25 giugno 2012

Come trasformo un comò in Gustaviano.


Dopo molti giorni in cui non sapevo decidermi
oggi improvvisamente mi son detta  ora o mai più

Possiedo questo comò da tanti anni 
credo forse più di quindici



vedete giorni fa era così
per molti già più che finito
ma a me non piaceva
quindi ho preso una bella spugna
quella con cui mia madre 
si dovrebbe far la doccia 
tanto ne ha altre venti...




vedete la stanza era già pronta
o quasi ..ma io non sono mai contenta...



così ho preso una spugna
 l' ho imbevuta di colore nero acrilico
e mi son messa a picchiettarla bene ad arte
fino a far sembrare che il ripiano
fosse tipo mamo granito scuro
lasciando però che le imperfezioni 
sembrassero prodotte dal tempo



è una tecnica molto semplice 
basta prenderci la mano
poi va solo ricoperto con una cera o con una finitura
se volete che non si sciupi più..
Io non lo faccio
che voglio, che si sciupi ancora



ecco... ora era quasi finito
 il bianco total 
lo avevo fatto l' anno passato..
 nella mia vecchia casa
quando il comò, da panna e oro a foglia tipo luigi XVI
era diventato Shabby..
e il tempo e questi mesi di trasloco 
lo avevano reso perfettamente Shabbato



ma perché diventasse veramente 
Gustaviano
avevo bisogno di qualcosa in più
così


ho inserito
una patina di grigio sui cassetti
nelle parti in rilievo 
e l' ho asportata con la spugna prima che seccasse
ed ecco il risultato
perfettamente antico perfettamente Gustaviano

Povero Comò...
 chissà cosa lo aspetterà ancora
ah per prima cosa finirà prossimamente su Casa da Sogno

Buona settimana a tutti
la vostra Marzia-Sofia









23 giugno 2012

Fiori e pensieri...



Ripetere i concetti
forse li annulla nella loro efficacia?
Rifletto sul fatto se sia opportuno o no 
essere come me
sempre alla ricerca della mia verità
e della conseguente accettazione 
del conforto della condivisione 
dell' altrui approvazione o comprensione
...


è per questo che quando spiego 
vorrei essere ascoltata
ma mi chiedo sono io stessa 
carica del deficit dell' attenzione??
Riesco, io per prima ad ascoltare?


a volte mi pare uin virus che dilaga
tutti gridiamo urliamo
feisbucchiamo
twittiamo e 
in verità chi ci ascolta???


Non è facile poi 
quando gli argomenti di cui discutere 
sono seri ed importanti
e hanno sfaccettature,
 che se te le perdi 
è come se non servisse poi più 
quello che avevi detto prima
e poi vogliamo mettere 
quando una persona insicura 
parla con una molto sicura???


dico sempre 
che è come parlarsi da un balcone all' altro..
qualcosa sfugge sempre...
poi mi chiedo che cosa ci sia di 
impossibile da definire ormai negli esseri umani
che cosa sia 
quello che diciamo:
mi è stato antipatico a pelle...


molti ricercatori 
e studiosi del comportamento umano
hanno avvalorato la tesi del
chimico
é la chimica dicono ormai un pò tutti...
ma se la chimica funziona e il dislivello culturale 
ci blocca???
e si può dire pure che il peggio 
è proprio quando non ci blocca!!!



Più gli anni passano e più si sa che
è difficile riuscire a trovarsi bene con gli altri
molto difficile.... e quello che sento
anche sulle amicizie 
di FB non è sempre 
poi nella realtà possibile.



alla fine chi la vuole 
questa realtà
ad ogni costo schematizzata
già predigerita e vomitata
LASCIATECI SBAGLIARE
sempre che siamo disposti a pagare!!!
Siamo tutti anime nella tempesta...




chi piange e chi non piange ...
cerchiamo spesso di capirci 
ma anche quando siamo sicuri sicuri 
di aver capito tutto di noi
in realtà che cosa ne sappiamo??


Ogni mattina ci alziamo 
e ripetiamo gli stessi gesti
le stesse consuetudini
gli stessi movimenti tellurici della nostra esistenza
quelli che al ritmo di mille scosse al giorno 
ci portano a raderci al suolo..
ci  guardiamo, 
o forse nemmeno, allo specchio...
e ci vestiamo.


Batta un colpo chi ci crede 
che io non mi do neppure un occhiata allo specchio?
Eppure è così
 son appena stata in bagno 
e non mi sono nemmeno guardata
io mi trucco sotto guida medianica...



siamo pieni di pregiudizi 
di sensazioni che ci inventiamo
di piccoli e grandi fraintesi
Mi capita spesso con la mia amica del cuore
che io cerco di rincorrerla di stopparla di frenarla 
nei suoi giudizi nelle sue considerazioni
nella sua voglia di sapere e di mettere un punto fermo
alle mie elucubrazioni
mi riempie di domande
e mi assale di risposte
che sono le sue
quella che lei è...
CERCA DI AIUTARMI
si preoccupa per me...


