Visualizzazione post con etichetta Come si fa a.... Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Come si fa a.... Mostra tutti i post

10 dicembre 2012

Come decorare con poco una bella tavola Natalizia



Ultimamente.... anche al cinema
è una cosa impressionante,
il bianco la fa da padrone...



due film in due settimane
ed entrambi
erano pieni di mobili bianchi
e di accessori bianchi



il primo Una famiglia perfetta
era interamente
arredato coi dettami dello shabby
e anche con un tocco di Gustaviano
( Un bellissimo Orologio Mora)
il secondo Il peggior natale della mia vita
 addirittura in un castello in montagna
a parte tutti i decori murali tipici
gli sceneggiatori avevano inserito
decine di pezzi shabby
e la cucina magnificente era un tripudio di stile...


si vede proprio che il bianco va..
Spacca
come si usa dire adesso...
questo mi preoccupa..
perchè potrebbe voler dire che è una moda...
ma, vedremo!


Intanto volevo mostrarvi come con poco...
in questo caso
l' aggiunta di una ghirlanda di Natale
e poche palline bianche
delle stelle di polistirolo e una catena di perle,
si possa rendere
ogni tavola da Pranzo o da Cena natalizia
un assoluto spettacolo
scenografico


se avete voglia di seguirmi
eccovi qua le spiegazioni.
Andate in un negozio di Cinesi ce ne sono molti ovunque
ed acquistate una ghirlanda
che ne sono da cinque euro in su di diverse misure..
dovrete allargarle bene. ..
una pazienza che io non ho...
e poi divertirvi a riempirla di quello che più vi piace..
qualsiasi cosa sia in tema con la tavola che volete realizzare
poi posizionatela lungo tutta la dimensione del tavolo 
e lasciatela cadere sui lati
se i commensali ve lo permettono..


questa ghirlanda è mia da tempo immemorabile
sapete le ho fatto fare di tutto
specialmente ai tempi in cui vivevo in Germania
ma le altre sono meno ingombranti e vanno meglio...
poi aggiungete due candelieri
mi raccomando quelli sono necessari... anche solo
per effetto scenografico
meglio se con gocce...bianchi o al massimo argento
mai rossi o verdi vi prego
è una rozzata...



ecco qua vedete amiche a volte basta poco
per avere una stupenda trasformazione
di alcune cose che siano
a loro modo semplici
come una normale tavola Natalizia
quasi bianca a parte
il tocco Gustaviano del grigio....
in qualcosa di assolutamente
fantastico...


il tocco in più... è quello che ci contraddistingue
che ci personalizza che ci rende unici...
pur essendo in tanti.
Non avete paura di osare
e cercate sempre di rimanere negli spazi del gusto
 non usando decine di colori ma al massimo tre
ben dosati..
e vedrete...quanti ohhh di meraviglia
quando ho apparecchiato la tavola per queste foto
mia madre, passando in uno dei suoi raid mangerecci...
mi fa...chi hai invitato stasera?
e io
Il Papa
ah ha detto lei 
e se n'è tornata in camera..
Ormai non riesco a stupirla più...hihiihihi

la vostra Marzia-Sofia

26 settembre 2012

La mia idea di shabby due


Siamo nel 2007
in Germania

questo che state per vedere 
è uno dei mie lavori più completi e imponenti
per quanto riguarda..
come lo devo chiamare??'
Lo Shabby?




certo se mi fossi fermata a questo punto 
e avessi potuto fare quello che volevo 
avrei cominciato a grattarli a più non posso..ma
alle mie clienti 
questo non piaceva


così entrava in scena la mia famosa patina...
famosa, insomma
che ne so se era famosa, 
ma quando la vedevano sui miei mobili
la volevano tutti...
ormai io ne ero già stanca ,in dieci anni 
non so neppure io
quanti ne avevo trasformati di mobili così
era dal 1996
che avevo iniziato...
Quindi non si trattava di Shabby..
era decorazione a Patina ma io non sapevo 
come definirla...


