4 settembre 2011

Trompe l' oeil,Quanto si può persistere in un impresa...quando si sa che è impossibile?



Scegliendo tra le esattamente 13.789 foto 
che ho sul mio PC
anche piuttosto caoticamente  catalogate..
oggi ho trovato queste immagini...
che vi voglio far vedere



Tra tutti i miei Trompe l' oeil 
mi ero dimenticata di farvi vedere questo..
Avete visto altre volte la cucina che li ospita 
ma non questi specificamente..poichè due vetrine 
volute dalla proprietaria a tutti i costi
ne coprono la visuale.
Ora ve li mostro insieme ad una riflessione
che voglio condividere con voi ed una domanda..



Quanto si può persistere in un impresa...
quando si sa che è impossibile da realizzare ?


Nel duemilasei esattamente cinque anni fa
di questi tempi
dipinsi questa cucina
la seconda Cucina Gustaviana



una cosa di cui vado molto fiera....

Quando mia nonna 
da piccola sospirando teatralmente, mi diceva
Come passa il tempo..
io ridevo... la trovavo una frase molto assurda 
quasi inconcepibile, 
per me infatti quando ero piccola 
il tempo non passava mai


Eppure mi pare sia trascorso un secolo 
da quando dipingevo su queste mura...
e creavo per la prina volta 
un ambiente dall'a alla zeta
io stessa sono un altra 
la bambina innamorata della sua ARTE
è diventata una donna... disillusa e spenta...
che voi vedete ancora brillare come una stella, 
ma che è ormai morta da milioni di anni...


Questa cucina è unlavoro particolare per me...infatti 
è stata la prima cosa che non ho dovuto
riadattare 
ma che ho creato esattamente
dal nulla


sciegliendo tutto ogni più piccolo particolare
pavimenti compresi

Si ne sono ancora molto orgogliosa... ma quando la facevo
ero convinta  che sarebbe stata l' ultimo mio lavoro...
il mio capolavoro... la chiamavo




Eppure nonostante tutte le avversità. 
 tutto quello che mi è successo in questi cinque anni 
(e non è poco credetemi..)
io son riuscita ad andare avanti
sempre avanti....
nonostante tutti i topi siano fuggiti
mentre la nave affondava...
io ho fatto il mio dovere di Capitano...
 mentre nessuno ...mi ha seguito fino in fondo
(avrete notato anche la perdita dell' assistente..)
ma
IO SONO RIMASTA
a combattere
come una leonessa ferita 
a cui stanno strappando il proprio cucciolo...
Io come il capitano della nave 
affonderò con la mano sul cappello 
ma IO ci sarò 
a vedere la fine di tutto...
solo io ci sarò





Nonostante sia dura 
nonostante io sembri fragile e plasmabile 
sono ancora forte...e
io ci sarò 
sul timone ad affondare 
o ad essere salvata
 IO CI SARO'
Lo prometto a me stessa...
IO CE LA FARO'

la vostra Marzia Sofia


PS ringrazio quella meravigliosa famiglia di Torino
Padre madre e due splendidi ragazzi.. 
che è venuta stasera 
a trovarmi all' atelier...
Che bello che qualcuno ancora si ami...
Per visite come questa 
val la pensa di continuare fino alla fine...
Grazie Assunta

Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...