31 agosto 2013

Una buona...pennellata...


ormai ci sono moltissime creative 
come si usa chiamarle oggi 
(che la parola artista è veramente straabusata )
che si cimentano in lavori di trasformazione...


ogni giorno vedo su FB 
mari di trasformazioni di ogni genere
alcune sono brave altre meno.. ma
si capisce che tutte sono soddisfatte
e ci mostrano orgogliose il loro lavoro
io che sono bastian contraria di natura
sento una sorta di rigetto
che forse è solo la mia innata incapacità 
di competere, pare una gara
il pennello è come un attributo maschile...
non faremo anche noi a chi ce l' ha più duro???
Il pennello...si intende


io penso molto e siccome so 
di fare questa specie di mestiere
 della trasformazione 
da molto tempo
come dico sempre ho cominciato
nel 96 dello scorso secolo
quando purtroppo mia nonna venne a mancare...
mi rendo conto di una cosa
tutto è massificato
se piace esplode...


La mia storia è diversa di ricerca non di imitazione..
avevo ereditato molti vecchi mobili in stile 
e non avevo assolutamente la possibilità
di comprarne di veri vintage francesi o Gustaviani
così decisi con l' aiuto di mio zio
bravissimo pittore e decoratore
di iniziare a valutare una tecnica 
di invecchiamento ad arte


prova che ti riprova
per la verità allora era il mio compagno 
che si sobbarcava la parte più fastidiosa
mi misi in testa di provare...a rendere antico
 o almeno simile all' antico quello che non lo era...
e negli anni 
LE PROVE DICONO CHE CI SONO AMPIAMENTE RIUSCITA 
TANTO CHE FORSE LI RENDEVO TANTO ANTICHI 
CHE NON STAVANO DA NESSUNA PARTE 
Nè COI NUOVI Nè CON GLI ANTICHI...



da allora ho lavorato tantissimo
come sanno quelli che mi seguono
e come dice mio figlio spesso
ci credano megalomani
perchè raccontiamo e mostriamo tutto
 il lungo cammino da allora 
che ci ha portato qua a sembrare
quasi un autorità in materia
ebbene però...c'è da dire una cosa...


a volte si mette da parte tutto il sapere
e si fanno cose semplici veloci di effetto
cose che alla fine sono sempre più massificate
e sempre più simili
perchè la novità
è difficile da far digerire e la massa spesso decide
quello che va di moda e quello che no...


così quando hai già stabilito
una cifra che già ti pare al limite della sopravvivenza...
(se qualcuno dello stato
viene a dirmi qualcosa lo sbrano!!)
 poi... quando tu hai finito...
qualcuno ti dica: sai c' avrei ancora un 
TAVOLINO
e allora tu storci gli occhi
pieghi la bocca il sorriso ti si spegne un pò ma poi che fai???
fai come tutti...
prendi il tavolone e lo imbianchi...
punto e basta..


Allora chiappi il pennello e gli dai una pennellata...
come pensano comunque che tu faccia..
perchè dopo anni ed anni di esperienza 
pittureresti di bianco anche un fantasma...
e che ce vò???
Na pennellata!!!
e fai quello che potrebbero fare anche da se...
Meno male che ormai ci sono i colori che aiutano..
o almeno stanno arrivando...

e questo colore è micidiale... 
non vedo l' ora di potervi dire cos'è
non vi darà la mia pennellata sia chiaro...
 quella sarà comunque la vostra
pensate che mio figlio che è bravissimo, più di me nella precisione
ne ha fatti un pò e poi la signora ha voluto che li ritoccassi tutti...
perchè signori miei.....
non so come mai ma...
NONOSTANTE TUTTO LA MIA PENNELLATA SI VEDE ...
ECCOME SE SI VEDE!!!
BUONA PENNELLATA A TUTTI...

la vostra Marzia Sofia

29 agosto 2013

Un nuovo colore...esperimenti segreti...

Quando un lavoro
finisce
c'è sempre un misto di gioia di sollievo
e uno di malinconia
per questo tendo sempre  a non finire i lavori..


a volte inizio pensando ad una cosa
e poi la espongo al cliente
che magari nemmeno ci pensava come nel caso di questo tavolone
scuro e imponente


a me non piaceva così rendeva questo angolo tetro e spento
giorni fa lo avevo fotografato per una rivista
e mi era venuto in mente
come sarebbe stato bello poterlo
schiarire

l' opera di convincimento è il mio forte
io purtroppo i lavori li farei anche gratis pur di farli
quindi ho fatto alla cliente un offerta che non 
poteva rifiutare

ed ho iniziato il lavoro
avevo anche sperato che lei ci ripensasse dico la verità
quando ho visto con gli occhi aperti
la mole di lavoro che mi si presentava davanti
una cosa è dirle
una cosa è farle le cose...


così mi sono data da fare e con Ty
che per fortuna brontolando per le promesse impossibili che faccio
è venuto ad aiutarmi e in due giorni
con l' aiuto di un colore sperimentale
di cui poi
spero di potervi parlare presto


ci siamo messi d' impegno e 
se ormai mi conoscete
avete dei dubbi
su chi l' avrebbe avuta vinta su un tavolo di tre metri per uno
e dieci sedie complicatissimi più una sdraio 
e un lettino
e un carrello e un tavolino
?
Provate ad indovinare???

non abbiamo nemmeno mangiato seduti
e con un panino in piedi
io avevo già iniziato due giorni fa
ty è venuto ieri
ecco guardate sotto cosa siamo riusciti a fare?


un lavoro immane...
da lasciare senza parole
infatti non so che dire...



anche con l' aiuto di questo fantastico e innovativo colore 
di cui ancora non posso parlarvi
ma lo farò presto
aspettate con fiducia...
il prossimo sarà un tutorial
su come usarlo...
appena la ditta mi da il via
appena sarà in commercio
ve lo comunicherò subito continuate a seguirmi
e foto di questo prima e dopo arriveranno
Ciao
ah oggi vado a rifinirlo seguiranno foto ambientate
attenti al Blog
e alla mia pagina Fan su FB
https://www.facebook.com/AtelierGustavien?ref=hl

la vostra Marzia Sofia


26 agosto 2013

Odio le pareti bianche...