certo era difficile, farli perfettamente 
bianchi... a mano..
richiedeva molto più fatica che semplicemente Shabbarli
ma così erano più graditi 
alla mia clientela..
Passare la patina all' ultimo,
 era molto faticoso
si usava un pennello e uno straccio..
quante Fruit sacrificate.....
il tocco finale era dato
da un piccolo particolare
quell' oro in pasta
che spalmavo semplicemente con un dito sugli angoli e



che rendeva il tutto prezioso 
anche se non volgare
semplicemente elegante..
quando sento certe tipe
con la puzza sotto il naso
dire: odio gli ori e le marmorizzature
mi rendo conto che non hanno mai 
avuto un cliente...poverine...
Certo le case country vere...quelle sentite
cresciute amate...e mi viene e un esempio 
che tutti conoscete 
ma di cui non faccio il nome 
per non essere tacciata di piaggeria...
non necessitano di ori..è normale
e va bene così!
Ma.. appartamenti milionari in città?
ne hanno mai visti??
Beh visti o no...che mi frega di certe rane dalla bocca larga...
 io avevo questa clientela...





quello che proponevo
proprio perchè nemmeno a me fondamentalmente
piaceva
si è vero  
non piace assolutamente l' oro squillante
ed esagerato,
era un oro leggerissimo...
tenue e delicato
che resisteva anche al tempo...
se vedo ancora oggi cose di allora 
che sono sempre più belle ... così vissute e vere
mi rendo conto di non aver sbagliato di aver solo creato bellezza....

Non vorrei sporcare questo post
con foto del prima...
ma ve lo riuscite ad immaginare com'erano
questi mobili che vedete sopra?
(Io non so metter il qui col link
ma se ndate a cercarli tra le etichette li trovate)

Quei brutti mobili Chippendale
nè di legno scuro, nè di forme squadrate e semplici
quei mobili invece così barocchi
pieni di quella presunzione di ricchezza
e arzigogolati
prima di essere trasformati???



beh non dico quanto lavoro...
giornate e giornate 
pennellate e pennellate
e poi in Germania 
non c'è mai sufficientemente caldo 
perché il colore tiri bene...
ci vuole un eternità...
provate a pensare di mettervi lì con una credenza 
come quella che vedete in alto a destra??
vi ci vogliono dei mesi...



comunque allora eravamo in due
e a lui devo dire
toccava il lavoro peggiore...io da parte mia
odiavo quei mobili marroni 
e alla fine come dicevo...
 dopo tanti anni odiavo anche la patina
sapeste quanti raffreddori
quanti problemi di respirazione
quanti mal di gola feroci
dopo tanto... mi è venuto perfino
un nodulo ai linfonodi
( Pare benigno per ora)
tutto per colpa dell' odore di quella patina
che i miei clienti amavano tanto...


Ormai non posso quasi più sentirla 
che mi viene il senso di nausea
ma non per sentito dire... davvero...
devo lavorare all' aperto e per fortuna all' Atelier ho la corte



Questa immensa casa padronale
 che ho arredato nel corso degli anni
dal duemila al duemila dieci
si trova sulle rive del Reno
e il villaggio è bellissimo
sembra uscito da una favola...
come sempre la mia cliente è diventata mia amica
e anche ora che è finita ci sentiamo ancora...


ed io la ringrazio 
per avermi data l' opportunità
di rendere più piacevole la sua splendida casa...
Ricordo
quanti bei pomeriggi in cui smettevo di lavorare e ci prendevamo un caffè
con calma parlando di tutto
nella grande cucina nella quale 
aspettavamo le amiche
loro tutte perle e Chanel
con le loro Kelly al braccio 
con la posa classica della sciura
E IO VESTITA DA LAVORO
sporca come uno degli spazzacamini di Mari Poppins!


e quanti altri lavori mi procurava
il mostrare queste trasformazioni
tanto da pensare spesso 
di aver fatto male a venire via dalla Germania
e tornare a vivere in Italia...
Se pensate che poi,colui che mi aveva 
riportato in Italia
se n'era già andato
da un paio d' anni...e lasciata sola...
beh
oltre al danno, la beffa...


insomma io sono qua... ed ancora non so
che nome dare al tutto...
che stile era il mio...
che oramai non lo faccio nemmeno più..
ma in fondo mi dico
ma chi se frega
era il mio..
Il mio Marzia Sofia style
il misto di tutto e di niente
quello che sono io...



quando guardo la mole di lavoro
che ho fatto negli anni
(ho circa 75.000 file di foto nel mio computer)
 mi dico
beh posso essere orgogliosa di me..
e un pò anche lo sono...
Ma a volte dei dubbi ti vengono...
quando persone che ti dovrebbero amare,
in seno alla tua stessa famiglia 
o anche uomini che dovrebbero amarti...
ti mettono insicurezza proprio perchè non capiscono 
l' amore per quello che hai fatto
per quello che è stata la tua vita...


