2 marzo 2011

Case di amiche. La casa di Susanna.



Sue  è un personaggio che molte di voi conoscono...
ma forse non abbastanza...
così ve la presento... per la serie 
Case di amiche
si tratta, di Susanna Tesini...
lei ha un bellissimo blog colto e intelligente spesso anche un pò difficile 
da seguire tanto ha sfaccettature che non tutti possonoo meglio sono in grado 
di
apprezzare...
Su Fb di solito ci mostra foto bellissime




queste però sono, in un anteprima di cui sono molto orgogliosa,
 le vere foto della sua casa...



                                                                e dei particolari della sua casa...


notate la bella pittura murale...


                                                                  scorci di grandi atmosfere...


particolari curatissimi




angoli straordinariamente 
 delicati e sognanti
ma con carattere...


non serve commentare l' originale tessitura di queste immagine...
il fine accostamento dei colori


l' originale  premura negli accordi


la scelta degli accordi più armoniosi...
Vedete ...cosa significa inventare creare ...ispirarsi ?



e vincere la moda e le convenzioni...



trovo questa porta di una bellezza unica...



ogni piccolo particolare è studiato con amore 
e adattato ai propri sogni
quelli realizzabili 
quelli che stanno in attesa di altri sogni meno realizzabili.. 
ma pur sempre in attesa...


fin qui le foto di casa sua...ma ..

Susanna è bravissima anche a trovare immagini fantastiche
sul web 


ha un gusto indiscutibile ... un gusto che trovo eccellente


ma... sentite cosa dice di se stessa interrogata da me.
..
allora ti diro' che per lavoro e diletto ho viaggiato il mondo 
soprattutto gli States dove ho un fratello , 
in famiglia siamo un po' tutti artisti...
io disegno e dipingevo.
.ho ritratto le maggiori chiese di Roma 
e fatto una tesi in inglese sul "non-finito Michelangiolesco"...
Michelangelo e' la mia MUSA..
.il ricamo e' arrivato piu' di 20 anni fa' 
suggerito dal mio neurologo dopo una crisi depressiva e poi...
beh lui se n'e' andato il ricamo e' rimasto..
meglio cosi'...alterno tecniche diverse dal decoupage alle patine e dorature, 
ho lavorato con amici in gruppi di restauro 
ma sono auto-didatta..guardo e assimilo...
e la digestione e' lenta! 
Amo la provenza ma sono creativa 
e devo sentire la mia presenza dove vivo quindi creo ...
non amo le imbiancate 
ma adoro i segni del tempo preferisco la ruggine e i tarli alle carteggiature..
..ah datemi un fregio e mi farete felice...
stucchi fregi e grottesche sono i miei migliori amici!!



Susanna come me, non ama il tutto bianco...


però ama anche il legno scuro, che invece io non amo



Mmostante ciò non si può non ammettere 
che questa casa ha una sua personalità ben precisa e 
assolutamente studiata è una casa 
dove tutto ha un suo perchè.. un suo modus vivendi..



Susanna ...o Sue come lei si firma 
conosce bene l' inglese ha lavorato 
per la trans world airline
 ed è Romana anche se vive al nord 
di lei si sa che odia la nebbia e ama il sole
...ha un bellissimo cane ,Mistic col quale fa delle passeggiate lunghissime 
e fotografa in maniera magnifica tutto quanto trova..
vorrei farvi vedere tutto quanto lei fotografa
 ma non mi basterebbero dieci post...
da notare anche il suo ultimo post sul blog  
riferito alle case d' appuntamento 
o anche le sue foto sui tetti di Parigi...o le strade di Milano 
e delle gallerie di Brera nei pressi dell' Accademia che lei ha frequentato...


E' una gemella, nel senso che ha una sorella talmente uguale a lei 
che a scuola si scambiavano i ruoli 
e non si sa chi delle due abbia preso la maturità....
Con quello spirito Romanesco inconfondibile...
oltretutto è una gran parlatrice colta vivace e intelligente, 
ironica e dissacratrice pur che molto religiosa...
Mi piace Susanna... peccato non essere vicine...
tra me e lei non si sa chi parla di più...
ma al telefono ci siamo ascoltate a vicenda e amate subito...
solo che adesso non mi vuol sentire più il mio argomento preferito 
ha un nome che in molte cominciano  a non poter più sopportare eheheh

Ah Che donne che si conoscono su Fb!!!!
e... dimenticavo visitate il suo blog!!!
vittoriana.blogspot.com



Sue I Love You!!
la vostra Marzia- Sofia


1 marzo 2011

La mia vita....Il successo.


