25 febbraio 2011

Lavori. Un salotto stile Luigi XV.


Oggi son di nuovo triste ed è inutile che ve lo nasconda tanto ve ne accorgereste....
Quando anche quello che ti aiuta non ti aiuta più...
 hai paura...
davvero...

senti che è così difficile vivere... ma lo è anora di più morire...
oggi ho saputo di una giovane vita
stroncata a 22 anni



ci si chiede come sia possibile...che magari persone malvagie
come qualche dittatore...
vivano ...e ragazzi con una vita davanti debbano morire....


spesso io Ty litighiamo su quello che è la sua vita 
su quello che lui ne sta facendo
e su quello che io credo ne dovrebbe fare...
ma alla fine nessuno di noi... perso nel proprio dolore
riesce a capire il dolore dell' altro



spesso ci sembra di andare alla deriva, sbattuti 
come un onda dalla marea della vita sulla riva della morte 
e quando arriveremo in fondo
sarà troppo presto.. oppure troppo tardi?

che ne sappiamo noi di cosa sarebbe meglio 
quando gli eventi ci costringono
a fare quello che sappiamo non dovremmo e volte nemmeno vorremmo
ma non siamo capaci di fermarci?
Sentiamo
come una forza che ci spinge e ci
trascina


vorremmo fermarci .....
sappiamo che dovremmo farlo che  sarebbe necessario...ma non ci riusciamo
tutto è più forte di noi
e se la sofferenza che la cosa ci provoca viene alleviata
solo 
dalla cosa stessa, che la provoca...beh allora siamo impotenti....



Questo divano e queste poltrone sono in vendita 
se a qualcuno interessano mi scriva su 
marzia-sofia@hotmail,it

è possibile averlo anche in un altro colore 
e con un altro rivestimento naturalmente


6 commenti:

Anonimo ha detto...

Il divano è strepitoso... ma si fa fatica a trarre piacere dalle foto per quello che scrivi tra una foto e l'altra... la morte di un giovane è inaccettabile... sempre... mi spiace Marzié, non so chi sia ma mi spiace... questa cosa così triste deve ricordarci che ... che bisogna vivere ogni momento della vita come se fosse un regalo... baci Marzié! <3

Raffaella ha detto...

Anche io oggi ho ricevuto una notizia simile, un ragazzo del paese che conosco di vista... non so se raggiunge i 30 anni... mia madre me l'ha detto prima a pranzo e sono rimasta gelata...

Anna ha detto...

Purtroppo la vita a volte è talmente ingiusta e ci fa capire quanto alle volte i nostri problemi sono niente in confronto a certe tragedie....di fronte a queste cose....che si può dire...ciao Anna

Gilda - Sweet Sweet Home ha detto...

Purtroppo la vita a volte è molto ingiusta,di lutti prematuri nella mia vita ce ne sono stati tanti, ma mi consolo pensando che ci sia uno scopo a tutto quello che succede. Mi piace pensare che siamo su questa terra solo di passaggio... per andare in un posto migliore. Un posto che potremo raggiungere solo dopo aver imparato delle cose fondamentali, ci sono delle persone che hanno bisogno di poco tempo per imparare tutto e altre che hanno bisogno di più tempo. Ma solamente quando si è veramente pronti ci viene chiesto di abbandonare questa terra e siccome la natura umana si affeziona facilmente a luoghi e persone, quando per uno di noi arriva l'ora di partire ci sentiamo persi e non vogliamo andare via. Lo so è un'illlusione, ma mi aiuta a superare momenti terribili come questi. Un bacione Gilda

Anonimo ha detto...

Coraggio, Marzia!
Sii forte e "non mettere le nubi di oggi davanti al sole di domani".
Ti abbraccio con affetto ♥

Unknown ha detto...

Mi spiace aver dovuto leggere quello che ho letto...sembra impossibile quando si è giovani e forti che la vita possa finire da un momento all'altro...
penso alla madre di questo ragazzo e a tutti i genitori che perdono un figlio...
E' una cosa contro natura...

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...