Visualizzazione post con etichetta Famiglia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Famiglia. Mostra tutti i post

27 maggio 2013

Nella mia.... vera unica terra toscana...


La Toscana per me è come una madre
Una madre che si ama ma non sempre la si capisce 
e nemmeno ci capisce...
L' ho lasciata da giovanissima
mi pareva tutto stretto tutto piccolo
tutto provinciale
Ho girato il mondo...ma ovunque
ho capito
che una terra così è UNICA.
Ed è un onore esserne figlia!



Ieri ho fatto una gita nella mia terra
mio padre era stato invitato 
alla presentazione di un libro
sul ciclismo...
di cui lui era collaboratore
e siamo tornati per una mezza giornata a casa...
in mezzo alla gente che conosciamo da una vita
tutti più o meno segnati dal tempo
ma in fondo gli stessi immutabili
e mi son chiesta possibile che solo io sia cambiata?
Eppure mi riconoscevano tutti!!!


più capisco e ricordo
quanto i miei genitori siano amati e rispettati
nella loro Toscana
più mi sento in colpa per averli portati qua
e vederli ieri sorridere pur
nella stanchezza
e chiusi ormai nel loro mondo
li ho rivisti improvvisamente
come erano da giovani
quando momenti come quelli vissuti ieri
erano l' abitudine
e a me davano fastidio mi pesavano..
perchè ieri l' ho apprezzato?



probabilmente avrei dovuto tornare io
a vivere qua....
nella nostra terra
tra la nostra gente
nelle nostre radici
Ho visto gente che non vedevo da trent' anni
un mondo dimenticato dentro di me
che di me si ricordava benissimo
io sono quella che è partita!


In questa giornata piena di sole 
dopo la tempesta del giorno precedente
mi sono accorta che
le radici sono importanti.
Lo so che è stupido pensarci ora...
Eppure io
 sempre in nome di un Amore
che cercavo altrove
sono partita....
Senza nemmeno sospettare
che dove ero già ne avevo un sacco d' amore!


la Famiglia una volta era non solo
la piccola cerchia 
della madre del padre e dei figli...
ma era anche fatta
da cugini zii nonni
e altrettante famiglie


dimenticarselo è sbagliato
è vero che quelle che sono le invidie le cattiverie
le competizioni
esistono e sono anche più dannose
 all' interno di una famiglia
quando ci sono
ma alla fine 
possono anche essere contenuti e riscaldati
dall' unico vero Motore dell' Universo
L' amore...



L' amore a volte è silenzioso invisibile
si cementa e cambia con gli anni
col tempo che lo lima lo sfaccetta
lo coglie finalmente..
ripulito dalle scorie


L'amore poi 
non è sempre vicinanza
spesso senti amore per persone che vedi appena 
ma che fanno parte di te
Hanno un filo sottilissimo 
che ti lega a lorO
che è TANTO forte da spostare 
UN TRENO


L' amore è un luogo riparato
 dove sai che potrai andare
a riposare
anche per un abbraccio una parola
un silenzio pieno di musica
un piccolo sottile
gesto d' affetto...



l' amore 
è un bacio richiesto che non ti aspettavi
l' amore ti fa scoprire che 
se lo dai lo ricevi
semplicemente
non si deve pesare l' amore
poco o tanto che sia
diamone di più




un angolo fiorito nella tua memoria
può farti provare
un sentimento semplice 
comprensivo di tutti i ricordi
quelli belli
e non ricordi quelli brutti
perchè pensi che non ci siano stati....


Ti porta profumi di pane caldo 
e di tavolate all' aperto
di crigliate e mangiate
mentre tutti ridono e il patriarca
ti invita al silenzio
e alla preghiera e anche se tu non credi 
improvvisamente per un attimo 
ci credi anche tu



le ombre sono solo contorno
lo spuntare del sole
la pace intorno
tutto fanno da paciere alla tua anima
e ti senti bene finalmente...
ti senti a posto con te stessa e con gli altri


Sarà l' età 
ma quando guardi i panorami che ti erano usuali 
e che tu non riconoscevi
e dai quali ogni giorno sognavi di fuggire
improvvisamente sai
che sarebbe ora di tornare...

 si, sarebbe davvero ora...


