9 giugno 2011

Case.La mia casa cambia, Seconda puntata.


Oggi vi ripropongo delle immagini di questa trasformazione 
dato che ieri
questo mio blog..molto personale



ha raggiunto un livello molto alto di visite.
.il più alto da quando è nato ...quasi mille persone si sono dati la briga 
di leggere e vedere quello che faccio




e ormai manca solo un mesetto poco più al suo 
Compliblog!!!






In un anno molte cose sono cambiate
nella mia vita


l' anno scorso c'era mio figlio
avevamo molto lavoro e c'erano sogni speranze illusioni
eravamo solidali e speravamo che questo 
Gatto con gli stivali,
che aveva avuto in eredità
lo Trasformasse nel Marchese di Carabas,



pareva che tutto andasse bene...
Ma
spesso le cose che si desiderano hanno in se un mondo 
che non ci assomiglia una volta visitato



e allora si cerca di fuggirne..
si cerca di capire
col risultato di sentirsi ancora più confusi e più incerti!!
Ancora più disperati e disperanti
cioè letteralmente...
 MANCANTI DI SPERANZA 

Tutti mi dicono devi essere felice



che lui stia bene che stia tranquillo che faccia la sua vita..
e quando io dico ...ma io lo sono!!




allora tutti a dire ..
ma vedrai che tornerà... che capirà ...che crescerà.
e io a pensare ma io non voglio altro che questo, che lui sia felice!!!
E non voglio che torni ...se lui non lo desidera...
Il problema è capire che cosa desidera
e che lo capisca lui!!!



Il fatto è che lui non lo è, felice..
Lui non troverà mai la felicità ...se non dentro di se
come noi tutti..
il fatto è che lui va cercandola altrove
e quell' altrove
che lui cerca NON ESISTE ancora dentro di se
perchè lui non riesce a guardarsi dentro
NON SA CAPIRSI...
eppure io gli strumenti glieli ho dati!!!


A volte penso che se sono stata una pessima madre ...
lo devo pagare...
ma tutto fino a questo punto??
Fino al punto di non riuscire nemmeno più a comunicare con lui...?

Mi chiedo come possono due persone che si capivano al volo 
che sia amavano in maniera incondizionata


arrivare al punto in cui tutto pare già detto 
già scandagliato già inutile...
è ben difficile accettarlo per me
Io sono una che si analizza 
che si chiede che si mette in discussione...
sono sempre pronta al dialogo al contradditorio



come posso sentirlo dire..
tu e il tuo lavoro di m.. tu e i tuoi sogni di me
te e il tuo stile di m..
mi avete rovinato la vita???


lo vedete qua in questa foto da piccolo... in braccio a me..
avevo tanti sogni per lui...
come ogni madre ha...
eppure lui non ne ha nessuno per se...
I suoi sogni sono confusi 
e si confondono nei suoi mattini annegati nella sicurezza 
che tanto non ci sarà mai da nessuna parte ...
quello che lui sogna...


nella falsa certezza 
che tanto non c'è niente da fare ed è sua madre e non se stesso 
che dovrebbe dargli quello che non ha...


ed io ...che sarei al punto di volere qualcosa finalmente per me
 mi sento dire 
ti sei presa tutto hai deciso per me hai preteso di dirigermi di condizionarmi
ma quando mai??
Io ho solo sperato di indirizzarti di consigliarti di renderti partecipe


Ecco i miei dubbi Ragazze...quelli di ieri e quelli di sempre
quelli che sentite in me..
 parlo a voi più giovani che avete dei figli piccoli 
che amate alla follia
parlo a voi della mia età che avete figli speciali 
che vi danno tante soddisfazioni
o altri meno per cui vi disperate perchè non sapete che futuro avranno
figli bravi o meno bravi semplicemnte FIGLI
e che voi rispettate e seguite


e amate incondizionatamente
e mi chiedo che cosa ho sbagliato?
dove ho sbagliato?
Io non volevo affatto che lui avesse i miei sogni
volevo solo che ne avesse uno suo
e che lo perseguisse!!!


perchè allora lui non riesce a trovarne di sogni??
perchè non riesce a sentirsi una sola volta autonomo da me?
Perchè il mio sogno è così dominante nella sua vita 
tanto da fargli credere che si tratti di un incubo???



Eppure avrebbe un capitale dentro di se 
di amore e sapienza infinita
avrebbe dentro di se la capacità e la forza di aver raccolto i miei sogni..
e averli seminati sulla sua strada
pronto a cercarvi dentro nei germogli e nei frutti 
i suoi di Sogni !!!