e ti prendono per pazza visionaria illusa..
ma illusa di che ...vorrei sapere
io non mi sono illusa mai....
io ho solo cercato di sopravvivere...
sono una che sa prendersi in giro
che sa bene prendere tutto col dovuto distacco...

si lo so che sono pazza
dicono che da una come me
ci si aspettava altro nella vita,
ma alla fine siamo quello che siamo 
e non sempre lo siamo...


io mi divertivo  allora stavo bene 
e non pensavo al futuro 
che una sola goccia di esso
mi faceva sentir male...
vivevo come un artista ,anche se forse non lo ero
portavo quella che era la mia povera arte
e davo felicità
in cambio di ospitalità e compagnia
un piatto caldo e tante chiacchiere
Quante volte ho visto persone commosse
 al finale di un lavoro
o mariti finalmente convinti 
stringermi la mano ..orgogliosi.



Tutto questo ha valso più di ogni altra cosa...
Giorni fa una persona mi diceva... troppo Io nelle tue parole
si forse è vero..
ma il troppo IO,
è dato spesso dalla grande insicurezza
forse chi non dice mai IO
è più sicuro di me.....



Io son stata felice in vita mia, solo quando ho lavorato
solo quando ho visto compiersi un opera che per me era
un sogno e tante volte è successo 
che cosa posso chiedere di più alla vita??
Anche che, un uomo finalmente, 
non mi abbandoni perché amo il mio lavoro?
perché voglio credere in me stessa??
Beh forse è chiedere troppo!!
Scusate ci son ricascata nella trappola del parlare di me..
Poi vi dirò come si fa con quell' oro che usavo
se vi interessa 
se non avete paura di parere ostentative...
se siete libere di scegliere quello che vi pare
senza lasciarvi ingannare da certe
regine dello Shabby a tutti i costi
da certe blogger categoriche che vi fanno sentire sbagliate ad ogni costo 
perché amate uno stile e non un altro...

perché il vostro blog è colorato e non solo bianco
e con le pagine bianche e l' intestazione con una foto
d' arte perfettamente fotografata
o con la rosa chiara sul tavolaccio di legno 
o con la carta scritta a mano
con duemila Followers e cinquanta commenti
resistete gente resistete...
e non seguite le mode... ma il vostro istinto...

Adesso qualcuna mi darà della birichina 
altre si arrabbieranno... perché penseranno che alluda a loro
ma va bene così
c'è la libertà di parola ancora, in Italia
a me in fondo.... che me ne frega??
sono troppo vecchia per arrabbiarmi!

la vostra Marzia Sofia
che quando apre la bocca....via...

24 settembre 2012

La mia idea di cosa è Shabby


Spesso mi chiedete come si fa a ...
e io dico sempre usate la fantasia
e verrà bene comunque...

in realtà io non sono una vera e propria shabbysta
nè una vera e propria decoratrice tradizionale
alcuni dicono che io sia un artista 
bontà loro
c'è invece chi mi prende in giro per questo
e chi mi critica...
diciamo che ho un mio stile
personale
se poi si tratti di arte o no
lo dirà qualcuno più in grado di me...


Il fatto è uno solo che questo stile, dicono 
sia riconoscibile ad occhio nudo...e questa pare sia arte
beh questo è un complimento...



a me piace dipingerci sopra
o scriverci frasi
di poesie
o decorarli a mio modo
lo faccio dal lontano 1996...
poi non amo lo Shabby classico
per intenderci quello dipinto e grattato solamente
ormai lo sapete come la penso


eppure in questo preciso oggetto
ho unito tutto quello che è Shabby Gustaviano e Patina
insomma un potpourri di cose
che ne hanno fatto un lavoro credo, egregio




oggi mi va di dirvi ancora una volta come si fa
dunque seguitemi..
innanzi tutto non serve che 
grattiate troppo i mobili 
che come questa ribaltina hanno già più di cinquantanni
gli unici mobili veramente da grattare
sono quelli estremamente lucidi anni 80 insomma



mobili che hanno una storia come questo 
hanno subìto tanta luce 
e quindi non necessitano di estreme grattature


dovrete però pulirli bene che il grasso accumulato
potrebbe asportare la pittura 
o creare zone brutte da vedersi una volta pitturato
quindi date una due o tre mani di fondo per legno all' acqua 
se volete che copra perfettamente potete 
mettere una goccia di colore (Es Grigio)nel barattolo 
così eviterete dopo alla stesura del colore 
che alcune parti restino troppo poco coperte di colore 
e quindi una volta che dovrete antichizzare 
risultino troppo scure
e si bevano la patina



producendo delle orribili macchie scure
che non risulteranno omogenee.

