5 novembre 2012

Tutta la vita mi son detta...

Tutta la vita ti sei detta...cazz... lo farò.
Riuscirò ad avere una casa mia la arrederò come mi pare e piace,
ci metterò dentro tutto quello che mi pare e piace,
e che importa se penseranno che sei pazza e che nessuno ti capirà
e che, la prima scema di una Sciura che invitata insieme al marito
a casa tua dirà, ah siìììì bbbellaaa maaaa: io amo Il MODERNO!
e ti farà sentire una deficiente se ti chiederai, ma cos' è il moderno?
e ti risponderai con una domanda, ma sono io la scema??
Il bello verrà quando saprai con certezza assoluta che la scema è lei...
perchè nemmeno sa che il moderno non esiste... più... da anni...


 Tutta la vita ti sei detta...cazz... lo farò
ci riuscirò ad entrare da sola in luogo pubblico a prendere un caffè in un bar
senza aver paura del giudizio della gente senza che le mani mi tremino
e le ginocchia pure...riuscirò a sentirmi bene con me stessa
a vedere i miei lati positivi a trovarne di nuovi
ad essere quella che sono liberamente senza paura....
Il bello verrà quando ti accorgerai che sono gli altri, ad aver paura di te...


Tutta la vita ti sei detta  cazz... lo farò
prima o poi mi farò qualche punturina.. mi gonfierò le labbra
tanto pensano lo stesso che me le faccia tanto vale....
e mi tingerò i capelli e allora sarò più bella della mia amica
quella là, quella con la quale non lo dico, ma combatto da anni
si proprio quella, che quasi non la riconosco più ormai
ma lei riconosce me e trova tutti i miei minimi difetti
e va a dire in giro che ritocco le foto su FB
Il bello verrà quando ti accorgerai  che hai provato a ritoccare anche le sue
come le tue e il risultato non è lo stesso... anzi lei pare un cesso...


Tutta la vita ti sei detta...cazz...  lo farò
giuro che non mangerò più pane nè pasta
e avrò una linea migliore della mia amica si quella con un vitino da vespa...
ma poi ci hai pensato, e, ma posso vivere senza pane.. ti sei chiesta?
mannnòòòò !!! e allora ma chi se ne frega ti sei risposta
Il bello verrà quando la incontrerai mentre corre e beve un beverone dietetico
e tu la saluterai con un pezzo di focaccia in mano tipo lenzuolino da carrozzina...
e ti dirai ma io però son più in gamba di lei alla fine, meno insicura,
io al contrario di lei mi vado bene così....esattamente come sono...


Tutta la vita ti sei detta... cazz... lo farò
anche io mi prenderò un uomo come quello
lo comanderò a bacchetta, non gliela darò mai...
e lui mi dovrà implorare in ginocchio
mi porterà regali di diamanti per il compleanno
e ogni sera arriverà a casa con le rose rigorosamente bianche
perchè sa che amo solo quelle e non si fa convincere dal fioraio
con quella storia delle rose rosse e dell' amore ardente
Il bello verrà quando quell' uomo lo avrai e ti dirai...
ma a me che me ne frega di lui ... che sto tanto bene da sola?


Tutta la vita ti sei detta cazz.... lo farò
giuro che lo farò ma ancora... ho tempo..
scriverò il libro del secolo, io lo so bene,
io  ne son capace  per dio lo sento.... non è forse questo
il più bell' incipit della storia dell' Universo letterario?
Il bello verrà quando ti accorgerai che senza fare nulla alla fine
quello che conta è che ti sia piaciuto scriverli....



Tutta la vita ti sei detta cazz...lo farò
ce la farò a non prendermela per le cattiverie che dice mia madre
ce la farò a pensare che in fondo (forse) mooolto in fondo,
mi vuole bene lo stesso? Ce la farò a sopportare le sue sfuriate
e le sue minimizzazioni di me... i suoi sarcasmi...
le sue gelosie... ce la farò a trovare finalmente un uomo
che non mi ami abbastanza, come lei dice faccia il suo,
perché io possa pagare quanto lei vorrebbe far pagare anche a me,
quello che la vita o il Karma le hanno fatto scontare?
Il bello verrà quando la vedrai veramente dentro
e capirai quanto è stata disperatamente infelice
nel tentativo reiterato di farti essere più infelice di lei
e ti accorgerai che nonostante tutto lei non ce l' ha fatta
a perdonare se stessa e invece tu si, l' hai perdonata..