Io non sono stata una madre perfetta..
e lo so bene..
io dico che 
noi cinquantenni di oggi
siamo di quella generazione Sandwich,
quella che deve curare genitori che non li hanno curati 
e deve curare figli che non li cureranno
e come in un Sandwich
ci si sono mangiati a morsi!!!

Non so perchè ho scritto questo post..
mi son seduta qua di fronte a queste foto 
di fronte ai vostri commenti meravigliosi
come quello di Gilda di www.homesweethome.blogspot.com
ieri... e di voi ...che ogni giorno mi leggete
l' ho scritto in un momento di malinconia...
ma sicuramente perchè sento,
chè come nella mia casa...
sento che anche dentro di me 
e intorno a me...
 un cambiamento deve arrivare...
ma, quando arriverà???


La vostra Marzia Sofia


15 commenti:

Anonimo ha detto...

Oggi per me è difficile commentare il tuo post... sono madre anch'io e so cosa si prova... però una cosa voglio dirtela... non colpevolizzarti troppo come madre... se un genitore fa il meglio che può e dà tutto quello può dare come hai fatto tu ... sta anche ai figli accettare e comprendere... magari per Tyron è ancora troppo presto per capire... ma il tempo è galantuomo Marziè... Baci Grace

Unknown ha detto...

Si è difficile commentare oggi...
non c'è una ricetta nè per essere dei bravi genitori nè per essere dei buoni figli...e visto che nè gli uni nè gli altri si scelgono...si fa del nostro meglio,anche sbagliando...e poi quello che deve essere sia
Mari

Francy (So Beautiful Things) ha detto...

Cara Marzia,volevo inziare commentando il tuo lavoro che secondo me è bellissimo, sei bravissima e poi leggengo tutto il post sono rimasta rattristata da tanta tua malinconia!
Tu per me, leggendo la tua storia, il tuo blog, sei una donna con la D maiuscola, e una grande mamma!
Si può sbagliare, siamo essere umani e non siamo perfetti ma tutto è guidato dall'amore e l'amore per i figli è incomparabile a qualsiasi altro!
Io sono sicura che tu hai fatto tutto quello che potevi fare, ormai è grande e prima o poi riuscirà a leggere meglio dentro se stesso e tornerà.
Si torna sempre.Prima o poi si torna! E' così e sarà sempre così, abbi fiducia!
Ti mando tanti baci.
Con affetto Francy

Agnese Gi ha detto...

Sai cosa mi piace di te? La tua sincerità!
Difficilmente una madre confida agli altri i problemi, le paure, gli sbagli propri e dei propri figli.. In genere tutte (o quasi) tendono a elencarne i pregi tanto che sembra che loro siano perfette e i loro figli DI PIU'!!
A volte mi dicevo: "Ma allora io non capisco niente? Allora io finora ho sbagliato tutto con mia figlia? Sarà perchè l'ho avuta quando ero ancora giovane ed immatura e non ho sputo gestire al meglio le situazioni?...."
Alla fine ho deciso di SMETTERE DI ASCOLTARE LE ALTRE MADRI e concentraermi solo su me e su lei, accettare i miei e suoi difetti e credere nel fatto che nessun genitore, e sottolineo NESSUNO, è perfetto e di conseguenza nessun figlio lo è!
Questo per dirti, Marzia carissima, che tu non hai fatto niente di sbagliato, perchè quando le cose son dettate dall'amore (e quale amore è più grande di quello di una mamma...) non sono mai sbagliate!
Tyron deve trovare la sua strada, c'è chi la trova prima e chi dopo, ma prima o poi tutti la troviamo. Tu, a mio parere, devi stargli vicino senza opprimere lui e soprattutto senza opprimere te stessa con mille ma, mille se e mille perchè... Dai tempo al tempo vedrai che tutto tornerà sulla retta via!!

Ti abbraccio
Sesè

Francy (So Beautiful Things) ha detto...

Cara Marzia, sono commmossa e onorata che sei passata a trovarmi!
Grazie!
Ti mando un grosso bacio!
Francy

CINZIA ha detto...