La vostra Marzia Sofia

Questa che avete visto è la casa di mio zio e dei miei fantastici cugini
vi amo!

7 agosto 2012

Cartoline dall ' interno


Di lei non vi ho mai parlato...mai....
della sua difficoltà di vivere
della sua strana malattia
della sua forza distruttiva 
del potere negativo e distruttivo
che questa ha avuto su tutti noi
e sopratutto su di me...

trovando queste vecchie lettere rovinate 
dal tempo e dalle alluvioni
ho riconosciuto la sua calligrafia



sono lettere di più di vent' anni fa
di quando io vivevo in Germania 
e lei mi scriveva letterine di bimba


è solo più giovane di me di 3 anni 
qualcosa di meno di tre anni 
eppure
questi mille giorni in cui io l' ho preceduta...
hanno sempre costituito una distanza tra noi
incolmabile....


Si tratta di mia sorella
Cinzia
mia sorella......
mi fa strano 
scriverne qua 
ci vorrebbe un Romanzo...
 e quello su di lei
non l' ho ancora scritto...

Quello che mi è sempre mancato con lei 
è la condivisione
e sempre mi mancherà....

Le voglio bene 
eppure
 lei non ci crederà mai.....


La vostra Marzia Sofia......


PS scusate se le parole sono poco
in realtà sarebbero troppe 
e non ci starebbero nemmeno qui....

9 gennaio 2012

I miei genitori vengono a vivere con me...



Questi due adorabili vecchietti
per quelle che mi seguono fedelmente 
non sono una scoperta,
ho già fatto altri post su di loro,
sono i miei genitori..
hanno quasi ottantanni
e da quando io me ne sono andata da casa..
 per sposarmi
circa trent' anni fa
li ho visti pochissimo..
TROPPO POCO direi...
ho vissuto dieci anni
in provincia di La Spezia
e poi
dieci anni in Germania 
e altri dieci anni di nuovo qua in Italia




diciamo una volta al mese per trent' anni ?
fate il conto voi quanto fa
 che io non ho tempo
tutto considerato comunque poco, no??
Avevo poco più di ventanni
e loro all' incirca la mia età di adesso
quando me ne sono andata..
per seguire il padre di mio figlio 
che viveva sul mare...



E' stata dura all' inizio lasciarli..
avevo una vera adorazione per lui
era bello intelligente spiritoso
era un sportivo famoso
e un uomo stimato e rispettato da tutti..
un pò rigido e dittatore con me
 ma ora so.. che mi proteggeva..




lei era stata bellissima
ed era una lavoratrice bravissima
direttrice di una fabbrica di confezioni
oltre che una ricamatrice eccezionale
una donna moderna che guidava la macchina
 da quando nessuno la guidava
 e che indossava minigonne vertiginose e fumava
una vera protofemminista






adesso vederli così sul cammino del Grande Riposo
come lo chiamo io...
mi fa male e bene al tempo stesso
male... perchè sò che prima o poi li perderò
senza purtroppo mai averli avuti
bene... perchè finalmente 
al di là di tutti i dubbi che io posso avere
e le paure
che mi possono tormentare...
io finalmente d'accordo con mio figlio
li voglio con me


Si amiche mie
ho deciso che li prenderò con me
verranno a vivere qua, insieme a noi
e passeranno i loro ultimi anni
con me..
eio..beh sapete sono ben  felice di farlo
di averli accanto fino alla fine con tutto quello che comporta 
e comporterà
Resta solo da trovare una casa
mi direte voi
e UDITE UDITE!!!!.


in questo momento 
in questo preciso momento
il destino ha giocato le sue carte... 
EUREKA
HABEMUS CASAM!!!!!!
per voi la soddisfazione 
di vedere come la trasformerò

a breve

 si entra il 1 Febbraio...
e da allora.....
VAAAIIIIIIII......
evviva il 2012
vi prometto qui e ora che il 7 di Marzo
compleanno di Tyron
(Compirà 25 anni!!)
ve la mostrerò...forse anche prima..
SONO FELICE!!!!!

