1 ottobre 2013

Il bello della fotografia


Una bella foto
è un attimo di tempo infinito rubato alla tecnica
eppure ci sono foto che conservano un anima al di là del
loro essere un senso indecifrabile se non agli occhi di coloro
alle quali arrivano..


Così come un bel lavoro
che quando lo hai fatto pare perfetto
e al quale poi il tempo ruba i ricordi che non siano un attimo 
e trasforma tutto quanto in passato.


Spesso riguardando delle vecchie foto
associamo
il ricordo alle sensazioni alle luci ai colori
ai momenti storici
in cui le hai vissute...


A volte anche i luoghi stessi
stano per cambiare o sono già cambiati
ma le foto restano li a testimoniare
un tuo vissuto
rispolverato dal loro vissuto...



per questo sono felice
quando qualcuno mi dice che ama le mie foto
certo la maggioranza le troverà orribili
perchè le mie sono tecnicamente imperfette
ma se sanno comunicare qualcosa
hanno un valore
una loro storia...


quindi a volte riguardo
certe foto
che ho ricevuto in dono come queste e altre anche magnifiche
ma le foto devono comunicare l' anima di chi le scatta
se non lo fanno sono solo belle foto


poi c'è anche da dire che 
molte foto
sono viziate dal giudizio che si ha di una persona
 sia esso positivo e negativo
ma in questo caso è ancora più vero che
le belle foto
sono belle ma le foto che ti raccontano veramente
sono poche e
se tu riesci ad esprimerle allora non sarai un fotografo
 ma hai una tua arte


questa ad esempio è una bellissima foto
oltre al lavoro mio che è 
bellissimo fotografato finalmente 
perfettamente...


questo è quello che penso...
e capisco solo così 
perchè certe foto
siano più amate e ammirate di altre
anche più belle e perfette...
hanno un anima che comunica agli altri.

questo per rispondere ad una cara amica 
che ieri mi chiedeva il perchè 
di certe cose che accadono
queste che vedete
non sono tutte mie
e una è di una fotografa bravissima
Maricrea
altre mie
altre di
foto L Salvestrini DLF photo
e la rielaborazione grafica
è
marziasofiasalvestrini

La vostra Marzia Sofia

27 settembre 2013

Un tavolo in legno si trasforma.



Certe cose sono veramente strane
arrivano quando meno te lo aspetti
e ti stravolgono.
Aspetti per molti anni che una cosa succeda e poi
d' un tratto eccola qua...
senza che nemmeno tu sappia come...



così come nel lavoro
nella vita
spesso non riesci nemmeno ad immaginare
quanto possa essere diversa 
la stessa cosa
vista DA ANGOLAZIONI DIVERSE




questo tavolo
totalmente fuori
dalle nostre consuete
realizzazioni
è stato trasformato in qualcosa
di veramente diverso dall' originale...


io e Ty
ci siamo proprio rilassati 
facendo questo lavoro a Milano


io non sono solo stata intenta a fotografarmi
tanto per chiarire
ma ho lavorato al mio tempo
e l' ho fatto con molta tranquillità
 in totale 
libertà
ho fatto il mio lavoro finale
con divertimento e perizia totalmente
libera di raggiungere il risultato sperato


si trattava di un tavolo scuro e lucido molto scuro
di non grandissimo valore ma 
un vero peccato
da lasciare così com'è..


L' appartamento è in uno 
di quei magnifici palazzi antichi
del centro di Milano
il tavolo è stato ereditato dalla padrona di casa
e aveva stancato con la sua mole scura e imponente...



la signora ha contattato mio figlio
 vedendo una delle nostre pagine Facebook
e ha chiesto un preventivo
ora Ty ha prima pensato di andare da solo 
poichè io avevo molte altre cose da fare


ma mio figlio che è il tecnico della nostra coppia
ha sempre qualche piccola insicurezza sul
gusto e sulle soluzione finali
così dopo essere tornato dal suo ultimo workshop
a Torre a cona
mi ha detto Mamma 
che ne pensi di venire anche tu a Milano per quel lavoro 
io dalla sera alla mattina
ho detto si e sono partita


come si sa le sfide mi piacciono
e poi IL LAVORO è IL MIO VERO HOBBY


così ci siamo messi in auto
il lunedì mattina
 e a mezzogiorno
 i proprietari ci aspettavano fuori dal portone
questa è la fotocronaca
di quello  che abbiamo fatto a questo tavolo


oggi ve lo mostro solamente
poi forse se riuscirò
vi mostrerò una specie di tutorial


intanto spero vi godiate queste immagini
è vero che non sono nel mio solito stile
ma credo potrete comunque apprezzare...


si tratta forse di una prova di Shabby Fusion?
forse ne sapete qualcosa se conoscete
l' architetto Francesca Blasi
che ha pubblicato un libro
che riguarda proprio questo stile...


alla fine questo tavolo ha dato un tono
a tutto l' ambiente naturalmente spazioso
 e imponente ma molto
direi datato
molto design e con poca personalizzazione


eccolo qua, il nostro tavolone scuro
ora magnifico in tutta la sua eleganza


proprietari soddisfatti
e noi pure...


non trovate che si tratti di un ottimo lavoro...
della serie trasformazioni
eccezionali ?...