Ciao Marzia, ti leggo silenziosamente da un po', ma oggi , anche se è forse uno dei tuoi post più difficili, non potevo non commentare. Perchè anch'io ho due figlie grandi e che abitano tanto lontano da me e non per mia scelta...e perchè tutte e tre abbiamo dovuto subire scelte di altri e perchè molto spesso mi sento di non aver gestito bene il disastro della mia vita nei loro confronti...ma davvero ho, abbiamo sbagliato? Davvero le nostre scelte dettate solo dall'amore per loro sono state così deleterie? Davvero dobbiamo sempre farci carico di tutte le loro incertezze e dei loro tormenti e delle loro ricerche? Noi li abbiamo AMATI e siamo stati loro vicine SEMPRE!! e lo siamo ancora e lo saremo sempre! Troveranno la loro strada, la troverà anche Tyron, vedrai...puoi starne certa, hai seminato in lui forza ed energia e creatività e fantasia e passione..e tutto ciò darà i suoi frutti..bisogna solo aspettare che maturino un po', credimi! Ma ora devi voler bene anche un po' a Marzia...devi trovare anche tu un po' di serenità, ne hai diritto, anche solo per la bella persona che sei! Ti sono vicina, davvero, riesco a capire cosa provi perchè è ciò che sento io...ti abbraccio forte forte, con affetto, anche se non ci conosciamo...ce la faremo, vedrai! Un bacione grosso
Cinzia

shabbyechic.blogspot.it ha detto...

ragazze ma perchè mi fate piangere? ma perchè siete tutte qui quelle speciali...??? Grzie dei vostri commenti del vostro aiuto della vostra vicinanza...

alda ha detto...

Cara Marzia chi davanti ai figli che crescono non ha mai pensato:"Ho sbagliato,tornassi indietro...."? forse pochi fotunati mortali che non hanno mai dubbi e incertezze!bah!! beati loro!con i figli come fai fai qualcosa che non va bene c'è sempre,è così difficile calibrare la giusta via di mezzo.Troppa libertà o poca autonomia, autorevolezza o complicità,severità o tolleranza .. come vorremmo aver la formula giusta! Non siamo perfetti facciamo tutti del nostro meglio,ma tu datti pace! Una mamma coraggiosa come te non è comune, vedrai che anche lui lo capirà!!un bacio(anch'io spesso mi sento un sandwich)!

Anonimo ha detto...

Cara,carissima Marzia,già di mio ero triste ed ora leggendoti mi sento ancora più giù x te...<3 Devi superare questi momenti neri,reagire. Credo che essere genitori e più ancora madri, sia la cosa più difficile del mondo...I figli sono giudici x ogni ns. errore o comportamento e neppure sanno o ricordano,quante scelte difficili,quante rinunzie,quanto amore abbiamo messo nel cercare di crescerli bene e cercare di sottrarli con la ns.protezione,alle cattiverie del mondo.Nessuno ci aveva insegnato il mestiere di madre...lo abbiamo affrontato prima con lo strazio fisico del parto,subito superato al loro primo vagito,poi cercando di evitare loro quelle stesse difficoltà che magari ci avevano profondamente segnato,poi cercando di imparare leggendo ciò che i Professoroni ci suggerivano,ma specialmente amandoli più di tutti e soprattutto e cercando di fare bene...Sai certamente,che tutto questo comporta come si dice:"lacrime e sangue",ma noi siamo le colpevoli,sempre e comunque, ai loro occhi se le loro vite non sono perfette come dovrebbero. Credo che in modo manifesto o no siano molti i figli che pur amando i genitori e la madre,non siano soddisfattix tanti motivi...Certo è che solo quando avranno dei figli,se li avranno,potranno capire meglio noi...Però è ns. obbligo lasciarli liberi nelle loro decisioni di vita,anche se non sempre le condividiamo e ci rendono ansiose x il loro futuro...Purtroppo dobbiamo guardare dalla finestra e sperare che abbiano fortuna,ma che specialmente imparino a guardare la vita nella sua realtà,senza debolezze e con grinta,nell'affrontare le difficoltà che incontreranno...proprio come abbiamo fatto noi...Questa è la vita!!!Io però ho la certezza del loro amore e devi averla anche tu,xchè loro sono i ns. bambini e questi amano incondizionatamente la mamma,anche se fanno i capricci;-))Vedrai che Tyron troverà la giusta strada,maturerà e sarai fiera di lui e sopporterai la sua lontananza sapendolo bene...Io x avendo tre figlie indipendenti dalla loro maggiore età,sempre impegnatissime nella loro vita,sono al balcone sempre in attesa,ma sono certa che cavalcano la lori vita e questo mi rende contentaxchè sono persone libere,e sono anche certa del loro amore che non mancano di manifestarmi...Abbi fiducia in tuo figlio,vedrai che tutto passerà col tempo...e sii certissima del suo amore x te!! Poi è risaputo che i maschi amano di più la mamma...;-))) Daih!Sofia,lascia posto a MARZIA!!!<3<3 ti abbraccio con tantissimo affetto ed un bacione,maman<3<3<3

Anna ha detto...

