15 aprile 2012

Inaugurazione Shabby and Charme


Sabato 14 Aprile

una seratona mi attende...scaricata dal cavalierenonservente
mi attrezzo di figlio e 
dopo un ultima controllatina allo specchio...vadooooo
Inaugurazionde dello store di Anna e di suo figlio


arriviamo nella splendida La Spezia
che piove a sprazzi
parcheggio niente
ombrello manco
 la pioggerellina insistente ci scombussola i piani


le scarpe non vanno 
fa caldo e fa freddo
l' aria è grigia
ma già una vetrina scintillante
ci sfida
entriamo???


Ho appena incontrato Grazia 
dopo un anno e ci siamo abbracciate forte
il negozio trabocca di gente Anna ci vede 
e si avvicina ma poi viene risucchiata dalla corrente...


nonostante tutto la acchiappiamo di fretta per una foto
si sono aggiunte anche 
Alda e Gabriella che belle che sono...
noi restiamo un pò fuori ad osservare
Abbiamo voglia di vedere
tutta quella meraviglia 
la scritta  grigia su bianco
very French...
campeggia ...all' esterno
mentre dentro scintillano le luci di due candelieri accesi
Wooowwww



io e Grazia non perdiamo l' occasione 
per farci immortalare
da mio figlio
davanti alla vetrina
e lui un pò di malavoglia lo fa....
ecco che comincia... pensa di me...



Grazia è elegantissima e bellissima
ma come sempre intimidita dall' obiettivo
si ritrae timida...
io al solito sfacciata e 
menefreghista sorrido a pieni denti
e poi penso ma che c' avrò da ridere 
meglio mettersi un pò più seria



dai su la ....incito....
ma abbiamo voglia di parlare e ci allontaniamo per un attimo 
non se ne accorgeranno


giusto un caffè e quattro chiacchere

non ci fermiamo ...
siamo un fiume di parole...
pregustiamo già la serata insieme...



abbiamo voglia di raccontarci tutto
ma con questa 
shabby Byke sulla porta....
facciamo ancora una foto...



le prime ombre stanno calando sulla città 
e la folla non accenna a diminuire...
si accalcano dentro
e si buttano su Anna
con decine di mazzi di fiori..e piante enormi
il negozio pare una serra...


faccio appena in tempo a fotografare il Front
uguale a quello del suo fantastico Blog che tutti conoscete
www.shabbyandcharme.blogspot.com


Ecco che ora immortalo
il primo incontro di Eugenia e Grazia
l' aspirante quarta..menda fa la sua conoscenza con la nostra
Prima...menda
eh ora bisognerà decidere
se farla entrare
nel gruppo delle Tre..mende



ma ecco Annina che si avventa
 su uno dei suoi tesori 
e forse non vorrebbe mollarlo..
ma qualcuno se ne sta impossessando
deve ahymè venderloo!!!!


intanto la splendida Biancaneve Eugenia
che di solito nelle foto pare La Strega 
e qua finalmente grazie alla mia modestissima maestria
riacquista il reale fulgido splendore
si agita
qua e la col prosecchino in mano
indossando uno splendido esemplare di Raptus and Rose
e uno dei gioielli fantastici della sua collezione
Hollywood


finalmente anche i miei (suoi) orecchini
che da un anno attendevano sul suo tavolo
di lavoro
stanno al loro posto,
sulle mie orecchie!!!!


Naturalmente lei esercita il suo fascino
su chiunque
e ciascun si inchini alla sua veneta favella
qui il padrone di casa sorride e
sospira....


ma poteva a sera..mancare
uno scatto...fantastico??
mio figlio morde il freno
non ha più voglia di aspettare
quando si mangia dice???
fa un ultima foto
e poi...



tutti siamo stanchi 
io e Grazia contravvenendo alle regole 
ma siamo o non siamo tremende?
ci sediamo sul fantastico divanetto all' entrata 
siamo a pezzi
cerco di rianimare la bella addormentata con un bacio
ma..
non sono mica il principe azzurro???
e d' altra parte lei
ne ha uno con se di principi
e che principe!!!!..