Oggi amiche mie voglio parlarvi del successo...

Per quanto tempo si può attendere 
il successo?
Come lo si capisce quando sta arrivando?
Può far male a chi non ce l' ha il successo? 
Arriva subito o in realtà non arriverà mai ?


Come si fa a capirlo? 
Se arriva immediatamente
lo si capisce è chiaro, ma quando tarda ad arrivare,
che si fa? si tiene duro o si molla... 
quando, è il caso di gettare la spugna?



Io sono anni che credo in quello che faccio, insisto 
ce la metto tutta...anche contro tutti...
ma...
Mi chiedo spesso 
quanto tempo occorre perchè un artista un artigiano 
un precursore un antesignano come si dice...
sia compreso ...capito apprezzato ?


Capire  Comprendere Accettare
quando si comincia a capire che è l' ora?
Quando si percepisce l' arrivo del successo?
sono solo i soldi che lo delineano...?
e poi alla fine, è veramente importante il successo?

Dicono oggi, che 
il genio non sia mai incompreso...
dicono che qualcuno che veramente vale...
sia sempre compreso...
anche se in realtà gli esempi di geni che sono rimasti incompresi fino alla morte
è piena la storia
Van Gogh non ha mai venduto un quadro in vita sua...
da vivo...



Quando anni fa mi sono inventata questi candelieri  
o lampadari da tavolo 
 o come si chiamano in francese...Flammbeau o Girandole...

ero convinta che fossero bellissimi...
secondo me non avrei potuto non essere capita..
li trovavo così  meravigliosamente 
perfetti  
anzi perfettamente meravigliosi 
che mi aspettavo che ciascuno li capisse...

senza ombra di dubbio...


li guardavo e sognavo
pensavo che qualcuno avrebbe dovuto capirne la bellezza 
e sognavo che ci fosse qualcuno 
magari il manager 
di una grande catena di arredamento 
che me ne ordinasse qualche centinaio...
anche se poi sapendo quanto è difficile produrli 
non avrei certo saputo come fare....




In verità ne abbiamo fatti molti  io e il mio compagno...
considerati i costi abbastanza elevati 
dovuti al prodotto e alla realizzazione...
ma non hanno mai sfondato del tutto
specialmente
qui in Italia
non sono stati capiti....
all' estero invece molto di più...
eppure io li trovavo così belli....




Ma che ne so io di cosa è il successo?
E' il risultato economico, o la soddisfazione di aver fatto sempre 
nella mia vita 
tutto quanto mi piaceva...?

Spero di capirlo prima che sia troppo tardi...
non vorrei finire come la Merini... o forse si...?

La vostra Marzia-Sofia






27 febbraio 2011

La mia vita. E' tempo di Carnevale...


Fin da quando ero bambiina 
adoravo il carnevale...


era la festa in cui si poteva diventare 
quello che non si è..
e si poteva essere quello 
che si diventava...



Quando son diventata grande...
non ho perso il gusto del travestimento...

Vedete questa foto...
è stata scattata al Carnevale di Viareggio
si trattava  il carro dedicato a Pinocchio 
credo fosse il 1982
io sono la fatina più in alto 
quella sopra al carabiniere 
(quella sotto era Emilio ehehehhe
come si può notare dalla mutanda rossa...
piuttosto imbottita...)
scusate la volgarità...



Quando per la prima volta 
mi chiesero di interpretare Ondina
quindi ...di fare la madrina del carnevale...
accettai con gioia ricordo il freddo cane...
era divertente la preparazione l' attesa e poi il debutto
 mesi e mesi di lavoro e di prove...
molti tra la folla gridavano " tu non sei un Ondina
 sei un Ondata!!!! "riferendosi alla mia stazza...ehehehhe
nonostante tutto mi divertivo...
anzi mi piaceva proprio!!!
Così
accettai subito quando me lo chiesero...
non mi parve vero...



avevo ventuno anni
e mi ero appena fidanzata col mio primo marito...
mi sarei sposata l' anno dopo...