Di solito commento i tuoi bellissimi lavori...questa sera sono un pò in difficoltà! Come mamma ti capisco e sappi che tutte,almeno una volta, ci siamo chieste..."ma dove ho sbagliato?!" Non necessariamente sbagliamo noi e colpevolizzarsi non serve a molto! Mi sembri una donna molto forte...sii ancora più forte, Tyron capirà!Ti abbraccio,Anna.

Raffaella ha detto...

Credo che Tyron debba solo trovare la sua strada... ma la troverà... e per la mia esperienza posso dirti che più ardua sarà, più sarà quella giusta...Ti mando un abbraccio e ti auguro che ciò possa avvenire presto e che tu possa ritrovare la comunicazione con tuo figlio...

Rosa ha detto...

Ciao Marzia, non devi incolpare te stessa, i figli non sono nostri, scelgono le loro strade, vogliono mettersi alla prova e tante volte danno l'impressione di voltarci le spalle, lascialo fare, le basi gliele hai date, non bisogna assillarli molto perche' si ottiene l'effetto contrario, secondo me, per mia esperienza, non bisogna aspettarsi molto, per non soffrire, vivi la tua vita giorno per giorno senza fare troppi programmi, come hai sempre fatto,devi essere orgogliosa di te stessa... alla lunga le situazioni maturano, cercare a tutti i costi soluzioni frettolose si rischia che siano acerbe, auguroni e bacioni rosa buon week end.)

Anonimo ha detto...

alla pscologa di mia figlia, ne ho tre, di figlie, ho detto: se ci fosse un corso per fare il bravo genitore sarei la prima ad iscrivermi! mi ha sorriso, poi mi ha detto e'impossibile perche' per ogni figlio e per ogni genitore ci dovrebbe essere un corso a se'!!!!! penso che quando nascono ci dovrebbero dare il libretto delle istruzioni!!!!!!che dire: mal comune mezzo gaudio? non tutte le ciambelle riescono col buco? io penso che per quanto uno possa fare c'e' sempre qualcosa che non doveva fare.... comunque in bocca al lupo per tutto.P.S. la tua casa e' bellissima, i tuoi lavori stupendi vengo a vedere i tuoi "quadri" quasi ogni giorno... quando il pc e' libero!!!!!!!!lory

Federica ha detto...

Ciao Marzia (hai il nome della mia cara cugina), ho letto quanto scritto su tuo figlio... io ho due bimbi piccoli (Lorenzo di 8 anni e Lavinia di 5) e ho paura, ho paura che da grandi non saranno in grado di vivere una vita felice.
Secondo me, non devi colpevolizzarti, i genitori fanno sempre del loro meglio e sta ai figli, ad un certo punto, capirci. Capire il perché abbiamo fatto delle scelte (per loro) e soprattutto capire che tutto ciò che è stato fatto, lo si è fatto solo per AMORE perché loro sono e saranno sempre la parte più importante della nostra vita.
Purtroppo, non siamo noi a scegliere che strada faranno e ad un certo punto dovremo lasciarli andare... con la speranza che vadano forti e trovino la loro strada.
Grazie perché hai parlato con il cuore di una mamma... .
E poi stai sicura, troverà la sua strada e sarà sereno.
A presto
Federica

shabbyechic.blogspot.it ha detto...

Molti di voi avrebbero voluto ma non sono riusciti a commentare... eccone alcuni che vi allego

Patrizia Scarpellino mi ha scritto...
Penso che tuo figlio ti voglia un mondo di bene: il voler ritornare significa che sente il bisogno della tua presenza, di un tuo contatto..anche se dopo un po' gli pesa, ma è normale.. Ti parlo in questo modo perchè anch'io ero come tuo figlio e anche mio figlio è come me. Infatti inzialmente sbagliavo e non facevo altro che litigare, sembravamo cani e gatti... poi un amico mi ha fatto pensare di come ero io.... ne ho preso coscienza e ora? .... mi fa penare, ma è lui che viene da me, mi bacia, mi abbraccia, mi chiama se gli capita qualcosa di bello o se semplicemente si sta divertendo, cosa che prima non succedeva.. per avere un bacio o un sorriso sembrava di chiedere l'elemosina.
Quando ritorna non dirgli cio' che vorresti fargli fare ne' sottoforma di suggerimento nè come consiglio, ma semplicemente coccolalo anche con il silenzio.
Baci e vedrai che passerà questo brutto momento.

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...