12 ottobre 2012

Riflessioni ....








A volte si pensa che il senso della vita
 sia qua dentro..nel web
in questa specie di piazza virtuale
che poi virtuale non è..
ci si chiede e se un giorno sparisse tutto?


vecchie signore che comunicano con i figli
madri di adolescenti 
che riescono a comunicare 
solo attraverso il computer


amori che si consumano 
dietro lo schermo di una chat
affari che vengono conclusi 
in video conferenza


foto che vengono condivise...
giornali che si possono leggere...
comodamente seduti a casa


tutto ormai è alla portata di tutti...
e mi sento spesso dire che c'è posto per tutti...



sono spesso perplessa su questa affermazione...
non che non la ritenga giusta
solo che ....aspetto i risultati
del dilagare di tutto...



certo che se non ci fosse stata questa possibilità
molti di noi non avrebbero mai potuto esprimersi
mostrare al mondo le proprie capacità
le proprie velleità chiamiamole così..





quindi probabilmente è molto bello che lo si possa fare
solo mi chiedo
a cosa servirà a massificare anche il pensiero?
Ormai siamo tutti bravi a fare tutto
leggo su Blog amici
tante volte pensieri che sono simili ad i miei
io che mi ritenevo così diversa da tutti
mi scopro uguale

e mi meraviglia la forza con cui certe persone ci credono
quella cosa che io non ho mai avuta...
Molte ragazze mi scrivono e mi ricordano quello che io sentivo
 e quello che pensavo io...
ecco ora lo pensano loro...


molte ragazze se così si può ormai dire, della mia età
hanno una storia simile alla mia 
non hanno potuto esprimersi
artisticamente perché i genitori
non le condividevano...


ecco molte mi ricordano me...
che poi il nostro essere qui anche se pare enorme
è pur sempre parte di una cerchia ristretta..



Mah riflettendoci quello che ho imparato è
IMPARIAMO!

da tutti c'è qualcosa da imparare
che poi tutti quanti di una stessa cosa riusciamo a viverci..
beh....ma chi se ne frega!!
per lo meno ci abbiamo provato
in fondo siamo la prima generazione
sandwich
noi cinquantenni
strette tra i nostri figli disperati e i nostri genitori da curare
e che comunque fanno da ammortizzatore
Comunque sia
tutti appoggiati sulle nostre spalle
pervasi dai nostri complessi di colpa 
dalle nostre inadeguatezze 
dai nostri dolori


ci reggiamo a malapena sulle spalle 
questo fardello insopportabile del Futuro 
che non si sa come sarà...
che forse non lo si vuole nemmeno vedere...



alla fine ma proprio alla fine
quando la sera ci infiliamo sotto le coperte 
sia che
siamo accanto a dei mariti muti 
o a dei mariti assenti
o a dei mariti con i quali dopo secoli di lotte 
si è imparato a convivere,
o a dei "vuoti cosmici"
o che si sia proprio sole...
sogniamo tutte....


beh lasciateci sognare
ha ragione la mia amica Anna quando lo dice
cerchiamo leggerezza....
il tutto... a volte.... è così triste


che ci pare che il Sogno 
sia il solo argomento possibile..
per rispondere alla realtà.

e allora crediamoci tutte fotografe o tutte artiste 
che ce ne frega se è vero o no??
Ai POSTER l' ardua sentenza
se avranno l' accortezza di considerarci....

Tanto il tempo parla sempre...
quello..
non sta mai zitto...

la vostra Marzia Sofia

Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...