15 giugno 2012

Chambre de Charme. L' Atelier Gustavien


Cari amici.....
squillino le trombe rullino i tamburi...
ricordate le novità che vi avevo accennato?
e' arrivato il momento...
ve le svelerò piano..
seguitemi,e vi guiderò alla scoperta di un qualcosa 
che ha veramente il sapore delle favole...


mi chiedo
sareste contenti se vi dicessi che
il mio Atelier si veste di un altro ruolo,
inaspettato insolito stupefacente?



un ruolo che pure gli è consono 
come ho improvvisamente scoperto
un giorno, in cui 
guardandomi intorno
mi son detta...
perchè no???



Ho pensato a tutte quelle persone che 
me lo hanno suggerito,
così senza volerlo
dicendomi quello che poi mi ha fatto riflettere
e infine dopo averci a lungo pensato
ho deciso che i tempi erano maturi...


Amici
non vi piacerebbe vivere l' esperienza fantastica di 
vivere e respirare l' aria Bohemienne
di un vero Atelier d' arte?



situato all' interno di un antica cittadina 
perfettamente conservata
piena di ristorantini all' aperto 
sempre alla ricerca di succulente 
ricette da Gourmet?


oppure pranzare 
in intimità
in un antico palazzo 
dalle mura affrescate...




Specchiarsi 
per una volta...
in una realtà scenografica 
quasi da sogno
per un week end romantico 
o una settimana di totale passione
e di solo mare?


assaggiare 
il gusto della focaccia ligure 
appena sfornata
in una delle tante panetterie tipiche 
o un piatto di spaghetti allo scoglio
coi Mitili del luogo?


fare il bagno in una vasca d' antan 
lasciarvi fotografare mentre vi ci immergete
al lume tremolante delle candele accese
sotto un baldacchino principesco
con una coppa di champagne
offerta di benvenuto?


Prepararvi ad uscire per visitare 
i vari antiquari che riempiono la cittadina, 
e visitare Portovenere
Lerici le Cinque terre 
prendendo comodamente
 il trenino giornaliero che è il modo più semplice 
più conveniente e sicuro 
per raggiungerle,
dato che la stazione dista cinque minuti a piedi...?


Cenare la sera a lume di candela
nella corte interna romantica e solitaria 
piena di verde
cullati dalla luce della luna 
immersi tra cimeli e ricordi 
apparentemente buttati li 
ma studiati precisamente..


Imparare lo Shabby
godere di un epoca Gustaviana
scegliere piccoli souvenir antichi
farsi massaggiare da un maestro di Reiki
farsi preparare una cenetta romantica a lume di candela 
con un foto shot omaggio?


vivere insomma...
 un sogno ad occhi aperti
invece di infilarsi in bolge moderne 
sterili e nude...
restare nel sogno 
di un epoca lontana 
ormai sbiadita nel tempo 
ma non nella memoria?


Potrete portare con voi 
anche i vostri bambini
c'è un comodo divano letto per i grandi 
e un lettino recintato per i piccoli
tutti i vostri bambini fino a tre...
possono dormire li...



Oppure un atmosfera fantastica
senza gli obblighi
di un orario prestabilito
di un dovere da rispettare...
godersi la libertà di una vacanza 
da non dimenticare...


e per voi  single o innamorati o...
amanti
la camera più bella quella sul soppalco


vicini ma lontani
soli ma seguiti
ogni vostro desiderio una sfida per noi...
Finirete
per essere avvolti dal paradiso
e  cullati dal sogno ad occhi aperti
Un esperienza unica...
 da raccontare...
a prezzi veramente ragionevoli....


Ok Amici


L' atelier
diventa 
Chambre d' Hotes de Charme 
potrete soggiornarvi e 
viverci le vostre vacanze 
settimane o anche fine settimana
decidete voi...
(a richiesta i prezzi)
scriveteci
su marzia_sofia@hotmail.it
per le prenotazioni

io e mio figlio 
che come sapete abbiamo già gestito in passato 
un B&B
vi aspettiamo numerosi 
a Sarzana
vedrete che non ve ne pentirete...











PS Siamo tutte innamorate della Francia ma 
chi non ha visto le Cinque Terre 
non può fare confronti!!!
SONO UNICHE!





13 giugno 2012

La camera Gustaviana, ispirata a Sorby....parte seconda


Eh carissimi... eccoci qua... anche stamani di nuovo
a parlarvi...di quello che è il mio lavoro...
che poi è così connesso 
e annesso alla mia vita, da farne parte integrante.
Come si sa 
i miei ambienti non risultano decisamente
mai...semplici, ma appaiono
volutamente complicati
se pur integri nella propria bellezza.
Io non amo il vuoto...


gli architetti moderni generalmente 
ci hanno convinti che il poco sia di più
ma io nutro dei forti dubbi, perdonatemi,
forse il vuoto essendo la foto piatta,
è solo più bello da fotografare?
Ma noi veri, non viviamo 
nè vogliamo vivere nelle loro foto
noi viviamo (a volte purtroppo) nella realtà...


e siamo pieni di ogni cosa...
Io per esempio vengo spesso accusata
di essere un pò barocca 
un filo debordante
esagerata
nella mia personalità...
E'... cari miei, che io sono piena di tutto.
Ho tutto e di tutto di più!
eppure non sono ricca
(proprio forse per questo...)
queste foto mostrano la Vita
quella vera.. 
ci sono il letto sfatto 
la borsa abbandonata sopra i cuscini per terra...
e decine di altre cose 
messe lì a caso...non sono posate queste foto 
sono prese a caso 
nei momenti in cui mi guardo intorno 
e vedo che mi piace...