Lei è
sempre in combattimento 
interiore con quello che lei sa
e quello che io le dico
filtrata dal mio modo di essere 
e ricevuta dal suo contenitore
e mi rendo conto che alla fine forse 
le mie provocazioni o la lasciano sconcertata
e attonita...la destabilizzo mi dice...
mi vuole bene e continua ad ascoltarmi
ma il suo cervello vola verso altre soluzioni
verso altre proposte...


ma ancora dopo trentanni non sa
che non c'è niente 
che va bene per lei 
che possa esser valido per me..
niente
siamo così diverse... 
che tutto quanto io le dica
per farle capire che certe cose
 non sono per me le stesse di come le recepisce lei
la confonde giustamente ancora di più...


Lei ci prova ad aiutarmi
Cara
ma senza aver vissuto nella mia pelle 
quello che ho vissuto io
come possiamo dire 
quello che avrebbe fatto lei nei miei 
panni?



Son difficile da comprendere anche a me stessa
come può qualcuno 
che anche mi sta vicino, conoscermi?
E vivo..
vivo... questa dicotomia tra l' essere e l' apparire
con la mia faccia bella
e la mia anima forse
meno bella..
chi lo sa?
lo dovrebbe dire quel quadro 
nascosto da un lenzuolo 
nell' angolo dietro il paravento
Quel quadro della me ragazzina
che era veramente bella
e pulita dentro
un quadro che forse nessuno 
avrebbe il coraggio di scoprire davvero
teso com'è 
a pensare che io sia diventata quello che lui o lei 
si immagina io sia...


Marzia-Sofia



22 giugno 2012

Un Amore per scherzo....Il mio Ultimo Romanzo.

Oggi caso mai vi fosse sfuggito
voglio parlarvi del mio ultimo Romanzo

Un amore per scherzo...
da circa cinque anni ci stavo lavorando
e mi direte... cavoli tutto sto tempo
per queste poche pagine..
beh a volte le pagine costano sudore e sangue...
a volte le cose si accavallano nella testa di chi scrive
e rischiano di uscire fuori a fiotti
in una sorta di ictus allagatore..
tu ci provi a calmarle a darvi un senso...
ma la forza dello scrivere è esattamente questa...
la condivisione
è bello quando di un romanzo si dice, oppure di una canzone,
potrei averla scritta io.
Io non amo la scrittura fantastica inventata studiata...
scusatemi... è forse un mio limite...
la scrittura secondo me
esce dalla pancia di chi scrive
oltre che dalla testa e dal cuore...
Sapete ho avuto molte recensioni per questo mio lavoro
alcune mi hanno colpito di più di altre...
entrando nel sito www.ilmiolibro.it potrete leggerle
qua sotto,poi troverete un link che vi porterà direttamente
dopo un semplice login
(inventatevi un nome  e una password
ci vuole un attimo e potrete mantenere
tranquillamente l' anonimato....)
a leggere un anteprima di venti pagine..
Pagine che dicono tutto e niente...
ma che vi daranno subito l' idea...
di quello che vorrei comunicare
vi giuro che il proseguio
è migliore dell' inizio...








se vorrete potrete direttamente comprarlo
e farvelo spedire a casa
e salvo purtroppo casi eccezionali, lo riceverete in tre giorni...
io penso che vi piacerà
poichè me lo dite sempre voi stesse
che vi piace come scrivo e...
così avrete modo di dirmelo davvero!

Ricordatevi  che le autobiografie non esistono,
poichè non si può scrivere da noi, di noi stessi
ma uno scrittore vero secondo me, 
si ispira sempre alla realtà,
 parla di ciò che sa...


AH! una piccola postilla
dentro, troverete un modo di scrivere
che qui nel blog non è concesso
alcuni dicono che hanno risparmiato
" IL BLU" per una notte
andando su certe pagine...
se ciò vi spaventa o vi irrita
NON LEGGETELO, altrimenti|......


La vostra Marzia Sofia

21 giugno 2012

The Gustavian Style at Rome


Oggi amici sarò a Roma 
la mia città dei sogni


per lavoro
ma, mi prenderò anche qualche attimo per me
e per mio figlio che mi accompagnerà


sto covando
sta per nascere un nuovo lavoro e lo condividerò con voi
non appena potrò dirvi di più

vi siete goduti il post di ieri???
e allora vedrete 
che cosa vi sta combinando la vostra Marzietta...



vi dico solo che ce la metterò tutta per 
stupirvi ancora 

ma più di tutto per stupirmi
io sono sempre in sfida con me stessa...








più che con gli alri
io devo abbattere i miei limiti
combattere con le mie pigrizie la mia paure 
i miei silenzi che urlano



questa volta Roma sarà nuova
non mi cullerà col conosciuto il sicuro le lunghe braccia piene d' amore 
delle persone che ho imparato a conoscere
ci  saranno nuove conquiste da fare
nuove battaglie da vincere


ed io combatterò con le mie armi 
le sole che ho
 La voglia di far bene 
la mia storia il mio passato e il mio presente
compreso tutto il mio completo "sapere"...


Vinceremo??
Datemi fiducia e ve lo dimostrerò
Baci a tutti e
rassicuro il mio amico Nik
non mi sto per sposare no no no
in fondo
ma chi me se pija??
Tanto per rimanere a Roma....


La vostra Marzia Sofia

La mia prima vita. Parte III

Come eravamo...   La passioni si manifestano in noi, fin dalla più tenera età. Ci si depositano nell'anima e non ne escono più. Arruggin...