8 agosto 2011

Mia mamma all' Atelier....



Questi che vedete sono i miei genitori




forse li conoscerete se seguite i miei post
forse no...



Il fatto è che nemmeno io li riconosco



Un pò per il fatto che sono andata a vivere lontano da loro 
a ventanni o poco più...



e considerato il fatto che ero arrivata a casa 
che avevo sette anni
(Prima vivevo con la mia nonna paterna...)
li conoscevo poco...


poi ho vissuto dieci anni in Germania 
e venti in Liguria
 così....quasi non li conosco..
Io non ho niente di loro... se non di estetico
non ho la loro fede politica ...non amo il loro pane sciapo..
non mangio frutta e verdura di cui loro si nutrono
non ho una vita inquadrata e perfetta come la loro...




Di sicuro non riconosco in quel vecchio signore 
ancora bello ma molto malato( ha avuto due ictus) il mio splendido babbino 
l' atleta che era il duro che era
 la sua forza con me 
la paura che mi incuteva solo con un sguardo
ma con lui bene o male i conti tornano...
 il più e il meno si equivalgono e 
producono un equilibrio....




e però quello che mi sconcerta positivamente...
è che non riconosco in lei la mia nemica.
E non riconosco nemmeno
a donna più desiderata e ammirata della città... forse la più bella ...
come dicevano in molti
quella che aveva lunghi capelli fino alla vita e la minigonna
corta fino al sedere
e la prima cinquecento
con la quale ci portava da sola al mare io e mia sorella 
con me che le facevo da guida...



lei non la riconosco più...
 non perchè il maledetto Morbo
l' abbia cambiata e le impedisca di usare quelle mani 
con cui per una vita ha ricamato splendidi fiori...
Ma non la riconosco..
perchè la veccchiaia, per quanto sia brutta e invalidante 
e distrugga coscienze ed esistenze 
 attenua i rancori stempera le angolose spigolature dei caratteri
addolcisce il sorriso... 
e una mano che ti carezza una coscia ( la mano di mia madre ) 
per me improvvisamente vale più di mille milioni euro
e del passato non voglio e non posso ricordare nulla....



So solo che 
mi sento improvvisamente simile a lei
e ci ho messo una vita per non volerle somigliare...
anche se so che il ricordo dimentica
adesso penso che avesse ragione a dirmi quello che mi diceva
adesso penso che fosse amore anche il suo odio e forse non è così 
edulcoro i fatti per riconquistarli...
cancello il rancore per poterla amare....
Aveva ragione a volere per me uomini diversi?
Aveva ragione a volre per me una vita diversa?
Aveva ragione a pensare sempre di convincermi che la ragione era la sua?
che io avrei dovuto essere per lei quello che lei non era stata in grado di fare?
mah chi lo sa?
forse solo in una cosa sbagliava...



se è vero com'è vero 
che entrando in questo mio tempio 
una specie di mausoleo che mi sono eretta ..dedicato alla mia povera arte..
è rimasta in silenzio 
e ha detto qualcosa che non dimenticherò




"Però.... che sei un genio lo avevo sempre saputo 
ma qua hai superato te stessa...."
Ho passato una vita a cercare di compiacerla..
tutto quello che ho fatto è stato cercare la sua approvazione
ed ora finalmente...malata e stanca....
forse ha capito chi sono ed ha imparato ad accettarmi..
forse ad essere perfino un pò orgogliosa di me...
proprio adesso che non faccio più niente per farmi accettare...



credevo ormai di non doverlo più dire 
di pensarlo solamente 
ma pensavo di non riuscire a dimenticare 
i nostri litigi le nostre discussioni
 le nostre assolute assurde incomprensioni..
Eppure questa volta è andata liscia...




non abbiamo mai litigato...
siamo state due amiche..
quello che avevo sempre sognato e forse anche lei aveva sognato
e non ci eravamo mai riuscite...colpa mia colpa sua ...cosa importa di chi è la colpa?
Conta solo una cosa che abbiamo imparato a parlare l' una la lingua dell' altra...
e allora Mammina
 lasciamelo dire.... lasciatelo dire.... una volta sola 
ma forte forte...



mamma ....TI VOGLIO BENE!!!!!!!