Io ODIO fermamente odio
le pareti bianche
le trovo tristi inutili vuote appunto
e il fiorir di quadri e quadretti non mi fa cambiare idea neanche un pò
caso mai non lo si fosse capito
anzi lo peggiora ai miei occhi...
è vero che fotografate sono migliori forse
ma
le trovo spente spoglie
inutili
preferirei vivere in una casa senza nemmeno un oggetto
ma con le pareti decorate..


Il mio sogno sarebbe una bella villa siciliana
di quelle dove vivevano nell' otto e nel sette
i famosi nobili della
serie dei Gattopardi
quei trompe magnifici ispirati alle Chinoiserie
O le magnifiche case Gustaviane
con i loro affreschi a festoni e tralci
derivate dalla magnificenza esasperata delle corti di Francia
Io amo dipingere sulle pareti affreschi e trompe l' oeil
ma alla mia maniera
poichè in verità detesto
certe vedute perfette di panorami dipinti come quadri
finti come veri...
Per la verità ci sono le fotografie 
e io cerco di rendere quadri anche le foto...



dice ma come sei uggiosa
e antipatica
certo
sono così..lo ammetto...
Sapete io avrei anche voluto 
ispirarmi all' antica Roma ma mai
la Roma di allora con quei colori forti
la Roma di allora... oggi...
faccio per intendermi...
così sciupata e bella...


Ci ho provato dove ho potuto
fino a volte a non accettare lavori o a rimanerne scioccata 
dopo averli fatti e non avere il coraggio di mostrarli ad alcuno
solo che a volte quando non puoi lavorare libero
cioè esprimere quella che è la tua arte
ma credo anche io che giustamente
o meno...
devi seguire le richieste del cliente
e allora secondo me non si sa più a chi dar la colpa dei 
fallimenti di un opera...


beh le cose diventano degli ibridi
sono abbozzate
sono in qualche modo riuscite a metà
non dico che sia il caso in questione ma il finale dell' opera di cui sopra è 
indefinibile per me
non mi piace non lo amo non lo sento
ci sono quadri moderni adesso dove invece si dovrebbe vedere tutt' altro
si dovrebbe a volte poter dire di no a lavori che non ci assomigliano
probabilmente
perchè le persone che ce li impongono non assomigliano a noi
ma è difficile a volte
specie quando per vivere si ha bisogno di lavorare


io vorrei liberare
il mio piccolo genietto e poter lasciare
andare la mia creatività
ma capisco il cliente e quindi mi adeguo
solo che l' adeguarsi non è mai stato il mio forte!
Capite cosa intendo?
Io credo che le pareti bianche siano veramente segno di 
Vittoria facile...
il bianco va bene dappertutto secondo me...ma non SULLE PARETI
ecco lo volevo dire
pensatela come vi pare
io ho detto la mia..
la vostra Marzia Sofia.

Comunque vi do un consiglio..MAI PARETI BIANCHE MAI!
c'è sempre una tenue alternativa...
Bianco ...solo sui mobili!

23 agosto 2013

Restyling di una pittura Murale Gustaviana


Su questo lavoro cari amici ho ben poco da dirvi...
voglio solo che vediate le immagini
moltissimi di voi che mi seguite 
ne avete viste a volontà
ma
voi che non siete su Fb e che non siete miei fan sulla pagina Fb
Atelier Gustavien Marzia Sofia Salvestrini
forse gradirete vederne ancora qualcuna
le cose belle si vedono volentieri no???
quindi vi mostro solo immagini senza parole
Buona Visita!!





























spero vi siano piaciute..
A presto
la vostra Marzia Sofia

21 agosto 2013

Io Francesca e le Rose....


Buongiorno amici del mio Blog


Per quanto uno riesca a fare del proprio meglio nella vita
c'è sempre la possibilità di migliorare


certo è sicuro che ad un certo punto
non si riesca a fare di più...
e si pensi di aver fatto il massimo


ma in realtà è solo il nostro massimo...
E il nostro massima cambia
nelle stagioni della vita...


Da giovani pensiamo che tutto sia infinito
che non ci siano limiti al potere e al sapere


poi ci accorgiamo che quello che possiamo fare
è anche limitato da determinate circostanze




quello che sappiamo è determinato 
dal tempo che ci impieghiamo per saperlo...


Ciascuno di noi ha tante scelte e
a volte è molto difficile capire
quella più adeguata


però se si possono migliorare le cose
si può anche
decidere di provare a farlo
In ogni caso
il risultato sarà comunque incerto
ma la decisione ci farà proseguire nel cammino
e quando si cammina
da qualche parte si arriva per forza!

La vostra Marzia Sofia

vi ho mostrato il restyling dei tralci floreali
della mia Cucina Gustavian Chic
più famosa...
Il rosa ci piace...oggi...
sarà perchè ci illude di poter rendere il mondo più roseo????


Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...