è stata la prima figura che ho visto 
appena sono arrivata
impermeabile color crema chiarissimo
alla Kojak e chioma d' argento...
 il mio
omonimo fa la sua bellissima figura....





la stanchezza appare sui volti
ma è ormai sera e ci aspetta una cena 
insieme
alle Grazie

e...
il resto ve lo farò vedere in un secondo tempo...intanto
guardatevi questo..
la Vostra Marzia Sofia
la regina più dispettosa che ci sia....

ah dimenticavo non vi ho fatto ancora vedere niente!!!!
eh se no
che gusto c'è ...se non vi faccio aspettare???
a domani...

Foto (mie) by Tyron Tomaselli

foto e reportage ambienti
elaborazione grafiche
marzia sofia salvestrini

14 aprile 2012

Rosa


Ah ...amiche mie 
come sarebbe bella la vita in Rosa...
leggera delicata sognante eterea
Rosa


la vita in Rosa...



I pensieri in Rosa

Il vestire in Rosa



Il creare in Rosa


L' arredare in Rosa




Il  dipingere in Rosa


Il provocare in Rosa


Il viaggiare in Rosa


Il riposare in Rosa


Il Procreare in Rosa


Il crescere in Rosa




Il leggere in Rosa


L' abitare in Rosa


Il camminare in Rosa


Rosa è bello....

PS: su su ....Anna sorridi!!!
che se non ridi tu.... qua....



13 aprile 2012

La storia del mio lavoro..... quinta puntata.


E' il 1994
l' Estate più feroce che si sia mai vista  qui al Nord
è arrivata e passata 
ripiena di sogni scoppiati  e di delusioni tatuate sulla pelle 
come un piercing indelebile...
è ormai Autunno...
mi vedete...
sto davanti al nostro quarto negozio.
Dice, ma da dove esce questo??
Ancora un altrooo ?...si un altro
Ehh aspettate che vi spiego..non correte troppo..
Dunque
Ve la ricordate ??
Mariele...
La losca figura ...
con la sportona della spesa stretta sotto braccio 
emula di Eta Beta 
e i denti sorretti da un ponte di ferro
 che nemmeno quello sul fiume Kway 
lei, con il sorriso mellifluo e la voce stridente
come un graffio sulla lavagna
si è infilata dentro la nostra vita 
in quell' estate maledetta e l' ha bruciata
 come una delle sue orribili sigarette filiformi...

ecco questo nuovo negozio è un suo...
chiamiamolo ..regalo???



Ho l' aria di un cowboy inc....
si... guardo il fotografo e non so che cosa fare
 per farglielo capire che 
c'è qualcosa che non va..in tutto questo..
che non mi va...che non ho voglia di accettare anche questo
la mia coscienza personale..
si sta svegliando
 in una parola son stufa di essere sempre la perdente 
devo reagire... devo essere sicura...
Quando le cose accadono 
quando ormai stanno accadendo
si può far qualcosa per fermarle??
E si possono rendere i regali non graditi..
o quelli che non ci piacciono?





Abbiamo aperto questo negozio 
insieme a lei
dovrebbe essere il primo di una lunga serie
Una catena di Terratoscana 
in Franchaising
e anche se questo era il mio sogno...
si è trasformato presto in un incubo...

Quando è venuta da noi 
e ha sceso quelle scale per la prima volta...
ho avuto subito un moto di ripugnanza
spontaneo...inspiegabile ma deciso.
Ma lui il mio mentore il mio amore lui che è migliore di me...
mi ha detto ...sei sempre la solita ..tu e il tuo istinto
la smetti di vedere sempre nero??
Ci porta un mare di soldi...
gliene hai chiesti a sufficienza per tutto... 
abbiamo fatto bene i conti ...
la merce la pagherà un pò per volta ..
ma il Franchaising lo paga subito
lei.. e la sua amica e poi ...
l' hai vista la sua amica?
Una riccona 
se non apriva un Terratoscana ...
stava aprendo uno di quella famosa catena per bambini
Jacada???...si lo so ...e lei mi piace
ma..
senti a me non importa... domani si fa tutto
e basta pensare male
stiamo crescendo
 presto ci sarà  la nostra fortuna...
il nostro lavoro sarà premiato 
amore ci abbiamo lavorato tanto 
creduto tanto ...lo sai no? sei la migliore... ce la faremo...
Un catena di negozi...
come aveva predetto il console...
il nostro sogno...