La tua Marzina...
( scusate l' orrore del soprannome...)

PS . forse mi avvicinerò  ai miei genitori per star loro più vicina
forse prenderemo una casa insieme..
forse mi occuperò di loro...
forse invece di fuggire sempre ...troverò fialmente la mia pace....
forse...


16 dicembre 2010

Famiglia Mia Madre.


Questa è l' unica foto
che i miei genitori hanno del loro matrimonio...
fatta in un freddo pomeriggio di Febbraio del 1955
davanti a Ponte Vecchio a Firenze

Quando si sono sposati
non avevano soldi...avevano solo 22 e 23 anni...
e lei mi racconta 
che aveva dovuto lavorare come una matta (era Ricamatrice) 
per fare tutto il corredo a lui 
che ...poverino non aveva nemmeno le mutande!
Se vi ricordate 
lui aveva lasciato casa sua ed era andato a vivere dallo zio
che era il padre di Lei ....Si.. erano cugini di primo grado,
i miei genitori.

  C' era voluta anche la dispensa papale...
Ma come sempre succede... quando si trova un ostacolo..
 contro il parere di tutti..
si erano sposati... poveri in canna..
Mio padre la racconta a modo suo nel suo Romanzo
La vera storia dell' Eroe 
ioalla fine, ho scoperto da poco, che si amavano...
anche 
se a giudicare da come si son "tirati i piatti" tutta la vita 
ci sarebbe stato da pensare il contrario
e però, se son rimasti insieme per 55 anni...
 evidentemente si amavano...davvero
forse più lui che lei, forse più lei che lui
ma si amavano.
Anche se io non me ne sono mai accorta.

Dapprima probabilmente fu la passione..
l' attrazione fisica, il proibito,
il parere contrario di tutti
sia come sia, lei abbandonò il suo ragazzo di allora, 
e lui dimenticò per un pò le altre...







Quando siamo nate noi
forse le cose tra loro si fecero  più difficili
non so ...erano molto diversi caratterialmente 
ed è sempre difficile capirsi, quando si sta insieme
avendo due vedute delle cose molto diverse, a volte diametralmente opposte
e i Gusti poi...capire il perchè...
perchè si deve...perchè lo si è fatto, perchè si ha paura...
con due figlie da crescere e ambizioni diverse
non sarà stato facile... ora lo so.
Da piccola  logicamente non lo capivo ...
Lui il suo sport ..lei tutt' altro..il mare i vestiti la casa gli amici... tutto diverso...
Lei poi, dice...ha sempre riposto in me... le sue aspettative maggiori
tanto da cercare di soffocare ogni mia certezza che già era poca..
Quando si è accorta che io volevo essere diversa...
ha cominciato a cercare di demolirmi...
e ci è riuscita spesso anche se lei sarebbe pronta giurare di no...

Forse i suoi sogni, 
sono diventati i miei fallimenti...




Il perchè lei mi conciasse così..
ancora lo devo capire...
ma forse è questo ...che ci ha divise sempre,
questo suo vedermi sempre la colpevole...
quella che... sta zitta tu che sei più grande!!
E poi ero sana... sanissima..
quindi bisognosa di poche cure
taciturna autosufficiente persa nei miei libri e nei miei sogni
e mia sorella, no...
mia sorella era malata...
quindi da proteggere ...da aiutare...da coccolare 
e poi lei era allegra divertente spiritosa piaciona...

Io ero Rustica...diceva lei
e intendeva introversa.