Spesso quando faccio dei corsi per motivi di tempo
non si attende
anche perchè si è curiosi di vedere il risultato, 
ma queste mani di fondo devono asciugare bene
 il tempo scritto sul barattolo
altrimenti si rischia di non ottenere l' effetto desiderato
ci vuole pazienza...


quando poi il tutto è ben secco si passa al colore 
che deve essere
perfettamente steso non grasso ma decisamente fluido 
quindi ripetutamente steso
fino che prenderà un aspetto levigato
anche se userete colore satinato non lucido
dovrà essere ben coperto
o meglio dato male ad arte
come dico io..e questo sta a voi capire come si fa...


una volta lasciato seccare anche questo... perfettamente.. 
poi potrete andare a patinare il tutto
cioè a dire a stendere.. una patina
che lo renderà secondo me un vero pezzo d' arte...
ma il discorso patina è molto particolare 
e richiede accurate analisi

per cui penso che ve ne parlerò una prossima volta
diciamo che comunque se volete provare 
basta usare la fantasia o l' acume
 e una tavoletta bianca dipinta e poi sbizzarrirsi
io ho un mio metodo e lo insegno nei miei corsi
333 7692449 info.
Ricordate l' ingrediente segreto del film
con Celentano ed Eleonora Giorgi  la formula segreta della colla miracolosa..
si si quel film degli anni ottanta?
Celentano diciamo usava la sua saliva ahahahha
Beh
Non dico che sia quello ma...
ahhahhh datevi da fare da soli a cercarlo..


In un prossimo post
 vi spiegherò che cosa significa Patina
e con cosa la potrete ottenere
in mille modi 
non importa che sia la mia
 la mia la conoscerete solo se farete un corso...

Esattamente come vedete in questa ribaltina
che in più è stata da me pure Shabbata...
la patina è il più uno dello stile!
arrivederci al prossimo post

la vostra regina
birichina ahahah

5 giugno 2012

Uffa la muffa!!!!


Amici da qualche giorno sapete
 che sono un pò strana
problemi d' età
ma voglio cambiare prometto di farlo
diventerò ancora più  dispettosa
ahahah
No davvero voglio raccontarvi una cosa
ho cancellato gli ultimi due post
mi direte ma perchèèè????
A parole mi dico che era perchè avevo ricevuto una velata critica 
e una decisa critica 
ambedue naturalmente anonime
in realtà 
perchè mi sono ricordata 
che questo è un blog di arredamento
così rimedierò 
da oggi basta con le mie cavolate personali 
non ne parlerò più!! 
ok prometto 
PS chi non vuole che lo faccia protesti
mi raccomandooo!!!

ahhaha
Dunque questo post sarà innovativo ...
per me..
amiche mie, lo fanno da sempre
un pò di parole all' inizio 
una sequenza di immagini 
poi il finale..
Non vi va? 
eh ma allora non siete mai contente eh!!!
Comunque questo è
almeno per stasera...
Vi mostrerò delle immagini elaborate 
con il programma  schizzo a matita
del lavoro dell' anno scorso 
fatto al mio Atelier
fotografato 
all' origine di tutto...
guardate le immagini 
e  poi vi dirò cosa sto facendo...
shhhtttt silenzio...e osservate

























così era...
ma da domani...
in questa che sarà la cucina 
e la stanza da pranzo... per il mio prossimo progetto
andremo io e il Marchese ( Mio figlio) 
 ad inserire alle pareti  il perlinato di legno
che dipingerò di bianco..
addio... sbuffetti di muffa
addio trompe l' oeil
vabbeh non fa niente
mi piace cambiare

aspettate e vedrete!

Buona vita a tutti

La Vostra Marzia Sofia
che ha mille idee in testa 
e non le butta via...