Ci avevo pensato un pò ..
e se Lui avesse avuto ragione?
non potevo lasciarmi sopraffare dallo spirito negativo 
ereditato da mia madre
dovevo crederci...e ci credetti...
PURTROPPO.
Era venuta.....armata di dentiera..
no scherzo ..di buona volontà...
aveva questo locale in affitto
e voleva a tutti i costi aprirne uno come il nostro..
voleva avere  esattamente questo stile... 
queste cose ...questa roba
ooohhh Addoooro l' Italia 
lei diceva...
conosceva tutta la creme de la creme di Hamburg 
aveva le migliori conoscenze
era la segretaria di un famosissimo medico 
il quale possedeva questo locale 
state attente lui era il proprietario non lei lei diceva di pagare un affitto
Insomma mi presentò
questa signora facemmo un contratto perfetto
era tutto a posto davvero
se non che....


La notte prima dell' inaugurazione
Capirete che non si poteva ormai fare più niente...
la signora Claudia ...la socia valida 
dirò solo il nome... perchè esiste veramente...
si ritirò...
sbattendo la porta con delicatezza ma con decisione...
mi disse Frau Salvestrini
non posso accettare quello che  M. mi prospetta
se litighiamo adesso figuriamoci dopo...

ecco su quel figuriamoci dopo 
io la notte non ci dormii...
Comunque chiuse il contratto
per dissapori sulle percentuali di società
con la socia pazza
e quella ...la pazza
(che ormai era sicuro che lo fosse)
 pretese che noi, 
le rendessimo i soldi... 
che l' altra ci aveva anticipato,
la metà del pattuito iniziale... 
dicendo che ce lo avrebbe reso  lei dopo,insieme al mensile
(trattavasi di migliaia di marchi)
e  fu così  che con mia grande disperazione
in un afoso tardo pomeriggio di Luglio del 1994
intraprese  da sola l' impresa..


L' Estate era stata sempre più calda 
e l' inaugurazione fu uno spettacolo
 (purtroppo le foto le conservò lei)
se vi dico che c'erano tutti ...ma proprio tutti ...
mi credete?
Ecco, c'erano tutti..
Hamburg (con Koln )
 è la capitale dei media televisivi tedeschi 
le facce note si sprecavano....
abitavano a frotte in quel quartiere...
e c'erano proprio tutti...conobbi anche una ragazza indiana
 sposata ad un napoletano
 che fu mia amica per molto tempo
chissà poi perchè i casi della vita 
( ma la reincontreremo)
ci fecero dividere...

Comunque con Mariele Avevamo un accordo...lei ...
che aveva conservato il 100%
della società 
come desiderava
avrebbe dovuto pagarci la merce 
in un certo modo che non sto a spiegare
avrebbe... dovuto....
insomma doveva essere mensilmente,
ma quell' estate faceva un caldo infernale ve lo ricordo..
INFERNALE
un caldfo mai visto..
io chiamavo ma rispondeva sempre la commessa 
diceva 
che Frau Mariele non c'era ...che anche lei non la vedeva...
etc etc 
Non che io fossi onestamente molto interessata 
a rivederla 
perbacco no??
assolutamente!!
ma insomma...se mi avesse portato quello che mi spettava
o almeno un aparte... 
avrei potuto pagare i miei fornitori con più solerzia
e avrei potuto anche pagare un avvocato migliore 
per la causa di concorrenza sleale 
con l' altra str.. del negozio vicino
 e avrei anche potuto...coi soldini che avevamo messo da parte
 comprami una casuccia
 che avevo visto in Italia
beh insomma...abrei fatto i fatti miei...cribbio...
maaaa... sapete quando la rivedemmo???
dunque fatemi pensare ...
numble numble numble
ah ecco... io non l' ho ancora rivista ora,
dopo diciotto anni
pensate un pò....