Possiedo, come tutte voi scommetto,
 decine e decine di scarpe e borse 
numerosi cappelli
collane e collanine  e braccialetti a sfare...
tremila soprammobili ...souvenir e ricordi
di una vita
collezioni di cavalli
e altro
quadri oggetti vari i più disparati
e libri...
Ho centinaia di libri e riviste d' arredamento
e non mi bastano tre biblioteche sparse per casa
per contenerli tutti



aggiunti a quelli di mio padre 
non mi bastano altri due garage 
per raccoglierli tutti
e poi voce preoccupante
ma immancabile... insostituibile... 
panacea di tutti i malesseri 
e gli sturbi d' animo... e di tutte le insicurezze
vogliamo parlarne ?
Vogliamo davvero?
I vestiti...
ah le dolenti note...
dei vestiti?


non mi basterebbe un anno fatto di 700 giorni 
per indossarne uno diverso al giorno
ma è che...
da venti anni non cambio taglia (L,XL) 
così,
 non butto via niente
 e sapete che ormai...
con un pò di buon gusto 
e un minimo di coraggio nel buttarsi
si può essere eleganti o spiritose o divertenti 
o giocare a volte alla Audrey 
come faccio io
con un semplice tubino nero 
un braccialetto di perle finte
un paio di decolltè
(anche se lei portava le ballerine, 
ma allora gli uomini erano dei tappi,
 e le donne delle lillipuziane)


e via pronti per apparire,
a volte quello che non si è!
Grazie a questi mezzi informatici invece
quello che è la nostra personalità
il nostro essere più vero, può essere spiegato
e forse compreso, da più persone.



Pensate che quando ero più giovane
 erooo di un timidoooo...
e il male è che quando lo sei 
pensi di essere la sola ad esserlo... 
e non sai che per tutti è lo stesso..
Allora
tutti mi guardavano 
ed io credevo mi criticassero
ci mettevo un ora a scegliere l' abito con cui uscire 
e avevo sempre bisogno della scorta
forse anche per quello mi serviva un uomo
eheheh
e prendevo il primo che aveva l' ardire di proporsi...



Ormai ...
vivo chiusa nella mia stanza
e non ho più paura 
solo non ho più voglia di uscire
almeno quando non viaggio
e per fortuna lo sapete, viaggio spesso 
che altrimenti morirei seppellita dentro le mie cose..
il mondo che ci protegge 
è sempre dentro la nostra stanza
quindi io mi ci chiudo 
e apro solo questa finestra il mio Blog
quello da cui vi parlo...



spesso mi si dice che dovrei usarlo per lavoro 
e non dovrei scrivere di me
ma ormai lo sapete, ve l' ho detto tante volte..
 è il solo modo che ho di comunicare col mondo 
circondata dalle mie cose 
e da ciò che amo
solo qui mi sento bene protetta capita...
accettata...



solo... nel mio letto... la sera...
mi guardo intorno... e so,
 che quello che è mio, mi assomiglia
è perfettamente conforme a quella che sono... 
sa di me..profuma del mio essere..
suona le mie note fossero anche stonate
qui non ho bisogno di chiedere e ricevere
qui sono io...me stessa la mia storia
i miei fallimenti e le mie vittorie
e non me ne frega niente 
di quello che pensa la gente!!!!

La vostra Marzia Sofia


Ps queste non sono le immagini conclusive del lavoro nella mia stanza
quelle le vedrete ancora
e come sempre 
anche pubblicate su Casa da Sogno
intanto andate a prenotare il nuovo numero
in edicola a giorni
che vi mostrerà altre parti di casa mia
nell' articolo 
Il Gustavien di Marzia Sofia


speriamo che vi piaccia
altrimenti perdonatemi...
se piace a me...


12 giugno 2012

La camera Gustaviana, Sorby Svezia





Ci sono cose 
che nessuno vede
solo tu stessa le vedi...
sono angoli di sguardo
centimetri di visioni
epoche infinite, 
finite in un secondo





e poi ci sono uomini
e donne e... cose
e tra le cose..  La Vita..
quella che si vive
quella che non si vive,


quella che si vorrebbe vivere
e quella che non si vivrà mai
ci sono cose
che hanno anime
diverse
dai nostri giorni
 anime e cose ...sogni che non si avverano
e quelli che nemmeno speri si avverino
poi ci sono i figli ..
loro..
i figli
quelli che son diversi
da come li vorremmo
ma che non cambieremmo mai
con nessuno...

c' è il lavoro...
che per alcuni si fa passione
e che per altri è....
passione che si fa lavoro

per me è così
forse se ci penso bene alla fine son fortunata...
anche se molti
proprio quelli che mi stanno vicino...pensano
che io non lo sia..

chi mi conosce sa quanto ho lottato...
quante battaglie ho perduto
ma come mi  diceva
qualcuno che stimavo molto
i morti
si contano alla fine della Guerra


spero che il futuro mi sia amico
prima ancora che regalarmi
mi dia
quello
che ho tanto pagato

 nessuno potrà togliermi
quello che mi son presa
perchè non l' ho rubato
ma solo duramente..
tenacemente
testardamente
lavorato.

e ora che i miei sogni ...
dicono... si avvereranno
mi guardo intorno
e ho tutto quello che ho sempre desiderato..
Tutto
meno l' Amore,
dell' uomo che ho sempre amato
ma... bisogna accontentarsi..
in fondo, che si può fare???


Ps questa è la camera da letto Gustaviana
ispirata a Sorby un castello Svedese
presa da un immagine sulla copertina di un libro
Case svedesi di Lars Sjoberg

(In fondo vedete che essere soli hai suoi vantaggi
credo che un uomo non ci dormirebbe mai..
a domani il resto della trasformazione.)

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...