Visualizzazione post con etichetta A casa di Maria Angela. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta A casa di Maria Angela. Mostra tutti i post

27 gennaio 2012

A casa di Maria Angela Un trompe l'oeil naturale ...dalle colline al mare



oggi care amiche 
è stata una bella giornata
troppo lungo sarebbe lo spiegarvi il perché
troppo complicato e incompresibile
anche a me stessa




e poi non ho intenzione di annoiarvi 
voglio che oggi parlino le immagini
questa che ho visitato oggi per la prima volta
è la casa di un' amica speciale
una persona che conosco da poco


ma per la quale provo veramente un grande affetto
una persona meravigliosa
come solo certe donne lo sanno essere
una persona che non ha mai smesso di lottare 
che ha costruito da se tutto quello che ha
con le sue mani e la sua testa


una donna di gusto 
una donna di forza 
temprata dalla vita ma risoluta forte
decisa
una insomma che non ha mai mollato


tutto quello che lei ha 
le è costato determinazione carattere e volontà
la sua ricerca delle cose
nella casa che mi ha mostrato 
denota una ricerca un amore per il particolare
una speciale follia creativa..


Maria Angela, abita qui 
in questa villa enorme 
sulle colline che dominano il mare...
delle mie parti,
con la sua famiglia
e i suoi figli più nipoti 
e il suo cane Zoe, una femmina dolcissima, 
e ormai molto anziana

" è vecchia  mi dice Robi 
le hanno tolto un sacco di tumori!
un cane fantastico, con gli occhi rosa...


la sua casa è una sorta di country chic
ed è troppo grande 
perchè io ve la possa mostrare tutta
ma non ho potuto mentre la contemplavo
 non scattare qualche foto
per farvene vedere qualche particolare...


ci sono dei pezzi incredibili 
come quei veri piatti Gustaviani ..la mia passione...
e poi tanti altri oggetti 
che non sono riuscita a fotografare 
che la mia macchinetta come al solito
ha finito la batteria....


la casa è stata comprata negli anni ottanta
ed era piena di mobili che allora lei aveva buttato 
come facevamo tutti
a quei tempi
adesso naturalmente ad averli avuti 
sarebbero stati perfetti
per shabbarli...


io mi sono subito ambientata come vedete...
e mentre Zoe mi guardava 
mi son fatta fotografare 
dal mio fotografo preferito..



la casa è vissuta vera 
piena di vita ...anche se molto grande
una casa che si sente, respira vive...
come la padrona di casa che sebbene la vita
 abbia in qualche modo segnata 
in maniera molto pesante..
sorride e canta alla vita...


Ogni angolo di questa abitazione prende luce dal sole
 e l' universo intero sembra cospirare 
per mantenerne la pace...
qua i rumori sono lontani
e a parte l' abbaiare di Zoe 
un lamento calmo e tranquillo 
quasi un saluto all' altro cane dei vicini ( lontani)
non si sente che il sospiro del vento...



una casa che si suppone piena di gente
 " siamo dodici "mi dice Mari
così abbrevia il suo nome Robi, 
che mi ha portata da lei...
e che era suo compagno di scuola 
all' istituto per geometri..
"Undici" da quando mia marito non c'è più..."
bastardo cancro penso io dentro di me..
non hai fatto già abbastanza vittime qua dentro?




io mi guardo intorno estasiata e fotografo
Mari ride... 
Robi le dice:
" lei fotografa tutto!!!
 spero non ti dia noia 
ma non può fare a meno di fotografare"
Mari ride solare...senza posa,
"ha una vera e propria mania"
ripete lui..ma lei, non ci fa caso...


Mari non sta bene
ma sembra che niente la colpisca...
non fa pesare il suo stato ne i viaggi che ogni giorno fa 
a Genova per la terapia.

Mari è viva
Mari dipinge e mi mostra orgogliosa i suoi lavori
Mari cuce e vuole che Robi le metta delle tende bellissime
che ha comperato per la stanza del camino
Mari vuole vivere
e mentre appoggia un cosa per terra 
mi guarda e dice: 
dieci anni...ci metterei la firma...



Io di anni te ne darei ancora mille Mari
mille più
che li meriti tutti di vivere Mari
tutti tutti fino all' ultimo che ti spetta di diritto
Maledetta malattia 
maledetta...



Eppure Mari ha gli occhi di chi ce la farà
lei -ce  - la  -  farà!!!
Non può mancare la tua risata la tua allegria..
indossa ancora la collana di perle giganti 
di quando ti ho conosciuta...
o la parrucca con cui sei venuta al mio Atelier 
di un colore sbarazzino 
adatta ad una ragazzina
mettiti i fuseaux neri Mari .....
anche se non sei canonicamente perfetta




carezzami i capelli e mettimeli a posto 
sistemami il cappello e dimmi sorridendo...stai bene... 
dammi un bacio leggero 
ed una stretta forte
parlami ancora Mari 
per dieci anni e forse più...
 e non soffrire..



continua a dipingere Mari e 
pensa alla tua casa bellissima in Sardegna

nessuno potrà toglierti quello che sei stata
 e che sarai
nessuno potrà toglierti 
la positività e la speranza





quello che è il tuo regno
sta qua sospeso nel tempo 
che non ha oggi non ha domani 
non ha ieri
 ha solo piccoli attimi di felicità



fiori rossi che ricordano che 
non è più Natale ma che può sembrarlo
e allora vediamo il Natale 
anche quando non c'è 
teniamocelo dentro 
di riserva 
strizziamolo forte in un abbraccio



e guardiamo oltre la finestra 
senza paura 
in questo trompe l' oeil naturale..
in questo tuo sogno ormai vero.


Guardiamo oltre la finestra e convinciamoci
che il tempo non esiste che ha spazio e sole e vita
solo VITA
quanta che sia!


Guardiamo il mondo dalla finestra e sogniamo 
che tutto quanto ci sia dato non sia perdibile 
non sia deperibile 
che tutto resti fermo ...
sospeso nello spazio





sogniamo che oltre la siepe 
ci sia sempre un altro mondo parallelo
 in cui ricominceremo a sperare a lottare a sognare
 all' infinito....

Ti voglio bene Mari
e questo resterà...