Eravamo vestiti da diavoli 
e mentre giravamo per i rioni


 una coppia di burloni ci invitarono 



a far parte di quel gruppo di persone di ogni estrazione sociale
 che per anni sarebbe stata la nostra
compagnia del Carnevale...
c'erano persone ricchissime e popolani ma il carnevale ci univa...


Io
mi disegnavo i costumi da sola 
e li realizzavo non si sa come
con una macchinetta da cucire che nemmeno sapevo usare...


io ero insomma la madrina...
aprivo le danze...e la manifestazione... assistevo all' inaugurazione ero  
sempre in prima fila... 
e rappresentai molte volte la maschera di Viareggio 
anche nei programmi che ospitavano delegazioni dei carnevali...
ero insomma Ondina
 la maschera ufficiale del carnevale di Viareggio 
e lo sono stata dal 1981 all' 87 quando nacque Ty...
e per due anni anche dopo...



Avrei dovuto essere orgogliosa.... sicura di me 
e invece 
ero sempre a cercare mio marito...
ero una gelosa patologica..



.mi sentivo una nullità 
e invece lui era ricercatissimo dalle donne 
sicchè..



(quello vestito da pagliaccio è lui...)
sia come sia...
anche quello che avrebbe dovuto  essere gioia e divertimento 
si tramutava in una
preoccupazione..


stavo sempre a guardare dov'era ...
a cercarlo dovunque...



Ero la reginetta del Carnevale....
curavo anche la realizzazione dei costumi di tutta la compagnia 
che erano tutte mie creazioni...
avevo un sacco di corteggiatori ...
ma non mi godevo niente...





eppure ero carina...
ed ero sempre al centro delll' attenzione 
ma la mia insicurezza era anche essa patologica...




e mi rendeva tutto difficile.. 
Ricordo ora, con un sorriso quante volte 
lo cercavo e lui era con la nuova ragazza  di turno...
credo di averlo lasciato proprio per questo---
ero trooooppo gelosa !!!!!!!
e lui era un Dongiovanni impenitente!!!!




Vedete la piccola ape sulle spalle di suo padre ?
E' Ty naturalmente....dio che bello che era...
 me lo mangerei anche adesso!!!!
.

Vedete i costumi compreso quello del piccolo erano il risultato 
di metri e metri di finta pelliccia appezzata a fare i colori dell' ape Maya

e poi 
quelllo da brasiliana con le balze di tutte dai mille colori
quanto lavoro e quanto divertimento ...
lassù in quella gabbia a fare la libellula...
Purtroppo non mi è rimasta nemmeno una foto dell' anno in cui fui costretta 
ad indossare il vero costume di Ondina
eppure erano pieni i giornali...
costumi tutti 
By Marzias Design


non male no?

Buon Carnevale amici e divertitevi se potete!!!!

la vostra Marzia-Sofia

26 febbraio 2011

Pensieri. La mia vita dove va?


Spesso care amiche

partire da casa per andare alla posta ... può essere un viaggio del pensiero....


la mente spazia verso la nebbia all' orizzonte e ti sembra che tutto sia oscuro



uno sguardo al fiume e uno alle nuvole cariche  che si dipingono nel cielo


e l' anima diventa grigia e nera...
siamo tutti in silenzio di fronte alla natura



eppure quando osservi il passare delle stagioni 
dentro di te, ricordi..



ricordi le persone che son state con te in quei luoghi, 
ti chiedi quello che ci avranno visto



che ciascuno ha una sua particolare visione  , 
anche distorta delle cose,


spesso il tuo orizzonte 
non è quello dove vorrebbero arrivare gli altri...



spesso un luogo 
per te non ha il significato che ha per gli altri...


 e  magari quello che per te significa felicità 
per gli altri è dolore



il significato delle cose è orribilmente oscuro a volte ...
poi lo guardi... e di colpo senza che te ne accorgi


ti illumini...e
... hai capito tutto!!
Eppure era così facile... ti dici...e cammini ancora un pò...

La vostra Marzia-Sofia

....














La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...