Così ...ereditammo il negozio..
e con esso
oltre a un mare di debiti suoi 
( affitti arretrati e merci acquistate per lei)
ereditammo anche qualcosa 
per cui forse ne valse anche la pena...
ereditammo
  Frau Miller la commessa,
nonchè 
la figlia della commessa, e la madre della commessa...
tre tipe molto particolari 
che vivevano in tre appartamenti separati 
da sole....mi son sempre chiesta come facessero 
ad amarsi così tanto 
e a vivere rigorosamente da sole...
avevano 25 ...50 e 75 anni 
ma ..di loro però ...
vi parlerò la prossima volta....
eh lo so che siete curiose...
ma io devo pur dormire qualche ora no??


La vostra Marzia Sofia


PS non perdete la prossima puntata
 e non dimenticatevi i corsi..
scrivete scrivete scrivete






11 aprile 2012

presentazione del Corso d' Arte della Decorazione a Patina su mobili, a Roma, fine Aprile.



Care amiche
per riprendere un pò fiato...
anche se so che sarete curiosissime..



e anche per lasciare il tempo 
di digerire il malloppo
 a coloro che non avessero  avuto il tempo 
di leggersi tutte le quattro puntate...
lasciamo per un attimo stare
il racconto sulla storia del
 mio lavoro e
parliamo d' altro....






vi informo che si terrà a Roma 
alla fine di questo mese...
date tra il 23 e il 28
Una presentazione....





sui miei nuovi 
Corsi d'
Arte della Decorazione a Patina 
su mobili e Oggetti.






che si svolgeranno 
a piacimento di quelli che lo richiedono
in una location da me ancora da render nota
(lo deciderà la quantità di persone che vi prenderanno parte)
dentro la città eterna...
sono gradite visite 
e Cotillions.... evitare i Collions....





Ricordo a tutte quelle di Roma
 che continuano a scrivere di volermi incontrare 
che si facciano vive !!!!!!
(Ah Solo per vedermi , ancora non si paga
e che son fenomeno da baraccone??)



Stavolta è la volta buona!!!!!!





Stavolta è la volta buona!!!!!!


Sia che vogliate farne un mestiere 
sia che
lo vogliate fare per la vostra casa
ce n'è per tutti 
i corsi potranno essere personalizzati  
categoria Hobby
categoria Fai da te o per le amiche
categoria Professional
leggeri o intensivi a seconda del fabbisogno...
c'è da imparare davvero...
e vi insegnerò tutto quanto c'è da sapere
si sa che chi insegna non sa, chi sa, fa...
ma a me, pare di aver fatto abbastanza!
Qui si ribalta il detto...
vi assicuro
da me, si impara davvero!






Romane o Laziali oppure Campane
Non mancate di telefonare...
348-7101380

fatemi sapere..presto.... meglio... con un sms o in posta
o qua su blogger!
o nella solita mail 
marzia_sofia@hotmail.it
baci a tutte e spero di vedervi numerose....

10 aprile 2012

La storia del mio lavoro..... quarta puntata.


Continuerò questa mia storia per quelli che l' hanno
gradita per gli altri mi dispiace
ma finirò tra un pò....
i ricordi a volte sono pietre, 
da portare nel sacco per ritrovare il cammino..
ma... pesano...
è difficile trasportarli...
Nonostante tutto io ci sto provando..
chiedo scusa a quelli che vogliono solo sognare...

nel 1994 io
 non possedevo solo
il negozio della scalinata quello con la corte interna
che vi ho mostrato nel post della terza puntata...
che chiameremo Terratoscana Tre
No
io, ero anche proprietaria di un altro negozio
 posto in un quartiere limitrofo
tra le  bianche ville antiche col giardino davanti 
e la staccionata in ferro ...
Case di tipo Londinese per interderci 
quel quartiere dove vivevano
famiglie di architetti avvocati 
mediici e professionisti varii
in questo locale...
quello che state vedendo in queste foto
lavoravamo da matti...era un vero e proprio boom.