Tutta la vita ti sei detta cazz....ce la farò?
Poi ti sei guardata attorno e hai visto che tutti quelli che conosci,
 sono invecchiati e anche se tu non te ne sei accorta, perché è successo ogni giorno
volta per volta con calma con lentezza, devi essere invecchiata anche tu
e non sai più come fare per fare tutto quello che ti eri prefissa di fare.
e allora ti guardi allo specchio e pensi a volte
ma ce la farò ancora a sognare di farcela???
Il bello verrà quando ti accorgerai che non te ne frega più niente...
e ti guarderai in uno specchio e ti saluterai con rispetto.


La vostra Marzia Sofia

Luci ed Ombre... e poi mia Madre...


A volte penso che i miei sogni si sian realizzati tutti
anche spesso senza che io lo volessi con determinazione,
ho tante persone che mi apprezzano 
alcune che mi vogliono bene davvero
tanti complimenti tante dimostrazioni di stima e di affetto
tanta attenzione per il mio lavoro...eppure
c'è qualcosa nella mia vita che non va come dovrebbe
e se ci penso bene non è andato mai...







Luci ed ombre della sera quando il giorno si allontana, 
e il silenzio mi attira dentro le sue braccia calde
mi spingono a pensare a questo qualcosa... che nella mia vita 
non ha funzionato mai,
il rapporto con mia madre...



non dico più di non amarla
come dicevo qualche anno fa chiedendomi....
atterrita da me stessa: 
ma posso dire una cosa del genere senza che insorga
un mondo di gente
e mi assalga sotto una coltre infinita di luoghi comuni?

Ormai, ho accettato il fatto che sia passata la vita 
e che non ci siamo mai capite
quindi quando la vedo, tremante per il Parkinson
e la guardo dentro
vedo solo disperazione dentro di lei
senso di vuoto... di inutilità
e allora mi fa pena e pure tenerezza...
anche se alla fine dovrei chiedermi ma in fondo che colpa ne ho io?
Perchè è così crudele con me a volte?



Per tutto quello che debbo sopportare 
e che sopporto stoicamente
che poi è quello stesso sopportare, che come un boomerang
si ritorce contro di lei... contro di noi..
Cancellando tutto quello che lei 
potrebbe fare per avvicinarmi...
o quello che io tento di fare per avvicinarmi a lei.
Lei è così lontana distante pur così ossessivamente presente..
spesso cattiva... inacidita dalla vita 
e allora tutte le sue frustrazioni diventano mie colpe...
Così anche se vive, distesa, nella stanza accanto
simo lontane miliardi di miliardi di chilometri
non sappiamo parlare, non sappiamo capirci
non sappiamo accettarci ...
parlo al plurale
 perchè non voglio che qualcuno pensi 
ma anche tu...etc etc 
Certo avrò le mie colpe...
quelle di non essermela data a gambe per sempre, per esempio,
..lasciandola alla sua vita
quella che non è e non sarà mai la mia.






Al di là della consanguineità
scherzo della natura per cui nè un figlio nè un genitore si sceglie...
io e lei non avremo mai niente in comune...
forse essendo troppo uguali per certi aspetti negativi, 
e troppo diverse per certi aspetti positivi...
che è questa strana miscellanea
 che crea il distacco...

Mi piacerebbe scriverne più a lungo...
se vi fa piacere potreste parlarmi delle vostre madri..
per finire il mio libro 
Madri per Male
http://reader.ilmiolibro.kataweb.it/v/423034/Madri_per_male#!

ho bisogno di altre storie di madri
se non volete farlo in pubblico
mandatemele in privato 
se necessario vi chiamerò e mi racconterete a voce...

la vostra Marzia Sofia



Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...