a presto
la vostra Marzia-Sofia

21 settembre 2013

Uno stencil Gustaviano vi piacerebbe???


mi è stato proposto da una nota ditta di colori
di produrre uno stencil Gustaviano
intendo quei famosi tralci di cui si dice io sia la Regina...
come si sa io non copio
niente
 anche perchè non riuscirei
sono incapace proprio
di copiare pedissequamente...
e credo che lo farò...
quindi tra poco potrete acquistare 
e vi dirò come e dove a tempo debito
dove trovare
gli stencil dei miei Festoni
ispirati alle pitture murali del tardo 700 svedese
Ecco
spero vi piaccia l' idea..
Intanto qua vi mostro un tutorial
su come si rallegra un camino spento e impersonale..
seguitemi...


prima di tutto dovrete usare del nastro carta...
e dovrete dividere la parete
da decorare
 in un quadrato della larghezza o misura che vedrete
proporzionali alla grandezza


quindi con uno straccio
o una spugnetta dovrete colorare a vostro piacere
la parete che resta bianca
questa è la maniera più semplice per un principiante..


di seguito potrete divertirvi a dipingere dei tralci o festoni
in stile di questi
non appena sarà pronto lo stencil 
ve lo farò sapere 
ormai a breve
direi prima dell' inizio di Ottobre
al massimo nella prima settimana
(lo presenteremo a Creattiva di Bergamo
in uno stand che vi dirò)
altrimenti cimentatevi 
forse farete di meglio 
perchè no?


quindi asporterete semplicemente il nastro carta
dopo aver dipinto all' interno un motivo come questo 
anche con i colori che preferite
buonissimi i colori di 
Decorlandia


questo per esempio è il famoso tralcio 
che si trova a Gripsholm lo splendido castello svedese 
di Re Gustavo III di Svezia
che nel 1780
decise di portare in Svezia lo stile visto alla corte di Francia
ma spogliato dei troppi orpelli...


come vedete dalla foto sul libro
Case Svedesi che come sapete è la mia bibbia...
erano 28 stanze tutte più o meno simili 
per i dignitari di corte
ospiti
del Re
uno splendore.... quando le vidi nel lontano 1997
me ne innamorai e da allora non ho più smesso...
ora..
grazie a Decorlandia
potrete farli anche voi
se vi va naturalmente
anche perchè non sono copiati
ma solo ispirati...


quindi voi potrete far correre la vostra creatività
a vostro piacimento..poi potreste mandarmi le foto
e io vi premierò
con un premio a sorpresa e la pubblicazione sul mio Blog
se avrete condiviso questo post fatemelo sapere
grazie a tutti




ah la cliente mi ha mandato un sms
SPETTACOLO!!!
LO ADORO
o più o meno così..

Grazie
Laura grazie Giuli...

la vostra Regina
del Gustaviano....
Marzia Sofia

20 settembre 2013

Solo colore e fantasia...senza parole...











La vostra Marzia Sofia

Mancano pochi giorni e poi...saprete che colore uso,
spero arrivi presto!
Dopo...
il Tutorial..


17 settembre 2013

L' ordine nel disordine come imparare a vederlo?



Non sempre è possibile ottenere
 anche da se stessi, tutto quello che si vuole
difficilissimo ottenerlo dagli altri
se ci si mette in testa di aspettarsi qualcosa poi
la delusione
è garantita


ma ci sono sempre delle speranze
si crede sempre che non sia possibile che qualcuno non ci ami
eppure a volte basterebbe aprire gli occhi

nel mio lavoro spesso
tutto pare l' uovo di Colombo
talmente evidente da apparire banale



tutti sanno far tutto
è il bello è che è così...
non è difficile
fare quello che faccio
eppure non sempre qualcuno a cui tu insegni ci riesce...


bisogna averlo nella testa
il disordine per farne un ordine???
Beh è la storia di Nietsche
Bisogna avere il caos dentro per partorire una stella che danza
e non è una canzone di Zucchero
almeno non solo!


ecco qua una trasformazione semplice semplice
eppure io sto cercando di renderla 
eccezionale
questa è solo la prima mano infatti
e a me piacerebbe già tanto...

ma...
chi sa ..
se la cliente accetterà
troppo veloce il tratto
troppo sfumato il pennello??
Non lo so oggi me lo dirà
Oppure credendo di pagarmi troppo per la velocità eccessiva
mi chiederà di ritoccarla ancora e 
quindi secondo me di sciuparla???


mahhhhh
andiamo a viverla sta storia e poi vedremo...
è solo un passaggio di mezzo
ancora ho dei progetti per questa cucina ma come sapete sono impaziente
di mostrarvela


peccato che ancora...e credetemi
non è colpa mia
non possa dirvi che colore sto usando
anche io sono impaziente di farlo come voi di saperlo
ma esistono situazioni
logistiche..
registrazione del marchio etc etc 
io credo di aver suggerito un nome straordinario
e ...insomma poi me lo direte...
cosa ne pensate...


ma non ditemi ancora niente di questo lavoro
state solo vedendo l' inizio
eh si tratta di vedere un ordine mentale che forse ho solo io dentro
corrisponderà all' ordine della cliente o sarà solo il mio disordine
per ora pare soddisfatta poi...si vedrà.
Vadooooo
ci mancano ancora alcune cosette....
La vostra Marzia Sofia...

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...