Come che sia ...
Io non mi sono mai sentita amata da mia madre
mai condivisa, mai accettata,
sempre incompresa...
 per questa mia "diversità".
Il suo complimento?
Ah...siiii.... rispondeva con fare annoiato 
a chi glielo chiedeva... Lei, llè un Artista!!
per quello... llè grulla da manicomio!!!
Insomma forse ero
amata troppo secondo lei e male ...secondo me.



Lei era bella... lo vedete...
quello che si dice Una Bella Donna...
davvero....
ma il suo carattere è sempre stato 
anche a detta di tutta la famiglia..
difficile
decisamente 
difficile...


Alla domanda come stai?.. mia madre risponde... 
ah ieri stavo propriooo...bene.. oggi, malissimo!!!!
e lo dice tutti i giorni da sempre...
cosa avrei mai dato... per vedere una volta...
 la felicità nei suoi occhi...
o almeno, la tranquillità...


Ha sempre lavorato tanto...mia madre
questo è indubbio ....lei, diceva che lo faceva per noi..
Alcuni pensano che per noi sarebbe stato meglio fosse stata a casa...
ed io la penso come loro...
Anche perchè mio padre guadagnava molto...
e non ce ne sarebbe stato bisogno di un altro stipendio se si fosse stati attenti...
e poi io e mia sorella siamo state portate a vivere insieme a io sette anni e lei cinque
cosa che ci ha impedito probabilmente ...di aver un benchè minimo rapporto futuro...
io dalla nonna paterna lei da quella materna...
ma a mia Madre non  è mai pesato lavorare...anche se per carattere
tendeva a farlo pesare a noi..
Rivedendo adesso il film del suo passato
mi rendo conto che non è mai stata felice..
niente l' ha mai soddisfatta..
nemmeno mio padre nè mia sorella.
e tanto meno io...




Io che di solito non ho problemi 
a parlare di niente...
non riesco a parlare di Lei
e mi sforzo di farlo...con uno sforzo sovrumano..
che, in questo blog devo parlare della mia vita
quindi
lo sto provando a fare..


Mia madre si chiama Rosita
e ora ha 78 anni...
E' stata una donna rivoluzionaria a suo modo
tutto quello che era novità..lei lo assorbiva..ma non è mai stata una femminista militante
Una femminista reale...forse.
Quando mio nonno vide che aveva preso la patente
 le disse
Te ...fai i' che tu voi....
ma...
Guai a te se tu ci porti le bambine!!!
Lei naturalmente se ne fregò
faceva sempre quello che voleva... mia madre...
Fumava, metteva mini gonne cortissime 
stivaloni e collane gitane...
Portava i capelli lunghissimi...



molte delle sue mises, sarebbero Attuali anche adesso...
era brava nel suo lavoro...
lavorava nella moda ..
dirigeva il reparto finitura e spedizione in una fabbrica di confezioni dove c'erano sole donne...
Ogni mattina entrava gridando nella nostra stanza alle sette 
e diceva ..sono le dieci... alzatevi fannullone 
ci sbatteva ai piedi del letto 
il sacchettino del bar in cui  ci aveva comprato la colazione 
e gridando e strillando 
se ne andava sgommando con la sua cinquecento,
fino al posto di lavoro che distava 15km
a pranzo... tornava di fretta 
e in furia faceva da mangiare... io avevo già messo 
l' acqua per la pasta ...Lei mangiava in piedi ...di corsa 
e poi ri-correva via fino a tarda sera...
non la vedevamo mai ...che alla fine era anche meglio 
perchè non faceva altro che piangere e gridare...
la sua eterna insoddisfazione...

Il suo divertimento era il mare..
stava distesa al sole per ore ed ore...senza posa...
era l' unico momento in cui stava abbastanza serena...
Andavamo in vacanza in un campeggio ...nel sud della Toscana
aveva amici ed era molto corteggiata e anche un pò chiaccherata.
come semre succede quando le donne sono evidentemente belle...
e siccome mio padre non veniva mai per via del suo sport...
lei imparò ad arrivarci da sola...
beh sola...con me che le indicavo la strada a dodici anni 
e mia sorella che rompeva dall' inizio alla fine del viaggio...
ma insomma guidava lei...il che ora non è certo originale ...ma nel 1970
fino ad un certo punto la rivedo
in quel film candidato all' Oscar
La prima cosa bella..
forse più per ragioni geopolitiche che per altro che lei certo non era una madre come quella 
interpretata dalla Sandrelli , capace di aggregare, ma casomai di dividere...