Io decoravo sceglievo disponevo e sistemavo ogni cosa 
ma non ci stavo quasi mai io
il mio tedsco non eraperfetto e sopratutto le mie orecchie non lo erano... poi
sapete ...Ty era piccolo 
 non mi andava di lasciarlo con una baby sitter
allora preferivo una commessa in più
e una baby sitter di meno...
insomma ...se stavo in negozio lui era con me 
ma se lui non era a scuola
io ero a casa per lui...


diciamo che ero un tutto ...part time
come molte di noi 
e io anche di più ,
dato il motivo e le modalità,
per cui lui era stato costretto diciamo a vivere in quel luogo,
io avevo ancora maggiori sensi di colpa..
di quello che noi tutte madri lavoratrici abbiamo
quindi a lui permettevo tutto
era un vero Tyran!!
altro che Tyron....


Comunque mi occupavo sempre
 di tutto ...e sopratutto di quanto riguardava la creatività 
e le pubbliche relazioni
Non vi era nessun altro
 che se ne potesse occupare a pieno merito quanto me...

Lungi da me l' idea di annoiarvi con le mie foto di famiglia 
sto solo cercando di riuscire
nella difficilissima impresa
di farvi veramente capire alcune cose di me..
ma pare che io non sappia scrivere 
semplicemente....solo in maniera complicata...
Quindi senza affatto badare allo stile
stavolta mi sto concentrando sui fatti essenziali...

I fatti a volte  non sempre ,sono semplici e definitivi...
Uno di questo era il fatto
 che quando venne la seconda estate
per Terratoscana tre
L' Estate del 94
il nostro lavoro era in piena espansione
il nostro IMPORT funzionava a pieno ritmo
tanto che decidemmo
 di affiliarci ad un rappresentate di prodotti italiani
e alla sua signora Frau...
Gunilla...detta da me Blode Ku...Schenk
i quali esposero i nostri prodotti  nel loro stand alla fiera
e scrissero centinai di migliaia di DM
di ordini...che avremmo dovuto riccevere noi...
ma non andò proprio così...
eh nooo...
la gentile signora infatti 
con poche parole di italiano
 tanta furbizia e poca, molto poca correttezza 
si disse 
perchè devo prendere solo una percentuale..
troverò queste cose e le importerò da sola
e fu così che
a noi dichiarò le briciole ...il resto
lo ordinò da se e lo consegnò da se ...scavalcandoci
deliberatamente...
e lasciandoci veramente con un palmo di naso...


Vedete questi vasi.? sono di vetro e li chiamavamo Scavo..
beh invasero la Germania
peccato che non ce ne venne niente  o quasi in tasca..
Infatti la signora Gunilla " Blode Ku" Schenk
(il nome è inventato perchè la tizia potrebbe leggere)
e anche se si riconoscerà non ho paura
ma....si potrebbe riconoscere col virgolettato...
che sta a significare  Gunilla "stupida mukka" Schenk
mi fregò bene bene...
io la chiamavo stupida, 
ma lei aveva dimostrato che la stupida ero io...




e  vedete questi Windlichter?
Le famose candele a vento, di cui vi ho già parlato ..
si quelli steli  qui visibili in blu e giallo in realtà colorati 
con dei fiori  dai mille colori intercambiabili ...incollati sopra 
che i tedeschi amavano usare a decine 
per decorare le loro tavole?
beh invasero il mondo....
e naturalmente a me ne venne solo un grazie...
almeno quello ...
ma non da Gunilla
 dalla ditta a cui io li avevo commissionati...
che mi raccontò il fatto...



Era sempre lei ...la famosa Blode Ku
ad avermi fatto la stessa cosa cariiiina..
si lo so...certo...ditemi che sono scema ...
che avete solo ragione... ma che ci volete fare? io il male 
non lo vedo subito... ho bisogno di tempo di molto tempo??
No io lo vedo anche troppo per quello mi stavo fidando di lui, 
una volta tanto glielo dovevo...e tacevo!

