva bisogno della passeggiatina 
e lei non delegava mai, 
ad alcun servo, la scomoda incombenza ma se ne occupava personalmente
non voleva servi che le voltassero attorno...

Trattavasi di sua Grazia la  Duchessina Anna Genoveffa Carlotta Imerngarda Caterina
dei Duchi di Genova e La Spezia di Portovenere et le Grazie

 LA Nostra Gran Maman intanto
senza scomporsi ...cosa che a volte le succedeva... ma quasi mai con noi,,,

ci disse ma siete..... in verità ....mie signore... decisamente 
TRE MENDE!!!!

Ma noooo .....chiosai io dispettosa ...Gran maman 
volevamo solo essere sicure del fatto che  
 con cotanto sfarzo e bellezza  il principe

Brad o-Brando Pitt Oreschi di Granbelfigo de France e delle Americhe

essendo anche lui presente alla Gran soirèèè  
fosse  ammirato dalle nostre mise!!!!




Maman sorrise benevolente
quasi compassionevole

e si ritirò nelle sue stanze lasciandoci così nel dileggio

Io e la Contessa ci guardammo

ma la Duchessina stava rientrando proprio in quel momento
e svanitella come sempre chiese con voce squillante che succede?Mie Dame
io, Non ci ho capito niente!!!!!

Io e la Contessa Grace ci ritrovammo a ridere nostro malgrado
 coprendoci coi ventagli 
ma lei non se la prese e continuò a giocare...allora io
temendo che ci fraintendesse
 cercai di spiegarle cosa era successo
e lei ci disse magnanima
Io vi comprendo sempre!!!


Ma 
 vedete eravamo così gelose
dei gioielli della Duchessa 
sapete lei era mooolto messa bene  col primcipe 
ed essendo di noi la più giovane 
farfalleggiava leggiadra di qua e di là dicendo a tutti 
Buon giorno miei cari buonanotte tesori miei ...
insomma era facile adorarla mica come memedesima e la Contessa Grace 
che assomigliavamo spesso a quelli animali del deserto
come si chiamano? le jene..
insomma lei era sempre felice...
così benevolmente invidiandola facevamo finta di credere che era stordita 
sapevamo che arrivava sempre dove le aggradava arrivare...
oltre tutto lei ci batteva sempre a Poker così
così le consigliammo una pettinatura a ricci che lei 
sull' imprimo fu un poco perplessa poi fidandosi accettò...




La ex viscontessa Roberta volutamente Cenerentola ci stava a far la finta triste 
 e in realtà credo puntaasse al Principe
con quella sua aria altera e distante aveva il fuoco dentro e sapeva come fare a trattare
con gli uomini molto più di tante altre...
In quel mentre entrò il suddetto principe in visita alla Zia principessa
e salutandoci con un inchino
ci dissse ....Ben trovate mie adorabili e splendide Dame
vidi intercorrere un sguardo tra lui e la Duchessina .
che diventò subito rossa e viola...mentre la Contessa lo sfidò a sedersi con noi..
e gli disse altera Sedetevi mio signore che potrete godere della nostra ottima compagnia...
ma io volevo venire al sodo
e come sempre senza tema di smentita..parlai

Vostra Altezza
Brad oBrando...dissi io al solito sempresopra le righe... nelle mie espressioni
oh  Principe delle Angeline Francesi


Chi di noi tre preferisci..
da invitare al ballo che si terrà nella mia magione?



Gentilissime Dame
rispose lui sorridendo di sbieco..
.vi sono incredibilmente grato e riconoscente per l' offerta
del caldo splendore delle vostre Maestose bellezze ma...
anche la mia preferita la Gran Baronessa
Lorena Asburgo di Erice e Trapani signora dei due mari...
disse lui .....non è male...
Mio principe... dissi allora io inferocita
trattenendo a malapena la mia ira...
senza nemmeno la forza di contenermi...
al cospetto di contanta autorevole persona...

Non vi preoccupate avete scelto... e io ...noi...rispettiamo la vostra scelta... 
anche perchè
ioooo ho pronto un ripiego che  non è per niente ripiegato
il mio fedele scudiero
mi accompagnerà al ballo
che in fondo è solo una mera questione di abiti...





e onestamente non mi pare debba aver niente da invidiarle ...
a parte forse il lignaggio
di cui faremo ovviamente a meno...
fate pure ...se volete... prendetevi la principessa Isolana .
e lasciateci nel continente...

In fondo noi siamo a posto così vero
Amiche mie?
Le altre mi guardarono sconvolte senza capire cosa ci avevano Guadagnato..
a alla fine si dissero..
per amicizia si intende ....questo ed altro ..o no?


la vostra Marchesa



un altro sogno infranto...
bah mi consolerò ...