23 maggio 2012

Come fu che Casa da Sogno si interessò a me, prima parte


Amici vi ricordate com'era cominciata con Casa da Sogno?
Voglio raccontarvelo ....poichè sta per uscire un altro articolo 
sulla mia attuale casa e voglio farvi un riassunto.
 Si parla di ormai quasi un anno fa 
quando la giornalista di Casa da Sogno
mi contattò, chiedendomi se ero interessata
ad apparire sul loro giornale con un servizio circa il mio B&B
io dissi naturalmente si... con la mia solita noncuranza e spensieratezza
come mi ha insegnato mia madre ...pensa male per trovarti bene
e mi dissi, ma figurati... succederà sicuramente qualcosa...
le cose troppo belle non accadono quasi mai.






IO NON HO DETTO che condivido questa teoria di mia madre 
ho solo detto che la feci mia)
invece... era una cosa seria. 
Dovete sapere che non è più come una volta
ormai i tempi e la crisi sono quello che sono anche nell' editoria e 
le riviste non mandano più i loro fotografi etc etc 
giustamente, non pagano prezzi o altro...
 loro danno pubblicità, in cambio di quello che tu dai loro
o perlomeno non lo fecero con me....
così sull' onda dell' entusiasmo... 
 ma sempre col mio solito scetticismo di fondo
io decisi di chiedere ad un amica 
di cui non farò il nome 
ma che voi tutti conoscete, poichè ha un famosissimo Blog
se mi desse una mano a fotografare la casa e l' Atelier
lei rispose di si..e io, grata,
la ospitai con la sua famiglia nel mio B&B 
dando loro il pianonobile dell' abitazione quello rimasto praticabile
e offrendo loro un week end da sogno dalle mie parti...
in riva al mare al confine tra la Liguria e la Toscana




Lei venne...quindi 
munita di famiglia e di cagnolino 
(adorabile, sia la famiglia che il cane)
e lo fece, in concomitanza con l' inaugurazione del mio Atelier
a Luglio dell' anno scorso
come che fu
purtroppo, non ci capimmo su alcune cose, lei fotografò
l' Atelier e sopratutto dei particolari di esso,
e quando mi spedì i provini delle foto...
accadde qualcosa, che ci è poi costato l' amicizia
anche se io ce l' ho messa tutta per farmi " perdonare" 
pur essendo sicura di non avere tutte le colpe
lei non ne ha più voluto sapere.





Le sue foto erano molto belle dal punto di vista tecnico
e alcune bellissime nel particolare
e nei giochi di luce e ombre
ma non furono scelte dalla giornalista
Io nel frattempo riconoscendo che quello che la giornalista mi chiedeva era
diverso dal lavoro svolto da lei chiamai Luca.
Avevo istruzioni precise su cosa la Rivista richiedesse 
e quelle non erano adatte se pur belle
Luca e io anche perchè sotto pressione per i tempi
che nei giornali sono lunghi per la pubblicazione ma stretti per l' invio
ci demmo da fare ma sbagliammo secondo me alcune cose
Nel frattempo un altra rivista del settore Sono tre le più importanti
mi richiese foto dell' Atelier in visione io gli mandai quelle fatte da me 
che erano belle... ma tutte... tecnicamente imperfette
insomma furono momenti concitati.





 Come che fu la prima di queste copertine 
vide la luce nel Novembre 2011
dopo che ci lavoravamo da un pezzo le foto furono fatte 
nella mia casa di allora
quella che quando il lavoro uscì 
avevo appena lasciato, causa svariati cambiamenti nella mia vita
nell' ottobre 2011.



La rivista col mio lavoro in copertina..
uscì insomma il 25 ottobre 2011...
il giorno prima del mio compleanno..
quale regalo migliore?
Io ero in Auto, di ritorno da Roma 
quando al casello di Roma Nord 
lessi sul mio I Phone il grido di Silvia del Gaudio
un amica di FB
che sul mio profilo scriveva 
Marziè
sono impazzita 
oggi quando alla mia edicola preferita 
ho comprato il mio giornale preferito
e ho trovato la mia regina preferita
il cuore mi batteva forte
ero veramente felice ed orgogliosa
che fosse successo davvero....
 io  e stavolta io da sola 
ero riuscita ad essere con la mia presenza 
anche piuttosto forte su di un Giornale Italiano 
se leggete la Storia del mio lavoro
sapete che in Germania ero molto conosciuta 
anzi direi famosa, ma in Italia
debbo dire anche se non proprio sconosciuta 
ma non così conosciuta
se non nel mondo del Web.







Avevo si, già avuto qualche riconoscimento, 
su altre riviste di settore 
ma purtroppo quello che mi si richiedeva 
erano foto che io avevo in troppa bassa risoluzione 
cosìcchè l' articolo che doveva uscire 
con pagine e pagine del mio lavoro non uscì 
se non con un piccolo servizio di due pagine 
nel quale si vedeva in parte un lavoro 
che avrebbe meritato di meglio
all' inizio fu così... 
le giornaliste che mi cercarono parevano impazzire per il mio lavoro
e per me ... tanto che a volte mi chiedevo 
mah è il colmo che loro mi trattino con una tale deferenza e attenzione,
sarà il rispetto della veneranda.. 
mi pareva stranissimo...  in fondo io ero grata a loro...
e come mai loro lo erano così grate a me???
Ma poi non so come mai ,
tutto dopo la prima esperienza 
che uscì nel Novembre del 2012 si era tutto arenato
e di quella giornalista non seppi più nulla 
sparita completamente
tanto che sospettai che persone alle quali avevo confidato il segreto
mi avessero in qualche modo sputtanato
non so come... e mi avessero messo in cattiva luce
con la suddetta che da allor non si fè più viva...
nemmen per un saluto.

Vedete l' esperienza mi ha insegnato che 
io le cose le guardo dall' Alto...
son sicura che molti di voi che leggeranno questo
di fretta magari col nipotino che le reclama 
o col figlioletto che piange nell' altra stanza 
o il marito già coi piedi sotto il tavolo 
che smangiucchia e guarda inebetito la tv etc etc 
non capirà... e se qualcuna, si prenderà la briga di rispondermi
mi dirà
tra una pentola e la cipolla che la fa piangere..
ma Marziè non te la preeeendereeee...
ecco... non c'è cosa che mi fa più incazzare 
di quando mi si dice di non prendermela!
IO NON ME LA PRENDO
MAI
ahahahahah
non per queste cose...
sorrido e vado avanti ... ne ho viste talmente tante...
che quasi niente ormai, più mi colpisce..
Conosco qualcuna di voi 
che poi sul commento scriverà apposta 
Marziè non te la prendere...
e allora vedrò di non prendermela nemmeno se mi dicono di non prendermela 
e se ci scherzano su...
Mi rendo conto che avete da fare 
e questo post è diventato lungo lungo... lo finirò domani..
so che odiate che vi lasci a metà 
ma c' ho da fa anche io che vi credete???
Il resto ve lo finisco domani...


Marzia Sofia




Essere o non essere diversi questo è il problema.

 A me non piace mai, essere come gli altri,  ma a molti di voi piacerebbe essere come me... Una cosa bruttissima da dire  ma è un ...