Successe così...anche col primo grande magazzino russo
aperto dopo la Glasnost..
fummo tra i primi a volare a Mosca
 con tutti i pezzi grossi imprenditori di grande successo
che avrebbero partecipato all' apertura del primo supermercato ...
L' unico vero supermercato Russo dopo i Gum.
Una rappresentanza di imprenditori Amburghesi
tra cui noi....
 che si occupavano di export verso la Russia
 la quale
 aveva appena aperto all' occidente....
se guardate nella foto
 il signore elegante e bello dietro di me, 
quello nella foto in alto
è il proprietario di OBI Markt 
si avete letto bene OBI!

Beh anche li ... gli eventi sarebbero stati superiori 
alla mia capacità di dominarli
In due parole andò così...
venne da noi il miliardario Indo-Svizzero Mr H.
 che fu il primo milardario ad investire in Russia 
e ci ordinò un campionario di roba
non vi dico quanto era il conto finale 
che, vi prende un malore.
Maremma ....io ero così disperata che 
mi avesse comprato tutto il meglio.. che quasi quasi
non gli avrei dato la merce...
ma naturalmente visto l' entusiasmo di lui Tacqui...
Fummo ospitati a Mosca
con tutti gli onori ...
all' apertura del primo punto vendita...
erano momenti inebrianti pregustavamo già il successo totale...
....dopo di ciò 
gli altri  che erano con noi 
e vendevano per esempio scaffalature metalliche
 comprarono un Cessna privato 
per volare a Ibiza nella loro finca,
altri si fecero ville miliardarie Obi è quello che è
e noi...???
beh noi fummo di nuovo scavalcati...


Analizzando col senno di poi ...so dove era l' errore
eravamo due pazzi sognatori
entrambi innamorati del bello...
e io ero troppo dipendente da lui....
 senza una minima idea di come si facessero gli affari.
Io poi non li volevo proprio fare gli affari!!!
Ho dimenticato se fra noi accaddero i primi dissapori ...
o se il momento fu cruciale..
ma forse ...ritengo oggi
i primi rimbalzi di responsabilità tra noi 
potrebbero aver avuto origine allora....
do dimenticato elaborato...rimosso...questo mente invece
ricordo ancora gli spettacoli russi ...i tassisti folli.. 
e i dolci fantastici del Penta Olimpic Hotel....
nonchè le limousine che ci accompagnavano di qua e di là 
come fossimo dei magnati..
altro che magnati ....di li a poco ci si sarebbero, Magnati..
chi sa in quel caso chi fu il traditore??
 ah ma che importa!!!


Noi comunque eravamo felici ...
i nostri Natali..
la nostra casa, la nostra famiglia...noi tre  
a cui si aggiungeva la figlia di Lui 
di cinque anni soli più grande di Ty,
per noi era tutto...
certo ci si rimaneva male ma
era tutto così bello allora...così fantasmagorico, così eccitante...
aver cominciato dal nulla e possedere un piccolo impero
ci dava una forza e una speranza in noi stessa infinita...
avevamo, un vero piccolo impero...
anche se, ipotecato ...da una spada di Damocle invisibile,
che il brutto ...
cercavamo di dimenticarlo...
anche se non sempre ci riuscivamo...



A quei tempi avevano costruito
 il primo Intercity
e noi cominciammo a viaggiare un pò più comodi
 e cercammo di farci spedire la merce acquistata
invece di trasportarla da noi col carrello
in lunghi viaggi interminabili....

Ty cresceva 
e osservava ammirato ed estasiato 
quel grande treno veloce che ci portava in italia
ma chi si godette quel primo viaggio 
con l' entusiamo di un bambino di fronte a una giostra
fu Lui...
per la prima volta non guidava 
e poteva godersi il panorama 
oltre che giocare al trenone invece che ai trenini...
come faceva di solito....



