8 agosto 2011

Mia mamma all' Atelier....



Questi che vedete sono i miei genitori




forse li conoscerete se seguite i miei post
forse no...



Il fatto è che nemmeno io li riconosco



Un pò per il fatto che sono andata a vivere lontano da loro 
a ventanni o poco più...



e considerato il fatto che ero arrivata a casa 
che avevo sette anni
(Prima vivevo con la mia nonna paterna...)
li conoscevo poco...


poi ho vissuto dieci anni in Germania 
e venti in Liguria
 così....quasi non li conosco..
Io non ho niente di loro... se non di estetico
non ho la loro fede politica ...non amo il loro pane sciapo..
non mangio frutta e verdura di cui loro si nutrono
non ho una vita inquadrata e perfetta come la loro...




Di sicuro non riconosco in quel vecchio signore 
ancora bello ma molto malato( ha avuto due ictus) il mio splendido babbino 
l' atleta che era il duro che era
 la sua forza con me 
la paura che mi incuteva solo con un sguardo
ma con lui bene o male i conti tornano...
 il più e il meno si equivalgono e 
producono un equilibrio....




e però quello che mi sconcerta positivamente...
è che non riconosco in lei la mia nemica.
E non riconosco nemmeno
a donna più desiderata e ammirata della città... forse la più bella ...
come dicevano in molti
quella che aveva lunghi capelli fino alla vita e la minigonna
corta fino al sedere
e la prima cinquecento
con la quale ci portava da sola al mare io e mia sorella 
con me che le facevo da guida...



lei non la riconosco più...
 non perchè il maledetto Morbo
l' abbia cambiata e le impedisca di usare quelle mani 
con cui per una vita ha ricamato splendidi fiori...
Ma non la riconosco..
perchè la veccchiaia, per quanto sia brutta e invalidante 
e distrugga coscienze ed esistenze 
 attenua i rancori stempera le angolose spigolature dei caratteri
addolcisce il sorriso... 
e una mano che ti carezza una coscia ( la mano di mia madre ) 
per me improvvisamente vale più di mille milioni euro
e del passato non voglio e non posso ricordare nulla....



So solo che 
mi sento improvvisamente simile a lei
e ci ho messo una vita per non volerle somigliare...
anche se so che il ricordo dimentica
adesso penso che avesse ragione a dirmi quello che mi diceva
adesso penso che fosse amore anche il suo odio e forse non è così 
edulcoro i fatti per riconquistarli...
cancello il rancore per poterla amare....
Aveva ragione a volere per me uomini diversi?
Aveva ragione a volre per me una vita diversa?
Aveva ragione a pensare sempre di convincermi che la ragione era la sua?
che io avrei dovuto essere per lei quello che lei non era stata in grado di fare?
mah chi lo sa?
forse solo in una cosa sbagliava...



se è vero com'è vero 
che entrando in questo mio tempio 
una specie di mausoleo che mi sono eretta ..dedicato alla mia povera arte..
è rimasta in silenzio 
e ha detto qualcosa che non dimenticherò




"Però.... che sei un genio lo avevo sempre saputo 
ma qua hai superato te stessa...."
Ho passato una vita a cercare di compiacerla..
tutto quello che ho fatto è stato cercare la sua approvazione
ed ora finalmente...malata e stanca....
forse ha capito chi sono ed ha imparato ad accettarmi..
forse ad essere perfino un pò orgogliosa di me...
proprio adesso che non faccio più niente per farmi accettare...



credevo ormai di non doverlo più dire 
di pensarlo solamente 
ma pensavo di non riuscire a dimenticare 
i nostri litigi le nostre discussioni
 le nostre assolute assurde incomprensioni..
Eppure questa volta è andata liscia...




non abbiamo mai litigato...
siamo state due amiche..
quello che avevo sempre sognato e forse anche lei aveva sognato
e non ci eravamo mai riuscite...colpa mia colpa sua ...cosa importa di chi è la colpa?
Conta solo una cosa che abbiamo imparato a parlare l' una la lingua dell' altra...
e allora Mammina
 lasciamelo dire.... lasciatelo dire.... una volta sola 
ma forte forte...



mamma ....TI VOGLIO BENE!!!!!!!


La tua Marzina...
( scusate l' orrore del soprannome...)

PS . forse mi avvicinerò  ai miei genitori per star loro più vicina
forse prenderemo una casa insieme..
forse mi occuperò di loro...
forse invece di fuggire sempre ...troverò fialmente la mia pace....
forse...


Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...