Io non ricordo gesti di dolcezza...
mia madre non ha mai avuto il tempo di farmeli...
eppure lei li ha ricevuti era la preferita di sua madre...
ma non li ha mai fatti
io per lei non li volevo...siccome non li chiedevo...
forse sarò cattiva ...a dire questo 
molte di voi... si ribelleranno a quello che scrivo..
ma io vedo mia Madre guardarmi con Odio quando mi Guarda
si ....mi guarda con Odio!!!!
le da noia tutto di me...
di come sono... degli uomini che ho avuto... 
di quello che nella mia vita ...sono stata
lei non mi ha mai condivisa... mai accettata... mai supportata...nè sopportata...





Non chiedetemi se la amo perchè dovrei rispondervi di si ...e in verità io non lo so..come la amo...
non so capire perchè..ma è così...
nonostante tutto anche adesso...che è vecchia e malata
oserei dire finalmente veramente malata non ipocondriaca...Ora
che dovrebbe farmi tenerezza ..
dolcezza protezione ..
anche se nonostante tutto io sento.... tutto questo per lei
Lei ci mette uno SGUARDO
a farmi capire che ci sono ricaduta di nuovo... 
che tanto non mi amerà mai...
basta solo che mi veda entrare con uno straccio nuovo addosso anche se di Cinesi...

Quando lei mi guarda io lo vedo il suo Odio la sento la sua disapprovazione per la mia situazione di precariato per non essermi sposata con chi voleva lei per non aver realizzato alcuno dei sogni che lei aveva per me...
io lo sento il suo disappunto se non il suo disprezzo...
e non ora che ha la demenza senilee che in fondo potrei anche dire ...
poveretta è solo malata....ma è sempre stato così
sempre...
Lei non ha mai fatto uno sforzo per amarmi davvero,
così... come sono ...ha sempre voluto fare di me un altra sè...
e questo sarebbe anche comprensibile ...se non scusabile
quanti genitori fanno lo stesso...
a ma è il suo AMORE che mi manca
anche se in realtà come dice lei 
mi ha amato troppo...
Io non mi sono mai e dico mai sentita amata da mia madre..
lei è la cellula malata del mio cancro ...
Anche nell' unico rapporto in cui io avevo avuto la meglio su di lei quello con mio figlio
ha voluto mettere la sua mano

 Lei è riuscita a distruggere anche quello...è riuscita ... 
a infiltrarsi dentro di Lui in qualche modo 
e a metterlo  in condizione di entrare in conflitto con me...

Eppure a volte ....riguardo delle foto e...ci guardo ...
.lei ...in una foto in cui aveva 
forse 35 anni ed io in questa dove ne ho molti di più
e siamo Uguali
e credetemi amiche mie
a parte l' estetica di cui non mi lamento...non avrei voluto davvero ...
Ci ho messo tutta la vita 
a cercare di essere diversa dai suoi difetti...ma non so dire quanto io ci sia riuscita...

Eppure a volte... nonostante io detesti con tutta me stessa quella parte di me...lei esce da me 
come una sorta di Hulk e mi strappa le camice.... 
...mi fa diventare verde...


e trovo in me ....tanto ....
di quello che non amo in lei
Potenza del DNA...

Ci ho scritto pure un Romanzo ...
se vi interessa leggerlo..



Prezzo di vendita 10,00
Libro NARRATIVA 94 pagine

1a edizione 3/2010
Viaggio intorno alla vita di chi la vita te l’ ha data.
Un viaggio intorno alla vita di chi la vita te l’ ha data... anche se... se l’ è abbondantemente rimangiata....






Però alla fine devo dire
Un giorno ci ameremo mamma
non so come
ma credo proprio che dovremo riuscire!!!!!