Ogni anno oltre che nella casa che avevo lasciato a La Spezia
facevamo le vacanze in Ostsee e al Nordsee 
nel Mar Baltico e nel mare del Nord
e alla fine cedetti un paio di volte 
al tentativo di prendermi delle ragazze alla pari 
che si occupassero del bimbo...dei  bimbi...
viaggiammo moltissimo 
Olanda Danimarca  Legoland i paesi Baltici tedeschi
insomma tutto il nord 


Erano bei tempi avventurosi 
forse ci eravamo illusi di essere sul punto di farcela...
forse tutti i nostri sforzi stavano per essere premiati...
 prima o poi 
avremmo potuto comprarci una casa 
e forse vedere anche i frutti del nostro lavoro 
che sarebbero germogliati per il futuro...



Quello a cui non rinunciavo mai
era lo shopping in Ottobre a Roma, nelle vie della moda
il giorno del mio compleanno
qui siamo nel 1994
e io alloggiavo al Capranichetta
proprio davanti a Montecitorio...
ehy lo sapete, che i politici fischiano dietro alle donne...
ahahah...


A proposito di politici...
questo era il console Italiano ad Hamburg
di cui taccio il nome ma ricordo perfettamente...
 con la sua bellissima signora...
Un giorno mi invitò al Quattrostagioni e io gli dissi
bella bella si sig Console e dov'è questa pizzeria Italiana??
e lui mi rispose.ridendo
Io intendo l' Hotel Vierjahreszeiten
e così entrai da sola nella Deutsche Italienische Wirtshaft KREIS
 una sorta di confindiustria Italo Tedesca 
io sola donna tra tutti Uomini d' affari
dovevate vedere le mie entrate in sala ..ehehhe
Lui voleva che io ne creassi una catena di Terratoscana!




Le feste e le pubbliche relazioni intanto
 continuavano a pieno ritmo
 e noi non facemmo caso...
al fatto che
l' estate del 94 scoppiò come una furia e ci travolse 
con temperature da incubo  mai provate, per i tedeschi del nord
I vecchi.. nei negozi cadevano giù come le mosche
e venivano ricoverati in ospedale...
ci fuorono anche dei morti
nessuno più usciva di casa...
Noi  itanto avevamo ascoltato il proprietario del negozio 
e lo avevamo denunciato perchè lui
denunciasse a sua volta la signora del negozio accanto...
e aspettavamo la risposta del tribunale 
che ...non tardò a venire.



Forse ci accorgemmo che il banchetto stava per finire...
forse no...forse lo sapevamo, che ne so
non ricordo che la follia di quei tempi concitati
 e la forza che c'era dentro di me
la determinazione sconvolgente..la precisa indomita volontà
Sapevo che tutto avrebe potuto finire??
Non credo di averlo saputo allora...
mi pareva impossibile...
ma anche se non parlavo..
il mio familiare pessimismo si stava facendo sentire
e tutto mi confermava che io avevo avuto fiuto 
a giudicare certe persone..
in un certo modo...
ma Lui non voleva sentirne nemmeno parlare...
ecco che  la prima forma di scarico delle responsabilità
cominciava a spuntare ...


Quando, in quell' estate del 94 
un giorno di una calura insopportabile..
mentre il locale era vuoto 
in un pomeriggio a 36 gradi 
dalla porta del negozio scese quelle scale, una tizia....
sulla quarantina passata...
 con gli occhiali sulla punta del naso 
una dentiera di orribili denti finti
fermati da un ferro di traverso 
con in mano una sporta della spesa enorme 
che definire borsa era utopistico
e si presentò allungando un pò la mano
un pò curva su se stessa...
senza stenderla tutta 
col pugno quasi chiuso eppure molle....
e con un sorriso falso si presentò:
Piacere... Mariele Hildebrand Fick
e mai nome fu più profetico...
Io non credo in niente ...sono atea e dubbiosa su tutto
ma in quel momento 

in quel preciso momento
sentii un brivido corrermi lungo la schiena e pensai..
Il diavolo esiste!


Arrivederci alla prossima se vi andrà

La vostra Marzia Sofia






La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...